Codice Tributo 6040 il codice tributo 6040: IVA DOVUTA DALLE PP.AA. SCISSIONE DEI PAGAMENTI ART. 17 TER DEL DPR N. 633/1972

Introduzione al Codice Tributo 6040

Il Codice Tributo 6040 è di vitale importanza per le Pubbliche Amministrazioni, poiché viene utilizzato per il versamento dell’IVA relativa alla scissione dei pagamenti, nota anche come split payment, tramite il modello F24. Per comprendere appieno questo argomento, occorre fare riferimento all’articolo 17-ter del D.P.R. n. 633/1972, che stabilisce il meccanismo per il quale le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei confronti di enti specifici devono essere gestite riguardo all’imposta sul valore aggiunto.

Cos’è lo Split Payment e Come Funziona?

Lo split payment rappresenta un nuovo meccanismo di liquidazione dell’IVA, applicato quando il cessionario è un ente pubblico appartenente alle categorie sopra citate. In tali casi, se l’ente pubblico non è debitore d’imposta, dovrà effettuare il versamento dell’IVA direttamente all’erario, in base all’importo addebitato nella fattura dal fornitore. Di conseguenza, è l’ente pubblico ad assumere il ruolo di soggetto passivo dell’operazione, pur non essendo effettivamente un debitore d’imposta. Questo cambiamento rivoluziona il sistema di versamento dell’IVA e mira a ridurre i casi di frode ed evasione fiscale.

Per chiarire meglio il contesto  dobbiamo fare riferimento all’art.17-ter del D.P.R. n.633/1972, che stabilisce che per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate nei confronti dello Stato, degli organi dello Stato dotati di personalità giuridica, degli enti pubblici territoriali e dei consorzi tra essi costituiti, delle camere di commercio, degli istituti universitari, delle aziende sanitarie locali, degli enti pubblici di ricovero, quelli a carattere scientifico, di assistenza e beneficenza e quelli di previdenza, per i quali i cessionari o committenti non sono debitori d’imposta in materia di IVA, l’imposta è versata in ogni caso dagli stessi secondo i termini fissati dal Ministero dell’economia e delle finanze.

Lo split payment è un meccanismo, che prevede forme diverse di liquidazione dell’IVA, quando il cessionario è un ente pubblico tra quelli sopra citati. Nel caso in cui non siano debitori d’imposta, dovranno versare direttamente all’erario l’IVA addebitata in fattura dal fornitore. Pertanto è l’ente pubblico che deve effettuare la liquidazione del saldo d’imposta, Non come normalmente avviene che è chi ha emesso la fattura che versa all’erario l’ IVA addebitata. Il sistema di versamento dell’IVA e punta a invertire l’onere della liquidazione, al fine di minimizzare i casi di frode e di ridurre l’ evasione dell’imposta.

Quando la Pubblica Amministrazione acquista un bene o si un servizio da un soggetto privato riceve la fattura comprensive dell’imposta sul valore aggiunto applicata. L’ente pubblico diversamente da come normalmente accade versa al fornitore solo l’importo netto . Provvederà a versare l’imposta al posto del fornitore, In questo modo rende impossibile per quest’ultimo evadere l’IVA o pagarla in ritardo.

Vantaggi dello Slit Payment

Lo split payment offre numerosi vantaggi sia per le Pubbliche Amministrazioni che per i fornitori privati. Nel caso delle Pubbliche Amministrazioni, esse possono acquistare beni e servizi da soggetti privati, ricevendo fatture al netto dell’IVA. L’ente si assume la responsabilità di versare l’IVA al posto del fornitore, garantendo così che quest’ultimo non possa evadere o pagare in ritardo l’imposta dovuta.

Esempio Pratico di Split Payment

Per comprendere meglio il funzionamento dello split payment, prendiamo in considerazione uno scenario ipotetico. Supponiamo che lo studio di consulenza “Mario Verdi” offra i suoi servizi al Comune di Pisa per un importo totale di 10.000 euro, più l’IVA al 22%. Senza l’applicazione dello split payment, il Comune dovrebbe versare un importo totale di 12.200 euro, considerando l’aliquota IVA del 22%.

Tuttavia, grazie all’IVA split payment, lo studio “Mario Verdi” riceverà effettivamente solo i 10.000 euro, ovvero l’importo netto al lordo dell’IVA. L’importo restante di 2.200 euro, che rappresenta l’IVA dovuta, sarà versato direttamente all’erario dal Comune di Pisa. In una transazione ordinaria, sarebbe stato lo studio “Mario Rossi” a versare l’IVA e ricevere un pagamento comprensivo dell’importo totale.

Chi sono le categorie di utenti interessati al codice tributo 6040?

 Le Società di capitali ed enti commerciali, SpA, Srl, Soc. Cooperative, Sapa, Enti pubblici e privati diversi dalle società
Organi e amministrazioni dello Stato

Il codice 6040 è compensabile?

L’articolo 17 del decreto legislativo n. 241/1997 dispone che la compensazione tramite modello F24 del credito annuale o relativo a periodi inferiori all’anno, per importi superiori a 5 mila euro annui, può essere effettuata a partire dal decimo giorno successivo a quello di presentazione all’Agenzia delle entrate della dichiarazione o dell’istanza da cui il credito medesimo scaturisce.

A tal proposito,  il recente “decreto fiscale” collegato alla legge di bilancio 2020 ha esteso questa regola, ossia l’obbligo di preventiva presentazione della dichiarazione da cui emerge l’eccedenza, anche ai crediti superiori a 5mila euro annui relativi alle imposte sui redditi e all’Irap, comprese le addizionali e le imposte sostitutive (articolo 3, comma 1, Dl n. 124/2019).

codice tributo 6040

Conclusioni

Lo split payment ha introdotto un sistema di versamento dell’IVA innovativo, che coinvolge le Pubbliche Amministrazioni nel processo di pagamento dell’imposta. Questa misura ha l’obiettivo di ridurre la possibilità di evasione fiscale e frodi, garantendo una maggiore trasparenza e controllo nelle transazioni tra enti pubblici e fornitori privati. L’utilizzo del Codice Tributo 6040 è essenziale per il corretto svolgimento di questo meccanismo e per garantire il corretto flusso delle risorse finanziarie verso l’erario pubblico.

Riguarda la Pubblica Amministrazione nel caso in cui alla stessa occorre versare, tramite il modello F24, l’IVA relativa alla scissione dei pagamenti, anche detta split payment. 

Come si versa il tributo 6040?

Per mezzo del servizio presente nell’area riservata del soggetto passivo IVA presente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate Modello F24 con modalità telematiche, direttamente oppure tramite intermediario (nel caso di utilizzo di crediti in compensazione di cui alla risoluzione n. 110/E del 31/12/2019, oppure in caso di modello F24 a saldo zero, il modello F24 deve essere presentato esclusivamente utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel; negli altri casi, il modello F24 può essere presentato anche mediante i servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e altri prestatori di servizi di pagamento convenzionati con l’Agenzia delle Entrate).

Con addebito su conto corrente bancario o postale,

Sezione modello F24 da compilare: ERARIO

 

Come compilare il modulo F24 tributo 6040

Importo: 6.000,00 Euro
Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento: 2024
mese di riferimento aprilee

.

SEZIONE ERARIO
IMPOSTE DIRETTE – IVA
RITENUTE ALLA FONTE
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI
codice tributo   rateazione/regione/
prov./mese rif.
  anno di
riferimento
  importi a debito
versati
  importi a credito
compensati
  SALDO (A – B)
(1) 6040 (2)               104   (3) 2024 (4) 6000 (5)  
             
             
             
             
             
codice ufficio   codice atto             TOTALE    A (6)   B (7)   (8)  
(9)     (10)    

.

Come compilare i campi dell’ F24

(1) codice tributo: indicare 6040
(2) rateazione/regione/prov/mese rif: nell’ esempio aprile corrispondente al codice 104
(3) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nell’esempio 2024
(4) importi a debito versati: indicare l’importo a debito, nell’esempio 6.000,00
(5) importi a credito compensati: non compilare
(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: non compilare

Altri articoli correlati interessanti

Codice Tributo 6041

Codici Tributo in ordine progressivo

Nuovi codici natura

Ravvedimento Operoso Online

 

 

 

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici