Stipendi

Capotreno: Mansioni, Responsabilità e Retribuzione

Il capotreno, figura di spicco nel contesto ferroviario italiano, svolge un ruolo cruciale nel garantire viaggi sicuri ed efficienti. Esploriamo insieme quanto guadagna, le sue responsabilità, le mansioni quotidiane e i requisiti necessari per intraprendere questa carriera.

Retribuzione del Capotreno

Il compenso di un capotreno, oltre alle numerose responsabilità che la professione implica, è regolato dal contratto nazionale del settore mobilità. Tale retribuzione comprende diversi elementi, quali il minimo contrattuale, aumenti di anzianità, assegni personali, tredicesima, quattordicesima, indennità per lavoro notturno, domenicale, festivo, compensi per straordinari e salario professionale.

Conformemente al contratto, il salario base per un capotreno (livello B), inquadrandolo come tecnico specializzato, si aggira intorno ai 32.000 €.

Questo importo può variare in base a diversi fattori, tra cui l’anzianità di servizio, eventuali assegni correlati al nucleo familiare, indennità e lavoro straordinario. L’inquadramento specifico del capotreno, suddiviso in tre sottolivelli, contribuisce altresì a determinare la retribuzione complessiva.

Mansioni del Capotreno

La figura del capotreno rappresenta il punto di riferimento principale a bordo di un treno e assume una serie di mansioni chiave, tra cui:

Controllo del treno prima della partenza: Verifica di porte, luci, aria condizionata, riscaldamento, freni e altri dispositivi di sicurezza.

Controllo della pulizia: Assicurarsi che il treno sia in condizioni igieniche adeguate per i passeggeri.

Controllo pre-partenza e gestione delle porte: Supervisione dell’apertura e chiusura delle porte al momento della partenza e dell’arrivo.

Verifica della presenza di personale e passeggeri: Assicurare che il personale e i passeggeri siano presenti a bordo e pronti per le operazioni di viaggio.

Emissione e controllo di titoli di viaggio: Convalida dei titoli di viaggio e gestione di situazioni in cui i passeggeri viaggiano senza biglietto.

Assistenza ai passeggeri: Fornire informazioni, gestire ritardi o cambiamenti nel trasporto e assistere in situazioni di emergenza o esigenze particolari.

Verifica del rispetto delle norme di circolazione: Garantire il rispetto delle norme di sicurezza durante il viaggio.

Compilazione e consegna di documenti di viaggio: Gestire la documentazione necessaria per ogni viaggio.

Coordinamento del personale di scorta: Supervisionare la presenza di personale e chiamare rinforzi se necessario.

Ruolo di capostazione in stazioni non previste: Assumere la funzione di capostazione in stazioni sprovviste di tale figura.

Segnalazione di anomalie e gestione di piccoli guasti ed emergenze: Comunicare eventuali problemi al personale a terra e risolvere guasti di piccola entità.

Competenze del Capotreno

Pur non richiedendo particolari titoli di studio, la professione del capotreno richiede specifiche competenze, tra cui:

Conoscenza approfondita del funzionamento del treno e competenze meccaniche di base.
Familiarità con le procedure di emissione e convalida di titoli di viaggio.
Conoscenza dei sistemi informatici ferroviari.
Capacità di gestire emergenze e evacuazioni.
Conoscenza della lingua inglese.
Tra le qualità auspicabili figurano precisione, puntualità, affidabilità, cortesia, capacità di comunicazione, decisionale e di coordinamento.

In conclusione, la professione del capotreno richiede non solo una solida conoscenza tecnica, ma anche abilità relazionali e gestionali per garantire un viaggio sicuro e confortevole ai passeggeri. Le retribuzioni possono variare in base a diversi fattori, ed è importante considerare l’esperienza e la formazione nel valutare il compenso offerto

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici