Codice Tributo 9001: Modello F24 e Istruzioni

Il codice tributo 9001 è una chiave fondamentale nel modello F24 per il versamento di importi derivanti da accertamenti automatici dell’Agenzia delle Entrate. Quando si riceve un avviso bonario, è cruciale comprendere come utilizzare questo codice per evitare sanzioni e garantirsi una gestione agevole della situazione.

Cos’è il Codice Tributo 9001?

Il codice tributo 9001 rientra nell’ambito delle procedure di accertamento automatiche, regolate dagli articoli 36-bis e 54-bis del D.p.r. 600/1973. Questo codice diventa rilevante quando si riceve un avviso bonario o una comunicazione di irregolarità dall’Agenzia delle Entrate.

Ricezione dell’Avviso Bonario

L’avviso contiene istruzioni dettagliate sul tributo contestato e sull’importo da versare con il codice tributo 9001 nel modello F24. Spesso, tali comunicazioni derivano da errori o detrazioni fiscali errate.

Vantaggi del Codice Tributo 9001

L’utilizzo del codice tributo 9001 offre una sanzione ridotta del 33% rispetto a quella ordinaria. Questo rappresenta un incentivo significativo per coloro che decidono di regolarizzare la propria situazione fiscale.

Procedura di Pagamento con Modello F24

Se si opta per il pagamento, è fondamentale effettuarlo entro 30 giorni dal ricevimento dell’avviso bonario. Il modello F24 diventa lo strumento principale, e il codice tributo 9001 assicura un corretto inoltro del versamento.

Rateizzazione dell’Importo

Per coloro che preferiscono una soluzione dilazionata, è possibile rateizzare l’importo. Tuttavia, è importante notare il numero massimo di rate consentite, che varia in base all’importo da saldare.

Interessi di Dilazione: Codice Tributo 9002

La scelta della rateizzazione comporta l’obbligo di versare interessi di dilazione. Il codice tributo 9002 è dedicato a questo scopo, e il primo versamento deve avvenire entro 30 giorni.

Opzione di Autotutela

In caso di errori nelle procedure di accertamento, è possibile comunicare all’Agenzia delle Entrate attraverso diversi canali, garantendo un’opportunità di correzione.

Codice tributo 9001 CONTROLLI DA 36 BIS

L’Agenzia  della Entrate effettua periodicamente dei controlli per verificare se le dichiarazioni dei redditi sono state fatte nel modo corretto.

Gli uffici dell’AeE ricevono la documentazione inviate dai cittadini, questi vengono controllati per vedere se tutte le somme riportare sono corrette o meno. Nel caso in vengano evidenziati errori, l’Agenzia delle Entrate invia una lettera  in cui è indicato il debito che il contribuente è tenuto a versare per correggere le eventuali cifre sbagliate, indicando per l’appunto il codice tributo 9001.

Il contribuente che riceve tale comunicazione può decidere di comportarsi in due modi diversi:

Procede con il pagamento

Inoltra una contestazione in caso sia stato ravvisato qualche errore. In tal caso il contribuente dovrà produrre all’AdE e i documenti necessari che provino la correttezza della sua dichiarazione.

Quando si versa il tributo 9001?

Se il contribuente ritiene corretta la richiesta della AdE  ha 30 giorni  di tempo per procedere con il pagamento.  Nel qual caso può anche usufruire  di una riduzione fino a un terzo complessivo su quanto dovuto.

Come si versa il tributo 9001?

L F24 si può trovare negli uffici postali, in banca, oppure può essere scaricato dal sito dell’Agenzia delle Entrate o ancora può essere compilato online tramite il servizio di home banking.

Sezione modello F24 da compilare: ERARIO

Bullnbear

Come compilare il modulo F24 tributo 9001

Per procedere con il pagamento è necessario inserire il codice tributo 9001 nella la compilazione del modulo F24. 

Qual’ è la differenza tra il codice tributo 9001 e il tributo 9002?

La differenza che sussiste tra il codice tributo 9001 e il codice 9002 e che Il primo va usato se si voule pagare il debito in un’unica rata. Se invece si intende pagare in più rate, allora dovete usare  anche il codice tributo 9002  che rappresenta la quota di interessi da versare . Questa è la differenza sostanziale tra i due codici.

Codice tributo 9001 ravvedimento: sanzioni e interessi

In base alla tipologia di avviso ricevuto e da ravvedere sono stati introdotti i seguiti codici tributo per le sanzioni e per gli interessi:

8929 – Ravvedimento su importi rateizzati a seguito dei controlli automatizzati effettuati ai sensi degli artt. 36-bis dPR n. 600/73 e 54-bis dPR n. 633/72- art. 3-bis,c. 4bis, d.lgs. n. 462/97 – SANZIONE
1980 – Ravvedimento su importi rateizzati a seguito dei controlli automatizzati effettuati ai sensi degli artt. 36-bis dPR n. 600/73 e 54-bis dPR n. 633/72- art. 3-bis,c. 4bis, d.lgs. n. 462/97 – INTERESSI
8931 – Ravvedimento su importi rateizzati a seguito della liquidazione delle imposte sui redditi soggetti a tassazione separata relativi ad indennità di fine rapporto di lavoro dipendente e alle prestazioni in forma di capitale- art. 3-bis,c. 4bis, d.lgs. n. 462/97 – SANZIONE
1981 – Ravvedimento su importi rateizzati a seguito della liquidazione delle imposte sui redditi soggetti a tassazione separata relativi ad indennità di fine rapporto di lavoro dipendente e alle prestazioni in forma di capitale – art. 3-bis,c. 4bis, d.lgs. n. 462/97 -INTERESSI
8932 – Ravvedimento su importi rateizzati a seguito della liquidazione delle imposte sui redditi relative ad arretrati e simili – art. 3-bis,c. 4bis, d.lgs. n. 462/97 – SANZIONE
1982 – Ravvedimento su importi rateizzati a seguito della liquidazione delle imposte sui redditi relative ad arretrati e simili – art. 3-bis,c. 4bis, d.lgs. n. 462/97 – INTERESSI
8933 – Ravvedimento su importi rateizzati a seguito dei controlli formali effettuati ai sensi dell’art. 36-ter dPR n. 600/73 – art. 3-bis,c. 4bis, d.lgs. n. 462/97 – SANZIONE
1983 – Ravvedimento su importi rateizzati a seguito dei controlli formali effettuati ai sensi dell’art. 36-ter dPR n. 600/73 – art. 3-bis,c. 4bis, d.lgs. n. 462/97 – INTERESSI.

Come si versa il tributo 9001?

Per mezzo del servizio presente nell’area riservata del soggetto passivo IVA presente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate Modello F24 con modalità telematiche, direttamente oppure tramite intermediario (nel caso di utilizzo di crediti in compensazione di cui alla risoluzione n. 110/E del 31/12/2019, oppure in caso di modello F24 a saldo zero, il modello F24 deve essere presentato esclusivamente utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dellAgenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel; negli altri casi, il modello F24 può essere presentato anche mediante i servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e altri prestatori di servizi di pagamento convenzionati con l’Agenzia delle Entrate).

Come compilare i campi dell’ F24

Importo: 1200,00 Euro
Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento: 2024
Codice dell’Ufficio legale:  
Codice dell’atto oggetto di definizione : 31150851314

.

 

SEZIONE ERARIO
IMPOSTE DIRETTE – IVA
RITENUTE ALLA FONTE
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI
codice tributo   rateazione/regione/
prov./mese rif.
  anno di
riferimento
  importi a debito
versati
  importi a credito
compensati
  SALDO (A – B)
(1) 9001 (2)   (3) 2024 (4) 1200,00 (5)  
             
             
             
             
             
codice ufficio   codice atto             TOTALE    A (6)   B (7)   (8)  
(9)     (10) 31150851314  

.

 

1) codice tributo: indicare 9001
(2) rateazione/regione/prov/mese rif: non compilare
(3) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nell’esempio 2024
(4) importi a debito versati: indicare l’importo a debito, nell’esempio 1200,00
(5) importi a credito compensati: non compilare
(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: codice dell’atto oggetto di definizione, nell’esempio 31150851314

Conclusioni

Affrontare il codice tributo 9001 richiede una comprensione approfondita delle procedure e delle opzioni disponibili. Seguire le istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate e utilizzare il modello F24 correttamente ti permetterà di gestire in modo efficace la situazione fiscale.

FAQ – Domande Frequenti

Posso ignorare un avviso bonario dell’Agenzia delle Entrate?

Ignorare un avviso bonario può portare a sanzioni più gravi. È consigliabile affrontare la situazione tempestivamente.

Cosa succede se non pago entro 30 giorni?

Superare la scadenza dei 30 giorni può comportare ulteriori sanzioni e interessi di mora.

Quali sono i canali per la comunicazione in autotutela?

È possibile comunicare in autotutela presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate, via Pec o tramite il Centro assistenza multicanale.

Altri articoli correlati interessanti

Codici Tributo in ordine progressivo

Nuovi codici natura

Ravvedimento Operoso Online

 

 

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici