Bonus

Incentivi auto 2024: quali sono, a chi spettano e come funzionano

Ecco quali sono e come funzionano gli incentivi auto 2024 per chi acquista veicoli a basso impatto ambientale. Contributi anche per scooter e moto ecologiche.

Diversi incentivi auto sono disponibili nel 2024 per sostenere l’acquisto di nuovi veicoli.

Come annunciato dal Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, gli sconti fino a 13.750 euro riguardano soprattutto auto elettriche, ibride plug-in, ibride e vetture a combustione, sia con che senza rottamazione.

Inoltre, è confermato il leasing sociale per chi stipula contratti di noleggio a lungo termine con auto ecologiche.

In questa guida, spieghiamo cosa sono, a chi spettano e come funzionano gli incentivi auto 2024.

COSA SONO GLI INCENTIVI AUTO 2024

Gli incentivi auto 2024 sono sconti dedicati a chi acquista una nuova auto a basso impatto ambientale. Questi contributi hanno entità diverse, fino a un massimo di 13.750 euro, variabili in base alle condizioni economiche e al modello di auto in questione.

Tra gli incentivi auto 2024 è previsto anche il leasing sociale, un nuovo meccanismo incentivante dedicato a chi noleggia a lungo termine un veicolo elettrico o a basso impatto ambientale, a un prezzo ridotto, grazie al contributo statale.

Resta da attendere la conferma ufficiale attraverso il DPCM che dovrebbe essere pronto entro la fine di gennaio 2024 e dovrebbe coinvolgere non solo le auto, ma anche veicoli commerciali e moto. Infatti, è prevista l’approvazione di un bonus fino a un massimo di 4.000 euro per moto, scooter, tricicli e quadricicli. E noi vi aggiorneremo.

Intanto, vediamo qual è la platea di riferimento e quali sono gli incentivi auto previsti nel 2024.

A CHI SI RIVOLGONO

Gli incentivi 2024 si rivolgono a persone fisiche e giuridiche che comprano auto nuove a basso impatto ambientale, con o senza contestuale rottamazione. In particolare, si tratta di:

  • Tutte le persone giuridiche, a esclusione di quelle che esercitano attività rientranti nel codice ATECO 45.11.0 “Commercio di autovetture e di autoveicoli leggeri”, cui criteri economici di accesso verranno definiti da apposito decreto, su cui vi aggiorneremo.
  • Persone fisiche con ISEE inferiore a 30.000 euro.

Hanno diritto al “leasing sociale” sperimentale, invece, le persone fisiche che stipulano contratti di noleggio a lungo termine per almeno 3 anni su veicoli agevolabili con l’ecobonus. La sperimentazione – come vi spieghiamo in questo articolo – potrebbe essere rivolta anche ai taxi o a chi compra in leasing. Nel caso, vi faremo sapere.

QUALI SONO GLI INCENTIVI AUTO 2024

Ecco un elenco, dettagliato ma schematico, che presenta quali sono i nuovi incentivi, in attesa di conferma, come indicato dal Ministero.

  1. INCENTIVI PERSONE FISICHE E GIURIDICHE Per tutte le persone fisiche e giuridiche, a esclusione di quelle che esercitano attività rientranti nel codice ATECO 45.11.0 “Commercio di autovetture e di autoveicoli leggeri”, gli incentivi per l’acquisto di veicoli M1 senza contestuale rottamazione sono i seguenti:
  • 6.000 euro per la fascia 0-20 grammi CO2;
  • 4.000 euro per la fascia 21-60 grammi CO2 (ibride plug in).

Per la stessa platea, gli incentivi per l’acquisto di veicoli M1 con contestuale rottamazione sono i seguenti:

  • 11.000 euro per la fascia 0-20 grammi CO2 con rottamazione veicolo fino a Euro 2, 10.000 euro con rottamazione veicolo fino a Euro 3, 9.000 euro con rottamazione veicolo fino a Euro 4;

  • 8.000 euro per la fascia 21-60 grammi CO2 (ibride plug in) con rottamazione veicolo fino a Euro 2, 6.000 euro con rottamazione veicolo fino a Euro 3, 5.500 euro con rottamazione veicolo fino a Euro 4.

  • 7.500 euro per la fascia 0-20 grammi CO2;

  • 5.000 euro per la fascia 21-60 grammi CO2 (ibride plug in).

Per la stessa platea, gli incentivi per l’acquisto di veicoli M1 con contestuale rottamazione sono i seguenti:

  • 13.750 euro per la fascia 0-20 grammi CO2 con rottamazione veicolo fino a Euro 2, 12.500 euro con rottamazione veicolo fino a Euro 3, 11.250 euro con rottamazione veicolo fino a Euro 4;
  • 10.000 euro per la fascia 21-60 grammi CO2 (ibride plug in) con rottamazione veicolo fino a Euro 2, 7.500 euro con rottamazione veicolo fino a Euro 3, 6.875 euro con rottamazione veicolo fino a Euro 4.
  1. INCENTIVI SOLO PER PERSONE FISICHE Per tutte le persone fisiche (senza limiti ISEE), gli incentivi per l’acquisto di veicoli M1 per la fascia 61-135 grammi CO2 senza contestuale rottamazione non sono disponibili.

Per la stessa platea, gli incentivi per l’acquisto di veicoli M1 per la fascia 61-135 grammi CO2 con contestuale rottamazione sono i seguenti:

  • 3.000 euro con rottamazione veicolo fino a Euro 2;
  • 2.000 euro con rottamazione veicolo fino a Euro 3;
  • 1.500 euro con rottamazione veicolo fino a Euro 4.

LIMITE MASSIMO DI SPESA

Il Ministero ha annunciato che sarà stabilita una soglia massima di spesa variabile, cioè pari a:

  • 35.000 euro, IVA esclusa, per veicoli elettrici e quelli nella fascia di emissioni 0-20 o 61-135 grammi di CO2;
  • 45.000 euro, IVA esclusa, per veicoli con emissioni nella fascia 21-60 grammi di CO2.

I limiti sono uguali per tutti i beneficiari degli incentivi.

QUANDO PARTONO GLI INCENTIVI AUTO 2024

La data di attivazione degli incentivi auto 2024 è prevista con l’entrata in vigore del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) tra la metà di gennaio e i primi di febbraio 2024.

COME RICHIEDERE GLI INCENTIVI AUTO 2024

Le modalità di richiesta per gli incentivi auto 2024 non sono state ancora rese note, ma dovrebbero essere identiche a quelle che erano valide fino a fine 2023. La domanda dovrà essere presentata online tramite la citata piattaforma Ecobonus – la cui versione aggiornata dovrebbe essere pronta entro febbraio 2024 – seguendo i seguenti passaggi:

  • Registrazione sulla piattaforma;
  • Prenotazione dei contributi;
  • Corresponsione dei contributi;
  • Rimborso al venditore;
  • Recupero del contributo.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo la lettura della guida sul bonus retrofit elettrico e il bonus veicoli sicuri. Da consultare anche l’articolo sul Decreto RC auto e quello sul bonus colonnine elettriche private per ricaricare i veicoli green.

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici