Bull N Bear

YouTube sulle CTV: arrivano gli Shorts, meno interruzioni pubblicitarie ma più lunghe.

Preso atto dei risultati dei primi test condotti a settembre, YouTube ha annunciato una significativa modifica all’esperienza pubblicitaria sulla piattaforma per chi guarda i contenuti attraverso smart TV in tutto il mondo. L’obiettivo è migliorare la fruizione degli annunci pubblicitari, riducendo il numero di interruzioni e aumentando la durata complessiva degli spot.

La decisione di allungare la durata degli annunci è stata supportata da ricerche condotte in collaborazione con Nielsen, che hanno rivelato che la maggior parte degli utenti preferisce annunci pubblicitari più lunghi ma raggruppati in meno interruzioni durante la visione di un video. Questo approccio ha già dimostrato di avere successo nei test iniziali, registrando un aumento del 29% nella durata complessiva della visione.

Al momento, non è ancora chiaro quanto dureranno esattamente i nuovi “break di YouTube”, ma è probabile che saranno caratterizzati da una maggiore flessibilità nel “skippare” gli annunci, consentendo agli utenti di saltare gli spot dopo un periodo più lungo rispetto ai tradizionali 5-10 secondi.

Un’altra novità importante è la trasparenza fornita durante i passaggi pubblicitari. YouTube introdurrà un indicatore visibile del tempo rimanente per la visualizzazione dell’annuncio o prima dello “skip”, fornendo agli utenti un maggiore controllo sulla loro esperienza di visualizzazione.

Parallelamente a questa modifica, YouTube ha annunciato l’estensione del formato “Shorts” alle smart TV connesse. Inizialmente concepito per mobile e web, il formato Shorts ha ottenuto risultati positivi nel corso dell’anno, registrando un aumento delle visualizzazioni del 100% da gennaio a settembre. Ora, YouTube mira a fornire ai brand un nuovo canale di comunicazione attraverso le smart TV, consentendo agli spettatori di bypassare gli annunci Shorts utilizzando il telecomando del proprio apparecchio televisivo.

Questa mossa strategica evidenzia l’importanza crescente di YouTube nel panorama pubblicitario, con la piattaforma che ha contribuito in modo significativo ai risultati finanziari di Alphabet, la società madre di Google. Nel terzo trimestre dell’anno, YouTube ha generato un fatturato pubblicitario di quasi 8 miliardi di dollari, rappresentando un aumento del 12,5%.

In conclusione, YouTube sta cercando di migliorare l’esperienza pubblicitaria sulla piattaforma, adattandosi alle preferenze degli utenti e offrendo nuove opportunità di comunicazione ai brand. Con l’implementazione di questi cambiamenti, YouTube mira a mantenere la sua posizione di riferimento nel settore dello streaming video, offrendo un equilibrio ottimale tra contenuti e annunci pubblicitari.

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici