Econimia Salute

La Rivoluzione della Telemedicina in Italia: Partenza a Gennaio con il 50% delle Farmacie Coinvolte

La sanità italiana sta per abbracciare una trasformazione epocale con l’introduzione della piattaforma nazionale di telemedicina, programmata per partire a gennaio. Un cambiamento che coinvolgerà il 50% delle farmacie italiane, offrendo servizi come elettrocardiogramma, holter pressorio e spirometria a distanza. Nonostante un inizio senza grande slancio rispetto ad altri paesi europei, la telemedicina sta rapidamente diventando una realtà nella metà delle farmacie italiane.

Obiettivo Ambizioso: 300mila Persone Coinvolte entro il 2025

Il cuore di questa innovazione è l’ambizioso obiettivo di raggiungere 300mila persone entro il 2025 attraverso servizi di telemedicina. La recente rimodulazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) ha sollevato la posta in gioco, con i tecnici dell’Agenas che stanno preparando il collaudo della piattaforma nazionale. Sebbene si preveda un avvio a gennaio, l’operatività completa è stimata per giugno.

La Gara dei 200 Milioni: Rivoluzione dei Dispositivi Medici

Agenas, per il biennio 2024-2025, si pone l’obiettivo di dettare le regole dell’interoperabilità e agevolare i medici fornendo postazioni per la televisita già dal prossimo anno. Una gara imminente di circa 200 milioni sarà lanciata per ottenere i dispositivi necessari, creando connessioni tra centri e promuovendo la conoscenza dei nuovi modelli di cura.

Informazione e Conoscenza: Alla Scoperta della Telemedicina

Con centrali operative territoriali che collegheranno i vari centri, si avvierà un processo informativo per diffondere la conoscenza sui nuovi modelli di cura. Questo approccio mira a colmare il divario tra le disparità territoriali, migliorando l’integrazione tra i servizi sanitari regionali e le piattaforme nazionali, con l’obiettivo di migliorare la qualità clinica e l’accessibilità ai servizi sanitari per i pazienti.

Servizi a Distanza: Elettrocardiogramma, Holter Pressorio e Spirometria

La telemedicina non sarà solo un concetto astratto, ma porterà con sé una serie di servizi pratici e rivoluzionari. Tra questi, l’elettrocardiogramma, l’holter pressorio e la spirometria saranno accessibili a distanza. Un’indagine di Federfarma rivela che oltre il 50% delle farmacie italiane offre servizi di elettrocardiogramma, mentre quasi la metà fornisce holter pressorio e cardiaco. La spirometria, sebbene meno diffusa, ha il potenziale per essere implementata nel 56% delle farmacie.

9mila Farmacie Coinvolte: Un Progetto in Crescita Costante

Questi servizi di telemedicina, che includono telerefertazioni a distanza certificate da medici specialisti, sono già una realtà in oltre 9.000 farmacie in tutto il paese. Inizialmente lanciato nel 2016 con poco più di 2.000 farmacie, il progetto ha registrato un incremento costante, favorito anche dalle misure del PNRR dedicate alle farmacie rurali.

Integrazione Territoriale: Colmare Divari e Migliorare la Qualità Clinica

La piattaforma di telemedicina è concepita per promuovere l’implementazione uniforme dei percorsi di telemedicina su tutto il territorio nazionale. Questo approccio favorirà la presa in carico da parte delle cure territoriali, riducendo le disparità e offrendo maggiore integrazione tra i servizi sanitari regionali e nazionali.

Il Futuro della Medicina: Un’Integrazione con la Medicina del Territorio

L’avvio della piattaforma nazionale di telemedicina rappresenta uno dei passi più attesi verso il futuro della sanità in Italia. Questo processo non si limita a una trasformazione tecnologica ma guarda anche all’integrazione con il rafforzamento della medicina del territorio.

Conclusioni: Un Nuovo Capitolo per la Sanità Italiana

In conclusione, la telemedicina si prepara a varcare una nuova frontiera in Italia. Con la partenza della piattaforma nazionale a gennaio, il nostro sistema sanitario sta per vivere una rivoluzione che promette di avvicinarci a una cura più accessibile, integrata e personalizzata.

FAQ sulla Telemedicina in Italia

Quando partirà effettivamente la piattaforma nazionale di telemedicina?

La piattaforma è prevista per partire a gennaio, ma l’operatività completa è stimata per giugno.

Quanti medici avranno accesso alle postazioni per la televisita?

Agenas mira a facilitare tutti i medici, offrendo loro postazioni per la televisita a partire dal prossimo anno.

Quali servizi di telemedicina saranno disponibili a distanza?

Tra i servizi offerti ci saranno elettrocardiogramma, holter pressorio e spirometria.

Quante farmacie italiane offriranno servizi di telemedicina?

Attualmente, oltre il 50% delle farmacie italiane eroga servizi di telemedicina, con una tendenza in crescita.

Come contribuirà la telemedicina a colmare le disparità territoriali?

La piattaforma mira a promuovere l’implementazione omogenea dei percorsi su tutto il territorio nazionale, migliorando l’accessibilità ai servizi sanitari.

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici