codice tributo 1983

Codice Tributo 1983

Codice tributo 1983 “Ravvedimento su rate omesse di importi rateizzati a seguito dei controlli formali effettuati ai sensi dell’articolo 36-ter DPR n. 600/73 – articolo 3-bis, comma 4-bis, Dlgs n 462/97  INTERESSI“;

Quando si riceve un avviso bonario il contribuente ha la facoltà di scelta tra il pagamento immediato e quello dilazionato, subordinato unicamente al rispetto della condizione di versamento della prima rata nel termine entro 30 giorni dalla notifica dell’avviso cartaceo, oppure di 90 giorni dalla formazione dell’avviso telematico ove si sia optato per tale scelta nel modello Unico. Chi non versa entro tale scadenza perde la possibilità di godere della riduzione delle sanzioni al 10% e del beneficio del pagamento dilazionato.

Se la prima rata risulta pagata, i benefici risultano accordati ma alla condizione che il contribuente effettui i pagamenti delle rate successive alla prima.

Il fisco tollera ritardi “minimi”, non eccedenti il termine di versamento della rata successiva a quella non versata; poiché le scadenze sono trimestrali, il ritardo massimo tollerato quindi è pari a tale periodo temporale. Se non si provvedesse al versamento (sia pure tardivo) entro tale scadenza, la rateazione decade con l’applicazione delle sanzioni piene che verranno comminate per il mancato versamento del tributo.
Pertanto nel caso di ritardo di versamento delle rate successive alla prima, si potrà applicare al ritardo l’istituto del ravvedimento.

I codici tributo da utilizzare approvati con risoluzione n. 132/E del 29/11/2011:
• Codice  tributo 8933 per la sanzione;
• Codice  tributo 1983 per gli interessi.

La sanzione va applicata nella misura prevista per il ravvedimento in generale (per i versamenti effettuati con un ritardo non superiore a 15 giorni, la sanzione è dello 0,2% per ogni giorno, dal 16° al 30° giorno la sanzione è del 3%, oltre i 30 giorni la sanzione sale al 3,75%) da applicarsi sull’importo originariamente contraddistinto dal codice tributo 9001 sulla delega non tempestivamente versata, esponendola sul modello con il codice 1983;

Gli interessi a partire dal gennaio 2023 vanno applicati nella misura pari all’1,5% annuo, calcolati sui giorni di ritardo e rapportati alla somma complessiva della originaria.

Altri codici tributo

Tributo 1932: Interessi Aerotaxi

Addentrandoci nell’ambito dell’aerotaxi, il Tributo 1932 svela il mondo degli interessi legati al ravvedimento operoso secondo l’articolo 13 del d.lgs. 472/1997.

Tributo 1980: Ravvedimento Controllo Automatico

Esplora il Tributo 1980, dove il ravvedimento operoso entra in gioco per importi soggetti a controlli automatizzati. Impara a navigare in questo intricato processo con un esempio passo-passo.

Tributo 1983: Ravvedimento Controllo Formale

Approfondisci il Tributo 1983, dove i meccanismi di controllo formale scatenano la necessità del ravvedimento operoso. Scopri i dettagli di questo processo e proteggiti da possibili insidie.

Esempio: Evita errori comuni consultando questo esempio dettagliato sulla compilazione del Tributo 1983.

Tributo 8911: Sanzioni Pecuniarie per Violazioni

Sblocca il mondo delle sanzioni pecuniarie attraverso il Tributo 8911, affrontando violazioni legate alle imposte sul reddito, imposte sostitutive, IRAP e IVA.

Tributo 8924: Sanzioni per Dichiarazioni in Ritardo

Il Tributo 8924 porta alla luce le sanzioni imposte per dichiarazioni in ritardo o omesse da parte di individui designati. Naviga tra le sfumature con un esempio passo-passo.

Tributo 8925: Sanzioni per Assistenza Fiscale Ingannevole

Svelando le sanzioni per il rilascio ingannevole di visti di conformità e asseverazioni, il Tributo 8925 fa luce sulle violazioni commesse dai sostituti nelle attività di assistenza fiscale.

Tributo 8929: Sanzioni Ravvedimento Controllo Automatico

Il Tributo 8929 ti guida nel mondo delle sanzioni legate al controllo automatico, offrendo una guida completa sul ravvedimento operoso per importi rateizzati.

Tributo 8933: Sanzioni Ravvedimento Controllo Formale

Comprendi le implicazioni dei meccanismi di controllo formale con il Tributo 8933. Approfondisci le sfumature del ravvedimento operoso per importi rateizzati a seguito di controlli formali.

Come si versa il tributo 1983?

Per mezzo del servizio presente nell’area riservata del soggetto passivo IVA presente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate Modello F24 con modalità telematiche, direttamente oppure tramite intermediario (nel caso di utilizzo di crediti in compensazione di cui alla risoluzione n. 110/E del 31/12/2019, oppure in caso di modello F24 a saldo zero, il modello F24 deve essere presentato esclusivamente utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel; negli altri casi, il modello F24 può essere presentato anche mediante i servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e altri prestatori di servizi di pagamento convenzionati con l’Agenzia delle Entrate).

Sezione modello F24 da compilare: ERARIO

 

Come compilare il modulo F24 tributo 1983

Importo: 4.000,00 Euro
Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento: 2023
Codice atto oggetto di definizione 0106830023

.

SEZIONE ERARIO
IMPOSTE DIRETTE – IVA
RITENUTE ALLA FONTE
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI
codice tributo   rateazione/regione/
prov./mese rif.
  anno di
riferimento
  importi a debito
versati
  importi a credito
compensati
  SALDO (A – B)
(1) 1983 (2)                  (3) 2023 (4) 4000 (5)  
             
             
             
             
             
codice ufficio   codice atto             TOTALE    A (6)   B (7)   (8)  
(9)     (10) 0106830023    

.

Come compilare i campi dell’ F24

(1) codice tributo: indicare 1983
(2) rateazione/regione/prov/mese rif: non compilare
(3) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nell’esempio 2023
(4) importi a debito versati: indicare l’importo a debito, nell’esempio 4.000,00
(5) importi a credito compensati: non compilare
(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: Codice atto oggetto di definizione 01068360023

Altri articoli correlati interessanti

Mancato pagamento della prima rata del rateizzo

Codici Tributo in ordine progressivo

Nuovi codici natura

Ravvedimento Operoso Online

 

 

 

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici

Privacy Policy Cookie Policy