E-Commerce

Vinted o Temu? Comprendere l’Eco-Divide nel Mondo dell’E-commerce

Nel sempre mutante panorama dell’e-commerce emergono due tendenze prominenti, ognuna che tira in direzioni opposte. Da un lato, la crescita del mercato dell’usato, promosso da piattaforme come Vinted e Wallapop, mette in luce il riciclo e la sostenibilità. Dall’altro lato, l’ascesa della moda veloce e del consumo rapido, guidata da siti come Shein e, soprattutto, Temu, domina le classifiche delle vendite.

La Dicotomia dell’E-commerce

Queste tendenze emergono nella mappa globale dei mercati creata dalla startup italiana Yocabè, nota per assistere le aziende nell’ottimizzazione della loro presenza su piattaforme come Zalando, Amazon, Privalia ed eBay. Attualmente, Temu supera Vinted, sollevando interrogativi sulla longevità di questa tendenza.

I Trionfi e le Tribolazioni di Vinted

Tra le piattaforme di recommerce, focalizzate su abbigliamento di seconda mano e beni, Vinted si distingue come la più popolare. Dal suo arrivo in Italia nel 2020, vanta una media di 5,8 milioni di visite mensili, che crescono a quasi 26 milioni in Francia, dove registra il maggior coinvolgimento.

Tuttavia, Vinted incontra sfide in Spagna, dove Wallapop prospera con quasi 22 milioni di visite mensili. Globalmente, gli Stati Uniti emergono come il punto caldo per le ricerche di prodotti di seconda mano, con piattaforme come Poshmark, Thredup e Therealreal che attirano visite mensili consistenti.

La Conquista Globale di Temu

Temu, una piattaforma cinese, scompagina la narrazione. Debuttando negli Stati Uniti nel 2022 (con 105 milioni di visite mensili) e in Europa nel 2023, il modello di consumo rapido di Temu si contrappone nettamente al desiderio di prolungare il ciclo di vita dei prodotti. Temu supera Vinted in Germania e nel Regno Unito, rimanendo un formidabile concorrente anche in Francia.

Negli Stati Uniti, si assiste a un conflitto tra realtà opposte, con la sostenibilità dei beni usati e i risparmi offerti da Temu che trionfano a livello globale. In particolare, l’app di Temu registra un significativo numero di download, con il 27% che si verifica negli Stati Uniti, e la piattaforma registra una media di quasi 105 milioni di visite mensili.

Il Paesaggio dell’E-commerce in Italia

Anche l’Italia sperimenta l’impatto di queste tendenze contrastanti. Temu si posiziona appena al di fuori delle prime tre piattaforme più frequentate, con una media di 14 milioni di visite mensili. Supera Zalando, che ha guadagnato popolarità l’anno precedente, spingendo Manomano fuori dalle prime cinque e, notevolmente, raddoppiando il traffico di Vinted.

In un’insolita svolta, l’Italia contrasta la tendenza globale al declino delle visite, in particolare in Europa. Il 2023 è proiettato a chiudersi con un aumento del 13% negli acquisti online, superando Francia (+3%) e Spagna (+11%). Secondo l’Osservatorio Ecommerce del Politecnico di Milano, la penetrazione online in Italia è al 12%, con previsioni di crescita del 13% entro la fine del 2023, raggiungendo i 54 miliardi di euro.

La Scena Italiana degli Acquisti Online Crescita in Mezzo alle Contrazioni

Contrariamente alla frenata generale della crescita nel 2022, settori specifici come abbigliamento, bellezza e tecnologia registrano un aumento di circa il 10%. Il rapporto Digital 2023 di We Are Social rivela che il 73,45% degli utenti italiani spende 16,5 miliardi di dollari in abbigliamento (in aumento del 4,6%), 9,98 miliardi in elettronica (in calo del 14,9%) e 5,94 miliardi in prodotti per la cura personale e per la casa (in calo dello 0,6%). Statista prevede che entro il 2027, il settore dell’e-commerce moda in Italia raggiungerà i 31,3 miliardi di dollari, avvicinandosi ai 10 miliardi di dollari nel settore della bellezza.

Abitudini di Acquisto Online

Il rapporto esplora anche le abitudini di acquisto degli italiani. Gli acquisti online costituiscono il 12% degli acquisti totali, rimanendo stabile dal 2022. Tuttavia, la proiezione per la fine del 2023 prevede un aumento del 13%, raggiungendo i 54 miliardi di euro.

Concusione:

Una Divergenza nei Percorsi dei Consumatori
Con l’evolversi del panorama dell’e-commerce, la divergenza tra lo shopping sostenibile di seconda mano e il consumo rapido diventa sempre più evidente. Vinted e Temu incarnano queste tendenze contrastanti, ciascuna rivolta a un pubblico distinto. La domanda rimane: quanto durerà la dominanza di Temu e può Vinted adattarsi ai cambiamenti delle preferenze dei consumatori?

FAQs

Quale piattaforma di e-commerce è più sostenibile, Vinted o Temu?

Entrambe le piattaforme hanno i loro meriti, con Vinted che enfatizza beni di seconda mano e Temu che guida nel consumo rapido. La scelta dipende dalle preferenze individuali per la sostenibilità.

Perché Temu sta superando Vinted in alcuni mercati?

Il modello di consumo rapido di Temu risuona con i consumatori che cercano rapidamente le ultime tendenze. Vinted, focalizzato su articoli di seconda mano, affronta una forte concorrenza in questo spazio.

Come fa l’Italia a sfidare la tendenza al declino delle visite online?

L’Italia proietta un aumento del 13% negli acquisti online, contrariamente alla tendenza globale di calo delle visite, soprattutto in Europa. Questo è attribuito a un crescente interesse in settori specifici come abbigliamento, bellezza e tecnologia.

Quali settori stanno trainando la crescita online in Italia?

Abbigliamento, bellezza e tecnologia sono i principali settori che registrano una crescita, contribuendo alla tendenza complessivamente positiva nel panorama dell’e-commerce italiano.

Che futuro attende il settore dell’e-commerce moda in Italia?

Si prevede una crescita significativa, con il settore dell’e-commerce moda italiano che dovrebbe raggiungere i 31,3 miliardi di dollari entro il 2027, sottolineando un futuro promettente per il settore.

Conclusione: Una Divergenza nei Percorsi dei Consumatori

Mentre il panorama dell’e-commerce evolve, la divergenza tra lo shopping sostenibile di seconda mano e il consumo rapido diventa sempre più evidente. Vinted e Temu incarnano queste tendenze contrastanti, ciascuna rivolta a un pubblico distinto. La domanda rimane: quanto durerà la dominanza di Temu e può Vinted adattarsi ai cambiamenti delle preferenze dei consumatori?

 

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici