codice tributo 6938

Investimenti in Ricerca e Sviluppo: Sfrutta al Massimo il Tuo Credito d’Imposta

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n 13/E del 1 marzo, ha introdotto nuovi codici tributo, facilitando l’utilizzo del credito d’imposta per investimenti in ricerca e sviluppo, transizione ecologica e innovazione tecnologica 4.0. Ecco una guida dettagliata su come sfruttare al meglio questi nuovi strumenti.

Risoluzione n 13/E dell’Agenzia delle Entrate

La Risoluzione n 13/E è un passo significativo per semplificare l’utilizzo del credito d’imposta. Essa istituisce chiaramente i codici tributo da utilizzare nel modello di pagamento F24, offrendo maggiore chiarezza e facilità nella gestione dei crediti.

I Codici Tributo e le Loro Specifiche

I tre principali codici tributo, “6938,” “6939,” e “6940,” coprono una vasta gamma di attività, dalle innovazioni tecnologiche alle transizioni ecologiche. Comprendere le specifiche di ciascun codice è fondamentale per un corretto utilizzo del credito d’imposta.

Compilazione del Modello di Pagamento F24

La corretta compilazione del modello F24 è cruciale per garantire che i crediti siano utilizzati correttamente. I codici tributo devono essere inseriti nella sezione “Erario,” rispettando le indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate.

Utilizzo dei Codici “6939” e “6940”

È importante notare che i codici “6939” e “6940” sono destinati esclusivamente per compensare il maggior credito d’imposta nelle regioni del Mezzogiorno e del sisma centro Italia, offrendo un supporto mirato a queste aree.

Scadenze e Modalità di Utilizzo

La Risoluzione specifica le modalità di utilizzo dei codici tributo, comprese le scadenze e il corretto inserimento dell’anno di riferimento. Seguire attentamente queste indicazioni è cruciale per evitare problemi durante la compensazione.

Credito d’Imposta: Contesto Legislativo

Il Credito d’Imposta è una misura introdotta dalla legge di bilancio 2020 per potenziare la competitività delle aziende italiane. La sua evoluzione attraverso gli interventi legislativi successivi evidenzia il suo impatto positivo sul panorama economico.

Proroga del Credito d’Imposta

La recente proroga del Credito d’Imposta fino al 31 dicembre 2023 offre alle aziende un’ulteriore finestra temporale per beneficiare di questa agevolazione. Le modifiche alle aliquote agevolative aumentano ulteriormente l’attrattiva del credito.

Origini dei Codici “6939” e “6940”

L’origine dei codici “6939” e “6940” risale all’articolo 244, comma 1, del decreto legge n. 34/2020. Questi codici mirano a favorire l’avanzamento tecnologico e gli investimenti in ricerca e sviluppo nelle regioni specifiche, contribuendo così allo sviluppo economico di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, nonché nelle regioni Lazio, Marche e Umbria colpite dal sisma del 2016 e 2017.

Aumento dell’Agevolazione per Grandi, Medie e Piccole Imprese

L’incremento delle aliquote agevolative offre opportunità significative per le imprese di diverse dimensioni. Le grandi imprese, occupanti almeno 250 persone con un fatturato annuo di almeno 50 milioni di euro, godono ora di un’agevolazione dal 12 al 25%. Le medie imprese, con almeno 50 dipendenti e un fatturato di almeno 10 milioni di euro, possono beneficiare di un’agevolazione dal 12 al 35%. Le piccole imprese, con meno di 50 dipendenti e un fatturato annuo inferiore a 10 milioni di euro, possono addirittura usufruire di un’agevolazione dal 12 al 45%.

Incremento per Investimenti nelle Regioni Specifiche

L’agevolazione aggiuntiva per gli investimenti nelle regioni specifiche, come Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Lazio, Marche e Umbria, è una mossa strategica per incentivare la crescita economica in queste aree. L’incremento è riconosciuto anche per gli anni 2021 e 2023, confermando l’impegno a lungo termine verso lo sviluppo sostenibile.

Prospettive Future

Con la proroga del Credito d’Imposta fino al 2023 e gli incrementi significativi, si prospettano opportunità considerevoli per le imprese che intendono investire in ricerca e sviluppo. Le prospettive future potrebbero vedere ulteriori aggiornamenti normativi per adattarsi alle dinamiche del mercato e garantire un ambiente favorevole all’innovazione.

Pacchetto Credito d’Imposta Ricerca e Sviluppo

Per agevolare ulteriormente le imprese, è disponibile il pacchetto “Credito d’Imposta Ricerca e Sviluppo.” Questo pacchetto comprende un eBook informativo e un foglio Excel per il calcolo preciso del credito d’imposta spettante per le attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, transizione ecologica e/o innovazione digitale 4.0, design e ideazione estetica.

Kit per Revisori

I revisori possono beneficiare del “Kit Operativo di Supporto.” Questo kit fornisce strumenti essenziali per la certificazione del credito d’imposta, garantendo che il processo di revisione sia efficiente e accurato.

Allegato: Risoluzione Agenzia delle Entrate

L’allegato alla Risoluzione Agenzia delle Entrate del 01.03.2021 n. 13 fornisce ulteriori dettagli e chiarimenti. Consultare questo documento per una comprensione approfondita delle disposizioni normative.

Codice Tributo 6938

Codice tributo 6938 Imposta su investimenti in ricerca e sviluppo, transizione ecologica, innovazione tecnologica 4.0 e altre attività innovative art. 1, c. 198 e ss., legge n. 160 del 2019.

 Il credito d’imposta R&S&I, previsto per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019 e fino a quello in corso al 31 dicembre 2023, per gli investimenti in:
 ricerca e sviluppo,
transizione ecologica,
-innovazione tecnologica 4.0 e in altre attività innovative è una agevolazione introdotta dalla legge di bilancio 2020 (articolo 1, commi da 199 a 206), modificata dalla legge di Bilancio 2021, per aumentare la competitività delle aziende italiane.

L’ultimo intervento legislativo ha prorogato fino al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2023 il credito d’imposta, incrementato le aliquote agevolative e l’importo massimo spettante.
Per quanto riguarda invece:

il credito d’imposta investimenti in ricerca e sviluppo – Misura incrementale per gli investimenti nelle regioni del Mezzogiorno
il credito d’imposta investimenti in ricerca e sviluppo – Misura incrementale per gli investimenti nelle regioni del sisma centro Italia – art. 244, c. 1, DL n. 34 del 2020

trovano origine nell’articolo 244, comma 1, del decreto legge n. 34/2020 che ha maggiorato il bonus previsto dal comma 200 del Bilancio 2020, inclusi i progetti di ricerca e sviluppo in materia di Covid-19, direttamente relativi a strutture produttive collocate nelle seguenti regioni:

Abruzzo,
Basilicata,
Calabria,
Campania,
Molise,
Puglia,
Sardegna
Sicilia

e nelle regioni Lazio, Marche e Umbria colpite dal sisma del 24 agosto, del 26 e del 30 ottobre 2016 e del 18 gennaio 2017, per favorire l’avanzamento tecnologico dei processi produttivi e gli investimenti in ricerca e sviluppo delle imprese attive nelle suddette regioni.

L’agevolazione è stata aumentata

dal 12 al 25% per le grandi imprese che occupano almeno 250 persone, il cui fatturato annuo è almeno pari a 50 milioni di euro oppure il cui totale di bilancio è almeno pari a 43 milioni di euro,
dal 12 al 35% per le medie imprese, che occupano almeno 50 persone e realizzano un fatturato annuo di almeno 10 milioni di euro,
dal 12 al 45% per le piccole imprese che occupano meno di 50 persone e realizzano un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 10 milioni di euro.

L’incremento per gli investimenti realizzati nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia è riconosciuta anche per gli anni 2021 e 2023.

Si può compensare il tributo 6938?

Il credito d’imposta spettante è utilizzabile esclusivamente in compensazione, in tre quote annuali di pari importo, a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello di maturazione.

6938 Credito d’imposta investimenti in ricerca e sviluppo, transizione ecologica, innovazione tecnologica 4.0 e altre attività innovative – art. 1, c. 198 e ss., legge n. 160 del 2019;
6939  Credito d’imposta investimenti in ricerca e sviluppo – Misura incrementale per gli investimenti nelle regioni del Mezzogiorno – art. 244, c. 1, DL n. 34 del 2020;
6940 Credito d’imposta investimenti in ricerca e sviluppo – Misura incrementale per gli investimenti nelle regioni del sisma centro Italia – art. 244, c. 1, DL n. 34 del 2020.

Quando si paga il tributo 6938?

Entro il 16 aprile invece il Codice tributo 6938 fatta eccezione per la decadenza della data in corrispondenza di un giorno festivo, per cui il termine sarà automaticamente prorogato al giorno lavorativo successivo.

Come si versa il codice tributo 6938? 

Per mezzo del servizio presente nell’area riservata del soggetto passivo IVA presente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate Modello F24 con modalità telematiche, direttamente oppure tramite intermediario (nel caso di utilizzo di crediti in compensazione di cui alla risoluzione n. 110/E del 31/12/2019, oppure in caso di modello F24 a saldo zero, il modello F24 deve essere presentato esclusivamente utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel; negli altri casi, il modello F24 può essere presentato anche mediante i servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e altri prestatori di servizi di pagamento convenzionati con l’Agenzia delle Entrate).

Sezione modello F24 da compilare: ERARIO

 

Come compilare il modulo F24 tributo 6938

IMPORTO A CREDITO

Importo: 4.000,00 Euro
Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento: 2023

.

SEZIONE ERARIO
IMPOSTE DIRETTE – IVA
RITENUTE ALLA FONTE
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI
codice tributo   rateazione/regione/
prov./mese rif.
  anno di
riferimento
  importi a debito
versati
  importi a credito
compensati
  SALDO (A – B)
(1) 6938 (2)                  (3) 2023 (4)   (5) 4000  
             
             
             
             
             
codice ufficio   codice atto             TOTALE    A (6)   B (7)   (8)  
(9)     (10)    

.

Come compilare i campi dell’ F24

(1) codice tributo: indicare 6938
(2) rateazione/regione/prov/mese rif: non compilare
(3) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nell’esempio 2023
(4) importi a debito versati: non compilare
(5) importi a credito compensati: indicare l’importo nl nostro esempio 4000
(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A -TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: non compilare

Altri articoli correlati interessanti

6937 Codice tributo

6936 Codice tributo

Il Codice tributo 6935

Il Codice tributo 6934

Codice tributo 6933

Codice tributo 6932

Codici Tributo in ordine progressivo

Nuovi codici natura

Ravvedimento Operoso Online

 

 

 

 

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici