codice tributo 3925

Codice Tributo 3925

Codice tributo 3925 IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER GLI IMMOBILI AD USO PRODUTTIVO CLASSIFICATI NEL GRUPPO CATASTALE D  STATO

Se sei proprietario di immobili a destinazione produttiva, il Codice Tributo 3925 potrebbe essere una sigla familiare. In questa guida, esploreremo in dettaglio cosa rappresenta questo codice tributo, come compilarlo nel modello F24, e le scadenze da tenere a mente. Inoltre, scoprirai come effettuare il ravvedimento operoso in caso di omissione nel versamento.

Il codice tributo 3925 si riferisce all’IMU da pagare su immobili del gruppo catastale D da versare per una parte al comune e per un’altra allo stato. Per la parte del comune  occorre utilizzare il codice  tributo 3930 mentre per quanto riguarda la parte riservata allo stato occorre utilizzare appunto il codice tributo 3925.

Codice Tributo 3925: Cos’è e a Cosa Si Riferisce

L’Imposta Municipale Unica (IMU) è un tributo patrimoniale che coinvolge proprietari di immobili. Il Codice Tributo 3925 specifica l’IMU per immobili ad uso produttivo nel gruppo catastale D, destinato al pagamento allo Stato. Questo include una varietà di immobili, dai centri industriali agli alberghi, ognuno con la propria destinazione produttiva.

Come verificare la categoria catastale

Per verificare a quale categoria catastale appartiene l’immobile in oggetto è necessario controllare l’atto notarile d’acquisto in cui sono indicati tutti i dati necessari. In alternativa è possibile richiedere la visura catastale ad un commercialista o preso un patronato.

Cos’è l’IMU?

L’IMU è l’imposta Municipale Unica, entrata in vigore nel 2012, in anticipo rispetto alle previsioni. Sostituisce l’ ICI, Imposta Comunale sugli Immobili, che dal 2008 non era più dovuta sulle prime case e relative pertinenze. Al contrario, con l’IMU tornano ad essere tassate anche queste ultime, sebbene in misura inferiore rispetto alle seconde abitazioni.

Calcolo dell’ IMU

Per calcolare l’importo da versare bisogna verificare l’ammontare dell’aliquota applicata nel comune di riferimento e quella da destinare allo stato. Una volta individuati questo due valori si può procedere al calcolo secondo la tabella dei coefficienti moltiplicatori.

Ravvedimento Operoso per il Codice Tributo 3925

Se, per qualsiasi motivo, non hai effettuato il versamento entro le scadenze, è possibile ricorrere al ravvedimento operoso. Questa procedura consente di regolarizzare la situazione e evitare sanzioni più gravi. La tempestività e la correttezza sono ancora una volta fondamentali in questa fase.

Quando si versa il tributo 3925?

È fondamentale rispettare le scadenze per evitare sanzioni. Il pagamento avviene in due fasi: acconto entro il 16 giugno e saldo entro il 16 dicembre, ognuno pari al 50% dell’importo totale. La tempestività nel versamento è cruciale per evitare inconvenienti e penalità.

Tabella dei codici catastali dove trovarla?

Puoi trovare qui la tabella dei codici catastali sul sito dell’ Agenzia Delle Entrate

 Tabella dei Codici Catastali dei Comuni.

Come si versa il tributo 3925?

Per mezzo del servizio presente nell’area riservata del soggetto passivo IVA presente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate Modello F24 con modalità telematiche, direttamente oppure tramite intermediario (nel caso di utilizzo di crediti in compensazione di cui alla risoluzione n. 110/E del 31/12/2019, oppure in caso di modello F24 a saldo zero, il modello F24 deve essere presentato esclusivamente utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel; negli altri casi, il modello F24 può essere presentato anche mediante i servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e altri prestatori di servizi di pagamento convenzionati con l’Agenzia delle Entrate).

Sezione modello F24 da compilare: IMU e altri Tributi Locali

 

Come compilare il modulo F24 tributo 3925

I passaggi da seguire sono:

Indicare il numero di immobili nella casella;
Nel campo “anno di riferimento” è necessario indicare l’anno d’imposta a cui fa riferimento il versamento. Nel caso si tratta di un ravvedimento, indicare l’anno in cui l’imposta sarebbe dovuta essere stata regolarmente versata.

Importo:1000 Euro
Anno di imposta:2023
Comune competente per l’imposta :Modena
Numero immobili:2

.

SEZIONE IMU ED ALTRI TRIBUTI LOCALIId Operazione 
codice ente/
Ravv
Imm
Acc
Saldo
num
codice tributo
rateazione/
anno di
importi a debito
 
importi a creditoSALDO (G – H)
codice comunevarimmobmese rif.riferimentoversaticompensati
(1)F257(2) (3) (4)X(5) (6)2(7)3925(8) (9)2023(10)1000,00(11) 
             
             
             
DetrazioneTOTALE  G(12) H(13) (14) 
(15)50 
                     

.

Come compilare i campi dell’ F24

(1) codice ente/codice comune:Codice comune (Tabella dei Codici Catastali dei Comuni), nell’esempio F257
(2) ravv.:barrare la casella in caso di ravvedimento
(3) immob. variati:barrare se sono intervenute variazioni per uno o più immobili che richiedono la presentazione della dichiarazione di variazione
(4) acc.:barrare la casella se il pagamento si riferisce all’acconto
(5) saldo:barrare la casella se il pagamento si riferisce al saldo. Se il pagamento è effettuato in un unica soluzione barrare entrambe le caselle
(6) numero immobili:indicare il numero degli immobili (massimo 3 cifre), nell’esempio 1
(7) codice tributo:indicare 3925
(8) rateazione/mese rif:non compilare
(9) anno di riferimento:Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nell’esempio 2023
(10) importi a debito versati:indicare l’importo a debito, nell’esempio 1000
(11) importi a credito compensati:non compilare
(12) TOTALE G:somma degli importi a debito indicati nella sezione IMU e Altri Tributi Locali
(13) TOTALE H:somma degli importi a credito indicati nella sezione IMU e Altri Tributi Locali, non compilare se non sono presenti importi a credito
(14) SALDO (G-H):indicare il saldo (TOTALE G – TOTALE H)
(15) detrazione:detrazione per abitazione principale esempio 50,00

Domande Frequenti

Come posso pagare il Codice Tributo 3925?

Il pagamento avviene tramite il modello F24, utilizzando servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, internet banking o intermediari finanziari abilitati.

Quali sono le scadenze per il versamento?

L’acconto deve essere versato entro il 16 giugno, mentre il saldo entro il 16 dicembre, entrambi pari al 50% dell’importo totale.

Chi è tenuto al pagamento del Codice Tributo 3925?

I proprietari di immobili a destinazione produttiva, inclusi opifici, alberghi, teatri, centri di cura e altri, rientrano nel gruppo catastale D e devono versare il Codice Tributo 3925.

Posso utilizzare il ravvedimento operoso se ho omesso il pagamento?

Sì, il ravvedimento operoso consente di regolarizzare la situazione, ma è importante agire tempestivamente per evitare sanzioni aggiuntive.

Cosa succede in caso di mancato pagamento del Codice Tributo 3925?

Il mancato pagamento può comportare sanzioni e interessi. È fondamentale rispettare le scadenze e, in caso di omissione, adottare il ravvedimento operoso.

Conclusione

Il Codice Tributo 3925 è una componente essenziale del versamento dell’IMU per gli immobili ad uso produttivo. Con una corretta comprensione di questo codice, delle scadenze e delle procedure, i contribuenti possono assicurarsi di adempiere alle proprie responsabilità fiscali in modo efficiente e tempestivo.

Altri articoli correlati interessanti

Codice Tributo 3958

Codice Tributo 3959

Codice Tributo 3960

Codice Tributo 3962

Codici Tributo in ordine progressivo

Nuovi codici natura

Ravvedimento Operoso Online

 

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici

4.5 2 votes
Article Rating
Bull N Bear

Pin It on Pinterest