Truffe

Attenti alla nuova truffa su Whatsapp: Proteggiamo i nostri cari

È una fredda giornata d’inverno, il telefono vibra, e un messaggio straziante appare sullo schermo: “Ciao papà, mi è caduto il telefono. Questo è il mio nuovo numero. Per favore, puoi mandarmi un whatsapp?” Sembrerebbe un semplice messaggio da un figlio in difficoltà, ma dietro questa richiesta di aiuto si nasconde una truffa subdola che sta prendendo di mira molti, soprattutto le persone anziane. Questo articolo vi guiderà nel riconoscere la truffa su Whatsapp e vi fornirà preziose informazioni su come proteggervi da essa.

Il testo del messaggio

Il messaggio in questione è scritto in modo mirato per colpire il cuore di genitori e nonni, spingendoli ad aiutare i propri cari. Esso recita: “Ciao papà, mi è caduto il telefono. Questo è il mio nuovo numero. Per favore, puoi mandarmi un whatsapp?”. Le parole sono scelte con cura per generare una reazione emotiva immediata. Tuttavia, il vero pericolo si nasconde nel link incluso nella richiesta di aiuto, il quale, apparentemente, dovrebbe portarvi al nuovo numero del vostro figlio, ma in realtà reindirizza a quello dei truffatori.

Come funziona la truffa

Una volta che avete cliccato sul link, il presunto “figlio” inizia a tessere la sua tela di inganni. Può sostenere, ad esempio, che la sua app bancaria non funzioni più e che abbia urgente bisogno di aiuto per pagare una bolletta. È in questo momento che i truffatori colpiscono, cercando di estorcere informazioni come l’Iban o altri dati personali, con l’obiettivo finale di svuotare i conti correnti delle vittime. La truffa è subdola, ma con la giusta consapevolezza, si può evitare di cadere nel loro inganno.

Cosa fare se si riceve il messaggio


La Polizia Postale ha creato una pagina specifica per affrontare questa truffa, in cui fornisce consigli preziosi per proteggersi. “Se ricevete un messaggio da vostro figlio che annuncia di aver rotto il telefono e chiede di salvare il suo nuovo numero tra i contatti della rubrica,” spiega la Polizia Postale, “potrebbe trattarsi di una truffa. Al primo messaggio, seguiranno richieste insolite di denaro, la ricarica di una carta prepagata, le credenziali per accedere al conto corrente.” La Polizia Postale consiglia di non rispondere al messaggio, di cancellare la conversazione e di non salvare il numero (se già salvato, cancellarlo immediatamente dalla rubrica).

Come riconoscere la truffa Whatsapp


Per evitare di cadere vittima di questa truffa, è fondamentale saperla riconoscere. Ecco alcune chiavi per individuarla:

1. Messaggio emotivamente carico


Il messaggio cerca di colpire emotivamente, sfruttando il legame familiare. Spesso utilizza frasi come “Ciao papà” o “Ciao mamma” per generare una reazione immediata.

2. Richieste insolite


Se il messaggio segue richieste di denaro, la ricarica di una carta prepagata o informazioni sensibili, sappiate che è un chiaro segnale di allarme. Nessun membro della famiglia dovrebbe chiedervi tali cose tramite Whatsapp.

3. Controllate il numero


Prima di agire, verificate attentamente il numero da cui proviene il messaggio. Potrebbe non corrispondere al numero del vostro caro. Un veloce controllo nella vostra rubrica potrebbe svelare l’inganno.

4. Diffidate dei link


Non cliccate su link sospetti. Prima di fare clic su qualsiasi link, cercate conferme dalla persona che lo ha inviato. Spesso i truffatori utilizzano link dannosi per raccogliere informazioni personali.

Come proteggersi


Ora che sapete come riconoscere la truffa, ecco alcune misure per proteggervi e proteggere i vostri cari:

1. Verificate l’identità


Prima di rispondere a un messaggio sospetto, verificate l’identità della persona che lo ha inviato. Potete farlo chiamando direttamente la persona in questione o facendo delle domande che solo il vostro caro possa rispondere correttamente.

2. Non condividete dati sensibili


Mai condividete dati sensibili come il vostro Iban, le credenziali bancarie o le informazioni personali tramite messaggi su Whatsapp. Nessun membro della famiglia dovrebbe mai richiedervi tali informazioni tramite questo mezzo.

3. Consultate fonti ufficiali


Se avete dubbi sull’autenticità del messaggio, consultate fonti ufficiali o chiedete consiglio a qualcuno di fiducia. La Polizia Postale è sempre pronta ad aiutarvi.

4. Condividete l’informazione


Informate i vostri cari, soprattutto gli anziani, su questa truffa. Condividere l’informazione è fondamentale per prevenire futuri attacchi.

5. Segnalate alla Polizia


Se ricevete un messaggio sospetto, non esitate a segnalarlo alla Polizia Postale. Essi sono pronti ad agire per proteggere i cittadini.

Conclusione


La truffa su Whatsapp che sfrutta legami familiari è un serio pericolo che sta colpendo molte persone, soprattutto quelle più anziane. È importante essere informati su come riconoscerla e proteggersi. Ricordate, la vostra sicurezza e quella dei vostri cari è fondamentale.

Domande frequenti


1. Come posso verificare l’identità della persona che mi ha inviato un messaggio sospetto?


Puoi verificare l’identità facendo una chiamata diretta alla persona in questione o ponendo domande che solo il tuo caro possa rispondere correttamente.

2. Cosa devo fare se ho condiviso informazioni sensibili con i truffatori?


Se hai condiviso informazioni sensibili, contatta immediatamente la tua banca e la Polizia Postale. È importante agire rapidamente per proteggere i tuoi conti e la tua identità.

3. Come posso educare i miei cari più anziani su questa truffa?


Parla con i tuoi cari più anziani e spiega loro i rischi di questa truffa. Condividi con loro quest’articolo e offri il tuo aiuto nel riconoscere i messaggi sospetti.

4. È sicuro cliccare su link nei messaggi di Whatsapp?


Nel caso di messaggi sospetti, è sempre meglio evitare di fare clic su link sconosciuti. Verificate l’autenticità del messaggio prima di procedere.

5. Come posso segnalare un messaggio sospetto alla Polizia Postale?


Puoi segnalare un messaggio sospetto alla Polizia Postale attraverso il loro sito web ufficiale o contattandoli telefonicamente. Segnalare è un passo importante per combattere questa truffa.

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici