Econimia Salute

Vaccinazione contro l’influenza: La difesa contro il virus dell’influenza

La vaccinazione è un’arma potente per proteggerti dall’influenza, riducendo il rischio di gravi complicanze. Questo articolo esplorerà tutto ciò che c’è da sapere sulla vaccinazione antinfluenzale, dalle categorie di persone a cui è consigliata, ai tempi di somministrazione e alle risposte alle tue domande più frequenti.

L’importanza della vaccinazione antinfluenzale

La vaccinazione antinfluenzale è una difesa affidabile contro un virus che può rendere la vita un incubo. Ogni anno, l’influenza colpisce milioni di persone in tutto il mondo, ma grazie al vaccino, puoi ridurre notevolmente il rischio di contrarla e di soffrire delle sue conseguenze.

Chi dovrebbe essere vaccinato?

La vaccinazione antinfluenzale è raccomandata per diverse categorie di persone. Queste includono:

Persone con più di 60 anni
Donne in gravidanza e nel periodo post partum
Ricoverati in lungodegenza
Individui con malattie croniche come diabete, malattie cardiache, malattie respiratorie o problemi al sistema immunitario
Lavoratori in alcune categorie specifiche come personale sanitario, soccorso, polizia, vigili del fuoco, allevatori e donatori di sangue
Bambini non a rischio nell’età di 6 mesi – 6 anni
Inoltre, la vaccinazione è consigliata per chiunque desideri evitare l’influenza, a meno che non vi siano specifiche controindicazioni, che dovrebbero essere discusse con il proprio medico.

Frequenza della vaccinazione

Poiché i virus influenzali cambiano di anno in anno, è necessario ripetere la vaccinazione annualmente per garantire una protezione adeguata.

Come viene somministrato il vaccino

Il vaccino antinfluenzale è somministrato mediante un’iniezione intramuscolo. Negli adulti, viene iniettato nella parte superiore del braccio, mentre nei bambini, nel muscolo antero-laterale della coscia. Esiste anche un vaccino in forma di spray (LAIV) che viene somministrato attraverso le narici nei bambini.

Aggiornamenti annuali del vaccino

Il virus influenzale è mutevole, motivo per cui ogni anno il Global Influenza Surveillance Network dell’OMS collabora con i National Influenza Centres per aggiornare la composizione del vaccino. Questo assicura che il vaccino sia sempre efficace contro i ceppi virali prevalenti.

Tempistica della vaccinazione

Data la persistente situazione epidemiologica legata alla circolazione del SARS-CoV-2, il Ministero della Salute raccomanda di iniziare le campagne di vaccinazione antinfluenzale all’inizio di ottobre. La vaccinazione può essere offerta in qualsiasi momento della stagione influenzale, anche se si presenta in ritardo. Questo è particolarmente importante durante le stagioni influenzali tardive o per i pazienti a rischio, considerando che la risposta immunitaria richiede circa due settimane per svilupparsi completamente.

Influenza e COVID-19

L’influenza e il COVID-19 sono due malattie diverse, ma possono avere sintomi simili. La vaccinazione antinfluenzale non protegge dal COVID-19 ma può aiutare a ridurre il carico sui sistemi sanitari e le complicanze in caso di co-infezione.

Domande frequenti sulla vaccinazione antinfluenzale


Chi può ottenere il vaccino antinfluenzale gratuitamente?

Il vaccino antinfluenzale è offerto gratuitamente alle persone con più di 60 anni, alle donne in gravidanza e post partum, ai ricoverati in lungodegenza, alle persone con malattie croniche e a alcune categorie di lavoratori.

Quante dosi di vaccino sono necessarie per i bambini?

I bambini al di sotto dei 9 anni di età, mai vaccinati in precedenza, dovrebbero ricevere due dosi di vaccino, somministrate a distanza di almeno quattro settimane.

Il vaccino protegge da tutti i virus invernali?

No, il vaccino antinfluenzale protegge solo dai ceppi influenzali. Non è efficace contro altri virus che causano febbre e raffreddore.

Qual è il momento migliore per vaccinarsi?

Il Ministero della Salute raccomanda di iniziare la vaccinazione antinfluenzale all’inizio di ottobre, ma è possibile farlo in qualsiasi momento della stagione influenzale.

Posso ricevere il vaccino presso il mio luogo di lavoro?

In alcuni casi, è possibile vaccinarsi presso la sede di lavoro sotto la supervisione del medico del lavoro. Verifica le opzioni disponibili nella tua azienda.

Conclusione

La vaccinazione contro l’influenza è un passo importante per proteggere te stesso e la comunità dalle complicanze legate all’influenza. Ricorda di consultare il tuo medico per discutere la tua idoneità alla vaccinazione. Non lasciare che l’influenza ti colga impreparato – un semplice vaccino può fare la differenza!

 

Altri articoli interessanti

Codice Tributo 3918: cos’è e a cosa si riferisce?

CMP Bologna

Menù Mcdonald’s

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici