Pubblicità

Bonus Pubblicità: Credito d’Imposta 2023

Introduzione

Il Bonus Pubblicità rappresenta un importante incentivo per le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali in Italia. Questo articolo spiegherà le nuove regole del Bonus Pubblicità 2023, inclusi i cambiamenti introdotti dal decreto “Energia” e le modalità di presentazione della richiesta.

Le Novità del Bonus Pubblicità 2023

Il Bonus Pubblicità 2023 è disponibile per gli investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online. Non sono più ammesse le campagne pubblicitarie su emittenti televisive e radiofoniche. Inoltre, l’importo del bonus è stato ripristinato al 75% del valore incrementale degli investimenti.

Chi Ha Diritto al Bonus Pubblicità

Il Bonus Pubblicità è destinato alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali. Tuttavia, a partire dal 2023, è subordinato a un incremento minimo dell’1% dell’investimento rispetto all’anno precedente.

Limitazioni Introdotte dal Decreto “Energia”

Le modifiche introdotte dal decreto “Energia” hanno ridimensionato il bonus, limitandolo agli investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online. Questo significa che le campagne pubblicitarie su emittenti televisive e radiofoniche non sono più coperte dal Bonus Pubblicità.

Contributo Entro i Limiti dell’Unione Europea

Il credito d’imposta rimane soggetto ai limiti stabiliti dalla normativa europea sugli aiuti di Stato de minimis e al rispetto del tetto di spesa. Si tratta di un aiuto automatico che segue le regole del Registro nazionale degli aiuti di Stato.

Come Presentare la Richiesta

Per ottenere il Bonus Pubblicità, è necessario inviare una “Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta” contenente i dati degli investimenti effettuati e/o da effettuare nell’anno agevolato. È inoltre richiesta una “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati” per confermare che gli investimenti soddisfano i requisiti previsti dalla normativa.

Scadenze per la Presentazione

La comunicazione per l’accesso al credito d’imposta deve essere inviata via web dal 1° al 31 marzo di ciascun anno. La dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati è presentata dal 9 gennaio al 9 febbraio dell’anno successivo.

Domande Frequenti sul Credito d’Imposta

1. Chi può beneficiare del Bonus Pubblicità?

Il Bonus Pubblicità è disponibile per imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali.

2. Quali investimenti rientrano nell’agevolazione?

Solo gli investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, sono coperti dal Bonus Pubblicità.

3. Qual è l’ammontare del Bonus Pubblicità?

Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti rispetto all’anno precedente.

4. Quali sono i limiti di spesa agevolabile?

Il limite di spesa agevolabile è fissato a 30 milioni di euro annui.

5. Cosa succede se non si rispettano gli incrementi minimi di investimento?

Il credito d’imposta non spetta a chi effettua investimenti inferiori rispetto all’anno precedente o a chi non li fa affatto.

Conclusione

Il Bonus Pubblicità 2023 offre un’opportunità preziosa per le aziende e gli enti in Italia per ottenere un incentivo per le campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online. Assicurarsi di seguire le scadenze e i requisiti per presentare la richiesta in modo corretto.

Accedi al Bonus Pubblicità

Per ulteriori dettagli e per inviare la tua richiesta per il Bonus Pubblicità 2023

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici