Bull N Bear

Il Debito Pubblico Italiano

Dopo mesi di incrementi record, c’è finalmente una notizia positiva per il debito pubblico italiano. Nel mese di agosto, il debito delle amministrazioni pubbliche ha fatto registrare una riduzione di 18,3 miliardi di euro rispetto al mese precedente, scendendo a un totale di 2.840,7 miliardi di euro. Ma c’è di più da scoprire in questa sorprendente evoluzione finanziaria.

Diminuzione delle disponibilità liquide del Tesoro

La Banca d’Italia ci spiega che questa riduzione del debito pubblico è stata determinata principalmente dalla diminuzione delle disponibilità liquide del Tesoro, che ha registrato un calo di 15,2 miliardi di euro, arrivando a quota 53,2 miliardi. Inoltre, l’avanzo di cassa delle amministrazioni pubbliche ha contribuito positivamente a questa situazione, con un incremento di 3,7 miliardi di euro. Tuttavia, non tutto è stato così positivo, dato che l’effetto degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, la rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e la variazione dei tassi di cambio hanno causato un aumento del debito di 0,5 miliardi di euro.

Andamento nei sotto-settori

Guardando nel dettaglio i sotto-settori, vediamo che il debito delle amministrazioni centrali è diminuito di 17,8 miliardi di euro, mentre quello delle amministrazioni locali ha registrato una diminuzione di circa 0,6 miliardi. Nel frattempo, il debito degli Enti di previdenza è rimasto sostanzialmente stabile. Questo significa che le misure adottate sembrano aver avuto un maggiore impatto sulle amministrazioni centrali e locali, mentre gli Enti di previdenza mantengono una situazione finanziaria più stabile.

Aumento delle entrate tributarie

Una nota positiva proviene dalle entrate tributarie. Nel mese di agosto, queste sono state pari a 55,1 miliardi di euro, mostrando un aumento del 2,5% (1,3 miliardi di euro) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Questo aumento costante delle entrate tributarie è confermato anche nei primi otto mesi dell’anno, con un totale di 352,4 miliardi di euro, il che rappresenta un incremento del 6,6% (22 miliardi di euro) rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.

Cambiamenti nella detenzione del debito

Infine, osserviamo anche dei cambiamenti nella detenzione del debito. La quota di debito detenuta da Banca d’Italia è diminuita leggermente, scendendo al 25,1% (rispetto al 25,2% del mese precedente). Tuttavia, a luglio (l’ultimo dato disponibile), la quota detenuta dai non residenti e dagli altri residenti, principalmente famiglie e imprese non finanziarie, è aumentata leggermente, collocandosi rispettivamente al 27% e al 12%.

In conclusione, l’andamento positivo del debito pubblico italiano nel mese di agosto è una notizia ben accolta. Le misure adottate sembrano aver avuto un impatto significativo, con una riduzione del debito e un aumento delle entrate tributarie. Resta da vedere se questa tendenza positiva continuerà nei mesi a venire e se l’Italia riuscirà a mantenere il controllo sulla sua situazione finanziari

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

 

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici