Stipendi

Lo Stipendio di un Prefetto: Dettagli e Normative

Nel mondo della pubblica amministrazione italiana, la carriera prefettizia rappresenta un ambito di grande rilevanza. Gli appartenenti a questa carriera ricoprono ruoli chiave nell’ambito della sicurezza e dell’organizzazione territoriale. Un aspetto fondamentale di questa carriera è il trattamento economico che spetta a coloro che la intraprendono. In questo articolo, esploreremo in dettaglio lo stipendio di un prefetto, analizzando le diverse componenti che lo compongono e le normative di riferimento.

Stipendio Tabellare: Qualifica e Autorità

La base dello stipendio di un prefetto è il cosiddetto “stipendio tabellare”. Questo stipendio è strettamente legato alla qualifica ricoperta all’interno della carriera prefettizia. Le diverse qualifiche, come prefetto, viceprefetto, viceprefetto aggiunto e consigliere, determinano l’ammontare dello stipendio base. In particolare, ai prefetti, in quanto autorità provinciali di pubblica sicurezza, spetta una speciale indennità di “pubblica sicurezza” prevista dalla Legge n. 121 del 1 aprile 1981.

Stipendio Tabellare: Un’Analisi Dettagliata

Esaminiamo in dettaglio il concetto di stipendio tabellare, concentrandosi sulla carriera prefettizia e le sue variazioni negli anni. Lo stipendio tabellare è una componente cruciale per i professionisti in questa carriera, e comprenderne l’evoluzione è fondamentale. Esploreremo come questo influisce sui professionisti e quali implicazioni ha per i loro trattamenti pensionistici.

Qualifica Stipendio Tabellare (€)
Prefetto 95.681,78
Viceprefetto 63.330,78
Viceprefetto Aggiunto 45.576,34

A decorrere dal 1° gennaio 2017:

Qualifica Stipendio Tabellare (€)
Prefetto 96.684,74
Viceprefetto 63.994,63
Viceprefetto Aggiunto 46.054,08

A decorrere dal 1° gennaio 2018:

Qualifica Stipendio Tabellare (€)
Prefetto 99.015,34
Viceprefetto 65.537,22
Viceprefetto Aggiunto 47.164,22

Si noti che questi importi sono annui lordi per tredici mensilità.

L’Evolutione dello Stipendio Tabellare

  1. Stipendio tabellare dal 1° gennaio 2016
    • Importi annui lordi per tredici mensilità per le qualifiche.
  2. Stipendio tabellare dal 1° gennaio 2017
    • Variazioni nei compensi per le qualifiche.
  3. Stipendio tabellare dal 1° gennaio 2018
    • Ulteriori modifiche nei compensi.

Componenti dello Stipendio Tabellare

  1. Indennità di vacanza contrattuale
    • Come questa indennità è inclusa negli importi dello stipendio tabellare.
  2. Conglobamento dell’indennità integrativa speciale
    • Spiegazione dell’inclusione dell’indennità integrativa speciale.

Implicazioni Pensionistiche

  1. Effetti sul trattamento pensionistico
    • Come il cambiamento dello stipendio tabellare influisce sui trattamenti pensionistici.
  2. Riferimento all’articolo 2, comma 10, della legge 8 agosto 1995, n. 335
    • Spiegazione delle implicazioni della legge sulla pensione.

Note all’art. 21

  1. Pubblicazione del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 27 febbraio 2017
    • Informazioni sulla pubblicazione del decreto.
  2. Articolo 18 del decreto del Presidente della Repubblica 23 maggio 2001, n. 316
    • Dettagli sull’articolo 18 e la sua importanza.

Importi Annui Lordi

  1. Importi annui lordi per le qualifiche prefetto, viceprefetto, viceprefetto aggiunto.
    • Tabella con i valori degli importi annui lordi.

Legislazione Pertinente

  1. Articolo 2, comma 10, della legge 8 agosto 1995, n. 335
    • Estratto dalla legge che riguarda l’armonizzazione.
  2. Articolo 15 della legge 23 dicembre 1994, n. 724
    • Applicazione della ritenuta in conto entrate del Ministero del tesoro.

Retribuzione Individuale di Anzianità (RIA)

Alcuni funzionari prefettizi possono anche percepire la “retribuzione individuale di anzianità” (RIA). Questo elemento stipendiale è disciplinato dall’articolo 19 del Decreto del Presidente della Repubblica (D.P.R.) n. 316 del 23 maggio 2001. Va notato che la RIA è un ricordo di vecchi istituti retributivi ormai non più vigenti.

Componente Accessoria: Posizione e Risultato

Oltre allo stipendio tabellare, il trattamento economico di un prefetto include la componente accessoria, che comprende la “retribuzione di posizione” e la “retribuzione di risultato”. Questa parte del trattamento trova il suo finanziamento in un fondo specifico, regolamentato dall’articolo 20 dello stesso D.P.R. n. 316 del 23 maggio 2001.

Retribuzione di Posizione

La retribuzione di posizione non è legata alla qualifica, ma piuttosto all’incarico specifico ricoperto. Gli incarichi sono suddivisi in diverse fasce, in base a un decreto ministeriale. Per esempio, ci sono 3 fasce per i viceprefetti aggiunti, 4 per i viceprefetti e 5 per i prefetti. Tuttavia, una parte della retribuzione di posizione, denominata “parte fissa”, è legata alla qualifica, ovvero prefetto, viceprefetto e viceprefetto aggiunto.

Retribuzione di Risultato

La retribuzione di risultato è invece legata alla valutazione annuale dei dirigenti prefettizi ed è calcolata in percentuale sul trattamento economico rimanente. La quantificazione di questa voce stipendiale varia da un anno all’altro, in base agli esiti della valutazione dirigenziale. La determinazione precisa di questa componente avviene durante la contrattazione a livello ministeriale.

Consigliere di Prefettura: Una Situazione Differente

Per quanto riguarda i consiglieri di prefettura, la situazione è leggermente diversa. Questi appartenenti alla carriera prefettizia durante il periodo di formazione e tirocinio ricevono solo lo stipendio tabellare. L’ammontare di questo stipendio è quantificato all’80% della medesima voce stipendiale spettante ai viceprefetti aggiunti.

Contributi Previdenziali

Tutte le voci sopra elencate concorrono a formare la base imponibile sulla quale si versano i contributi previdenziali. Questo aspetto è di fondamentale importanza per la sicurezza economica dei membri della carriera prefettizia.

Riferimenti Normativi

La normativa di riferimento per il trattamento economico della carriera prefettizia si trova nell’articolo 28 del Decreto Legislativo del 19 maggio 2000, n. 139. Questo articolo stabilisce che il trattamento economico fondamentale ed accessorio della carriera prefettizia è oggetto di negoziazione tra i sindacati rappresentativi e una delegazione di parte pubblica, presieduta dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e composta dai Ministri dell’Interno e dell’Economia e delle Finanze o dai loro delegati.

L’ultimo accordo di categoria è stato recepito nel Decreto del Presidente della Repubblica (D.P.R.) n. 70 del 17 maggio 2022, che va letto insieme al D.P.R. n. 66 del 4 maggio 2018. Gli articoli da 20 in poi di quest’ultimo D.P.R. contengono i dettagli della disciplina del trattamento economico della carriera prefettizia.

Conclusione

Lo stipendio di un prefetto è composto da diverse componenti, tra cui lo stipendio tabellare, la retribuzione di posizione e di risultato. I consiglieri di prefettura hanno un trattamento economico differente. La normativa di riferimento è contenuta in vari decreti e leggi, con l’ultimo accordo di categoria recepito nel D.P.R. n. 70 del 2022. La comprensione di questi aspetti è fondamentale per coloro che aspirano a una carriera nella pubblica amministrazione italiana.

Domande Frequenti

  1. Qual è la differenza tra lo stipendio tabellare e la retribuzione di posizione?
  2. Come viene valutata la retribuzione di risultato per i dirigenti prefettizi?
  3. Quali sono le fasce di incarichi per i viceprefetti e i prefetti?
  4. Cosa significa che il trattamento economico forma oggetto di procedimento negoziale?
  5. Dove posso trovare le tabelle dello stipendio relativo alla carriera prefettizia?

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici