Bonus

Bonus Infissi 2023

L’anno 2023 è giunto, e con esso l’opportunità di beneficiare del Bonus Infissi, una misura di agevolazione fiscale che mira a promuovere l’efficientamento energetico delle abitazioni e degli edifici. Ma come funziona davvero questo Bonus? Quali sono i requisiti per accedervi? In questo articolo, esploreremo dettagliatamente tutti gli aspetti legati al Bonus Infissi 2023, fornendo informazioni chiare e precise per aiutarti a capire come trarne vantaggio.

Bonus Infissi 2023: La Legge di Bilancio e le Aliquote

La Legge di Bilancio ha confermato l’esistenza del Bonus Infissi per il 2023, un incentivo rivolto agli interventi edilizi finalizzati all’efficientamento energetico di appartamenti ed edifici. Questo Bonus copre la sostituzione o la modifica degli infissi e rientra nell’ecobonus ordinario, con aliquote che variano dal 50% al 65%. Inoltre, è possibile ottenere questa agevolazione anche attraverso lavori di ristrutturazione, con una detrazione fiscale del 50%.

Superbonus: Il Vantaggio per il Miglioramento Energetico

Se la sostituzione degli infissi è parte di un progetto più ampio volto al miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio, è possibile accedere alle agevolazioni previste per il Superbonus. Tuttavia, è importante notare che con il decreto Cessioni sono state apportate alcune modifiche significative, tra cui l’interruzione del meccanismo della cessione dei crediti edilizi e variazioni nelle percentuali di credito di imposta riconosciute.

Detrazione Fiscale al 50% con Ecobonus

Per beneficiare della detrazione fiscale dell’Ecobonus nel 2023, è fondamentale che la sostituzione o la modifica degli infissi porti a un effettivo miglioramento delle prestazioni energetiche dell’immobile in termini di efficienza termica. Gli elementi rientranti in questa agevolazione includono finestre, porte finestre o porte d’ingresso, persiane, tende da sole (se orientate a nord), avvolgibili e tapparelle. È importante notare che il termine per usufruire dell’Ecobonus è il 31 dicembre 2024.

Requisiti e Limiti di Spesa

Affinché la sostituzione degli infissi dia diritto all’Ecobonus al 50%, le parti rimpiazzate devono delimitare un volume riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati e garantire un valore di conduttività termica conforme ai limiti stabiliti per le diverse fasce climatiche. Il costo massimo detraibile dei serramenti al metro quadrato varia in base alla zona climatica, da 550 euro nelle zone A, B e C a 750 euro dalla D alla F. Il limite di spesa per la sostituzione delle finestre di casa è fissato a 60.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Documentazione e Procedure

Dopo la conclusione dei lavori di restauro, è obbligatorio trasmettere la “scheda descrittiva dell’intervento” all’ENEA entro 90 giorni, utilizzando il sito detrazionifiscali.enea.it. Possono beneficiare di questa detrazione fiscale del 50% tutti i contribuenti che sostengono spese per la riqualificazione energetica e possiedono un diritto reale sulle unità immobiliari dell’edificio. Il limite massimo di detrazione ammissibile è di 60.000 euro per unità immobiliare.

Quali Edifici Possono Beneficiare del Bonus Infissi?

Gli edifici che possono beneficiare del Bonus Infissi devono essere esistenti, accatastati o con richiesta di accatastamento in corso, e devono essere in regola con il pagamento dei tributi. Inoltre, devono essere dotati di impianto di climatizzazione invernale.

Bonus Ristrutturazione: Detrazione Fiscale al 50%

Oltre all’Ecobonus al 50%, è possibile ottenere una detrazione fiscale del 50% anche tramite il Bonus Ristrutturazione. Questa agevolazione è valida per tutte le spese sostenute entro il 31 dicembre 2024. La “sostituzione degli infissi esterni o serramenti o persiane con serrande e con modifica di materiale o tipologia di infisso” rientra tra gli interventi di manutenzione straordinaria, restauro, risanamento, consentendo di portare in detrazione fino a 96.000 euro delle spese sostenute. La detrazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo.

Superbonus e Infissi: Cosa Cambia

Con il decreto Cessioni, a partire dal 2023, non è più possibile usufruire della cessione del credito e dello sconto in fattura per gli interventi successivi a questa data. Inoltre, la percentuale massima di detrazione è del 90% per il 2023, con ulteriori riduzioni previste per il 2024. Per poter beneficiare del Superbonus con la sostituzione degli infissi, è necessario che essa avvenga “a parità di superficie e di forma”. Modifiche delle dimensioni o spostamenti delle aperture possono escludere dall’agevolazione, richiedendo invece lavori di demolizione e costruzione.

Bonus Sicurezza e Infissi: La Sicurezza Come Priorità

Un’altra agevolazione interessante è il Bonus Sicurezza, che offre una detrazione fiscale del 50% sulle spese sostenute, con un limite massimo di 96.000 euro. Per accedere a questa agevolazione, è necessario installare sistemi attivi e passivi che migliorino la sicurezza dell’immobile, tra cui portoni e infissi con vetri antisfondamento, impianti di allarme e video-sorveglianza, inferriate, persiane e tapparelle di sicurezza. Anche in questo caso, la detrazione è ripartita in dieci rate annuali di pari importo.

In conclusione,

il Bonus Infissi 2023 offre un’opportunità significativa per migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni e degli edifici, mentre si beneficia di importanti detrazioni fiscali. È importante prestare attenzione ai dettagli e rispettare i requisiti specifici per assicurarsi di ottenere tutte le agevolazioni previste dalla legge.

La sostituzione o la modifica degli infissi può essere un passo importante verso un’abitazione più efficiente dal punto di vista energetico, che porta a un risparmio a lungo termine sulle bollette energetiche e contribuisce alla riduzione dell’impatto ambientale.

Tuttavia, è fondamentale tenere presente che, a partire dal 2023, alcune agevolazioni precedentemente disponibili, come la cessione del credito e lo sconto in fattura, non sono più valide per gli interventi successivi a questa data. È quindi essenziale pianificare con attenzione e comprendere appieno le normative in vigore per massimizzare i benefici fiscali.

Infine, ricordiamo che la sicurezza delle abitazioni è un aspetto cruciale. Il Bonus Sicurezza offre una detrazione fiscale del 50% per investimenti in sistemi di sicurezza, inclusi infissi e portoni resistenti, contribuendo a garantire un ambiente domestico più sicuro per te e la tua famiglia.

In definitiva, il Bonus Infissi 2023 e le agevolazioni correlate rappresentano un’opportunità preziosa per migliorare la tua abitazione, risparmiare energia e denaro, e contribuire a preservare l’ambiente. Per sfruttarle appieno, assicurati di rispettare tutti i requisiti e di mantenere una documentazione accurata dei lavori effettuati

 

Altri Articoli Interessanti

Come Richiedere il Bonus Tettoie: Guida Completa

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici