Contratto

Contratto a Chiamata o Intermittente: Funzionamento e Requisiti

Il contratto di lavoro a chiamata, noto anche come contratto intermittente o a intermittenza, è una forma contrattuale che permette di impiegare lavoratori occasionali, ovvero coloro che vengono chiamati a lavorare solo su richiesta del datore di lavoro o dell’azienda.

Come Funziona il Contratto a Chiamata

Il contratto a chiamata regola un rapporto di lavoro subordinato, in cui il datore di lavoro o l’azienda decide quando e come svolgere la prestazione, senza alcun impegno stabile da parte del dipendente che offre la sua professionalità all’occorrenza.

Questo tipo di contratto è stipulato quando è necessario un numero aggiuntivo di personale per un periodo limitato di tempo. Di conseguenza, i lavoratori con questo contratto possono essere chiamati a lavorare anche durante le festività, come Pasqua o Natale, o nei fine settimana.

Il datore di lavoro ha l’obbligo di avvisare preventivamente i propri dipendenti, utilizzando la posta elettronica certificata o, se la richiesta è fatta entro 12 ore dalla prestazione, tramite SMS. In caso di mancato avviso, il datore di lavoro rischia di pagare multe da 400 a 2.400 euro.

Requisiti per Attivare un Contratto a Chiamata

Il contratto a chiamata non può essere attivato in tutti i casi. Alcune condizioni devono essere rispettate, sia di carattere oggettivo che soggettivo:

Condizioni Oggettive: È necessario che il lavoro sia di natura occasionale o intermittente, secondo quanto previsto dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL).
Condizioni Soggettive: Questo tipo di contratto può essere attivato per i disoccupati con età inferiore ai 25 anni o superiore ai 45 anni.
Inoltre, i contratti a chiamata possono essere utilizzati per coprire carichi di lavoro superiori in determinati periodi dell’anno, come le festività o i weekend.

Settori in Cui è Comune il Contratto a Chiamata

Il contratto a chiamata è solitamente offerto in specifici settori professionali. Può essere proposto nel settore turistico o alberghiero, dove spesso si ha bisogno di personale aggiuntivo durante periodi di maggiore afflusso di clienti, come l’estate o le festività. Lo stesso vale per i pub e i ristoranti, dove i datori di lavoro possono necessitare di aiuto durante momenti particolarmente intensi.

Questo tipo di contratto è tipico anche nel settore dello spettacolo e delle arti in generale, ma può essere utilizzato anche per assumere commessi in negozi, barbieri o parrucchieri, addetti all’inventario, operatori agricoli e addetti ai trasporti.

Caratteristiche del Contratto a Chiamata

Tipologie di Contratto

I contratti a chiamata possono essere a tempo determinato o indeterminato. Nel primo caso, il contratto ha una scadenza precisa, mentre nel secondo caso non è prevista una data di fine.

Contratto con o senza Disponibilità

Esiste anche una distinzione tra contratto a chiamata con disponibilità e contratto a chiamata senza disponibilità. Nel primo caso, i lavoratori devono rispondere alla chiamata del datore di lavoro, mentre nel secondo hanno il diritto di rifiutare la chiamata. Chi si impegna a rispondere alle chiamate riceve un’indennità di disponibilità, generalmente pari al 20% della retribuzione.

Limiti di Tempo

Con il contratto a chiamata, non è possibile lavorare un numero illimitato di ore. Si può lavorare fino a un massimo di 400 ore ogni tre anni, ad eccezione del settore turistico, dello spettacolo e degli esercizi pubblici.

Retribuzione e Contributi

I lavoratori con contratto a chiamata devono essere pagati in proporzione alle ore effettivamente lavorate, garantendo un trattamento non meno favorevole rispetto ad altre tipologie contrattuali. I contributi sono calcolati e versati dal datore di lavoro. Tuttavia, chi lavora con questo tipo di contratto può contribuire volontariamente al fondo pensionistico se la retribuzione annua è inferiore a 10.418,20 euro o se l’indennità di disponibilità è inferiore a questa cifra.

Conclusione

Il contratto a chiamata è una soluzione flessibile per impiegare lavoratori occasionali o in periodi di maggiore richiesta di personale. Per attivare questo tipo di contratto, è necessario rispettare specifici requisiti, ed è fondamentale garantire trattamenti equi e giusti ai lavoratori, sia in termini di retribuzione che di contributi.

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici