Esenzione IVA – Comprendere l’Esenzione IVA e le sue Implicazioni


L’Esenzione IVA rappresenta un concetto di fondamentale importanza nel contesto delle operazioni commerciali. In questa guida, esploreremo approfonditamente cos’è l’esenzione IVA, come funziona e quali sono le sue diverse sfaccettature.

L’Esenzione IVA: Definizione e Funzionamento


L’esenzione IVA è un termine ampiamente utilizzato nell’ambito fiscale per indicare operazioni che non prevedono l’applicazione dell’Imposta sul Valore Aggiunto. Ciò significa che, in tali operazioni, l’IVA è azzerata, ossia portata allo 0%.

Scopri di più sulla Fatturazione Elettronica


Se desideri approfondire la tematica della fatturazione elettronica e comprendere appieno il suo funzionamento, sei nel posto giusto. Nel nostro articolo dedicato, esploreremo tutti i dettagli di questo importante aspetto, permettendoti di gestire la tua fatturazione con sicurezza e tranquillità.

L’Esenzione Fiscale nel Contesto della Fattura Elettronica
Con l’avvento della fatturazione elettronica, alcuni aspetti che potrebbero essere stati trascurati in passato acquisiscono maggiore rilevanza. Questo vale soprattutto per la compilazione delle fatture elettroniche.

Oltre alle informazioni standard, come i dati del cliente, quelli del fornitore, il numero della fattura e la data di emissione, assume particolare importanza l’inserimento del valore dell’IVA applicabile e la sua giustificazione.

Un elemento cruciale è rappresentato dal campo relativo all’esenzione IVA. Questo campo deve essere compilato in caso di operazioni che non prevedono l’applicazione dell’IVA e risulta fondamentale per indicare sulla fattura elettronica le ragioni per cui determinata operazione commerciale è esente dall’IVA.

Terminologia dell’Esenzione IVA


Sebbene il termine più preciso sia “non applicabilità IVA”, questo è poco utilizzato nel linguaggio comune a causa della complessità della terminologia. L’espressione “esenzione IVA”, così come “esclusione IVA” o “non imponibilità IVA”, indica una forma di inapplicabilità fiscale.

Codice Natura nella Fattura Elettronica


All’interno della fattura elettronica, dopo aver indicato l’aliquota IVA dello 0%, è necessario giustificare questa scelta specificando il tipo di inapplicabilità. A ogni tipo di inapplicabilità corrisponde un codice natura, dalla sigla N1 a N7, che descrive le varie tipologie di operazioni coinvolte.

Operazioni non Imponibili, Esenti ed Escluse


Questi concetti, sebbene condividano l’elemento dell’assenza di imposizione IVA, presentano diverse sfumature che ora analizzeremo nel dettaglio.

Operazioni non Imponibili e l’Esenzione IVA
Le operazioni non imponibili rientrano nel campo dell’imposta, con obblighi di fatturazione e registrazione. Tali operazioni contribuiscono alla formazione del volume d’affari, ma non sono soggette all’IVA.

Operazioni Esenti e l’Esenzione IVA


Le operazioni esenti (come definite dall’Art. 10 del D.P.R 633/72) sono prive dell’obbligo di pagamento dell’IVA. Pur concorrendo alla formazione del volume d’affari IVA e richiedendo la fatturazione e la registrazione nei registri IVA, non permettono di recuperare l’IVA pagata sugli acquisti o le spese.

Operazioni Escluse e l’Esenzione IVA


Le operazioni escluse rappresentano cessioni di beni non soggetti all’imposta per legge o perché non soddisfano le condizioni per essere considerate soggette all’IVA. Non necessitano di registrazione contabile IVA, non contribuiscono al volume d’affari IVA e non danno diritto al recupero dell’IVA dalle spese o dagli acquisti.

Dettagli Tecnici dell’Inapplicabilità IVA


Esaminiamo ora come giustificare in modo dettagliato l’esenzione fiscale, considerando che questa è una requisito obbligatorio:

N1 – Operazioni Escluse ex Art. 15:


Questa categoria include l’esenzione IVA per interessi di ritardo non concordati, beni ceduti con sconto, premio o abbuono, spese effettuate per conto terzi tramite accordo esplicito, imballaggi restituibili e rivalsa dell’IVA.

N2 – Operazioni non Soggette:


Qui rientrano prestazioni di beni o servizi al di fuori dell’UE, acquisti esenti IVA secondo l’articolo 74 del D.P.R. n 633/1972, come ad esempio articoli da tabaccheria, riviste e servizi di telefonia pubblica. Inoltre, sono incluse le fatture ricevute da contribuenti che usufruiscono di regimi agevolati.

N3 – Operazioni non Imponibili:


Questa categoria riguarda operazioni come esportazioni e cessioni di beni intra-UE, in riferimento agli acquisti intracomunitari ai sensi dell’articolo 42 del Decreto Legge n. 331/1993.

N4 – Operazioni Esenti Art.10:


Qui trovano spazio operazioni esenti quali prestazioni sanitarie, servizi educativi, giochi e scommesse.

N5 – Operazioni nel Regime del Margine:


Le fatture relative a operazioni soggette al regime dei beni usati (come definito nel Decreto-Legge 23 febbraio 1995, n. 41, articolo 36 e seguenti) rientrano in questa categoria. Ad esempio, la cessione di un’autovettura usata o operazioni nell’ambito dell’editoria. Inoltre, le agenzie di viaggio emettono fatture senza indicazione separata dell’imposta.


N6 – Operazioni in Reverse Charge:

 

Le operazioni in reverse charge comprendono servizi come pulizia e manutenzione (rev. Charge Art.17 c.6 lett. a-ter). In questo caso, l’obbligo di versare l’IVA è a carico del destinatario del servizio anziché del fornitore.

N7 – IVA Assolta in un Altro Stato UE:

 

Questa categoria si applica principalmente alle vendite a distanza o ai servizi elettronici online, come le vendite da e-commerce (Art. 40 c. 3 e 4 e art 41 c. 1 lett. B DL 331/93). In questo contesto, l’IVA è versata nello Stato membro dell’Unione Europea in cui si trova il consumatore.

 

Fatturazione elettronica, codici e natura Iva

La fatturazione elettronica ha comportato alcune modifiche nella procedura di registrazione delle fatture di acquisto. In parte semplificando le stesse ma al contempo ha posto alcune varianti nelle procedure.

Una in particolare come le registrazione delle fatture in regime di esenzione Iva ci si riferisce alle operazioni di natura commerciale alle quali viene applicata un’aliquota Iva pari 0%; si tratta, di operazioni alle quali non vengono calcolati importi Iva.

Esistono diversi casi di non applicabilità dell’Iva, i quali vengono gestiti, e quindi inseriti all’ interno delle fatture elettroniche, utilizzando specifiche modalità.

Cos’ é la natura IVA?

La natura Iva è un dato da inserire all’ interno delle fatture elettroniche per coloro che emettono fatture con esenzione Iva, in quanto consento all’ Agenzia delle Entrate di conoscere la tipologia di natura dell’Iva e di registrare, quindi, i dati delle fatture, così come avveniva con lo “Spesometro”.

Quali sono le diverse nature iva e a cosa si riferiscono?

Sotto elencata la tabella riassuntiva

Operazione IVA Codice Natura
Escluso dalla base imponibile art.15 N1 escluse ex art. 15
Fuori campo Iva art. 2 DPR 633/1972 N2 non soggette
Fuori campo Iva art. 3 DPR 633/1972 N2 non soggette
Fuori campo Iva art. 4 DPR 633/1972 N2 non soggette
Fuori campo Iva art. 5 DPR 633/1972 N2 non soggette
Art. 7 bis DPR 633/1972 (cessione di beni extra-UE) N2 non soggette
Art.7 ter  DPR 633/1972 prestazione servizi UE (vendite) N2 non soggette
 Art.7 ter  DPR 633/1972 prestazione servizi extra-UE   N2  non soggette
Art.7 quater DPR 633/1972 prestazione servizi UE (vendite) N2 non soggette
 Art.7 quater DPR 633/1972 prestazione servizi extra-UE  N2  non soggette
Art.7 quinquies DPR 633/1972 (prestazione servizi) N2 non soggette
Art.7 sexies, septies DPR 633/1972 (prestazione servizi) N2 non soggette
Art. 38 c.5 DL  331/1993 N2 non soggette
Art.17 c.3 DPR 633/1972 N2 non soggette
Art.19 c.3 lett. b DPR 633/1972 N2 non soggette
Art. 50 bis c.4 DL 331/1993 N2 non soggette
Art.74 cc.1 e 2 DPR 633/1972 N2 non soggette
Art.19 c.3 lett. e DPR 633/1972 N2 non soggette
Art.13 DPR 633/1972 N2 non soggette
Art. 27 c.1 e 2 DL 98/2011 (contribuenti minimi)  N2 non soggette
Art.1 c.54-89 L. 190/2014 e succ. modifiche (regime forfettario) N2 non soggette
Art.26 c.3 DPR 633/1972 N2 non soggette
DM 9/4/1993 N2 non soggette
Art.26 bis L.196/1997 N2 non soggette
Art.8 c.35 L. 67/1988 N2 non soggette
Art.8 c.1 lett.a DPR 633/1972 N3 non imponibili
Art.8 c.1 lett.b DPR 633/1972 N3 non imponibili
Art. 2 c. 2, n. 4 DPR 633/1972 N3 non imponibili
Art. 8 bis DPR 633/1972 N3 non imponibili
Art.9 c.1 DPR 633/1972 N3 non imponibili
Non imp. art.72 DPR 633/1972 N3 non imponibili
Art. 71 DPR 633/1972 N3 non imponibili
Non imp. art. 8 c.1 lett. b-bis  DPR 633/1972 N3 non imponibili
Non imp. art. 8 c.1 lett. c DPR 633/1972 N3 non imponibili
Non imp. art. 8 bis c.2 DPR 633/1972 N3 non imponibili
Non imp. art.9 c.2 DPR 633/1972 N3 non imponibili
Non imp.art.72 c.1 DPR 633/1972 N3 non imponibili
Non imp. art.50 bis c.4 lett. f g DL 331/93  N3 non imponibili
Non imp. art.50 bis c.4 lett. g DL 331/93  N3 non imponibili
Non imp. art.50 bis c.4 lett. f DL 331/93  N3 non imponibili
Non imp. art.41 DL 331/93  N3 non imponibili
Non imp. art.58 c.1 DL 331/93  N3 non imponibili
Non imp. art.38 quater c.1 DPR 633/1972 N3 non imponibili
Art.74 ter c.8 DPR 633/1972 N3 non imponibili
Non imp. art.14 legge n. 49/1987  N3 non imponibili
Esente art.10 DPR 633/1972 N4 esenti
Esente a.19 c.3 lett.a bis DPR 633/1972 N4 esenti
Esente art.10 n. 27 quinquies DPR 633/1972 N4 esenti
Esente art.10 n.18 DPR 633/1972 N4 esenti
Esente art.10 n.19 DPR 633/1972 N4 esenti
Art.36 DL n.41/1995 N5 regime del margine / IVA non esposta in fattura
Art.36 c.1 DL 41/1995 N5 regime del margine / IVA non esposta in fattura
Art.36 c.5 DL 41/1995 N5 regime del margine / IVA non esposta in fattura
Art.36 c.6 DL 41/1995 N5 regime del margine / IVA non esposta in fattura
Art. 74 ter DPR 633/1972 (Regime speciale agenzie di viaggio) N5 regime del margine / IVA non esposta in fattura
Art. 17 c.6 lett.a bis DPR 633/1972 N6 inversione contabile (reverse charge)
Art. 74 c. 7 e 8 DPR 633/1972 N6 inversione contabile (reverse charge)
Art. 17 c.5 DPR 633/1972 N6 inversione contabile (reverse charge)
Art. 17 c.6 lett. a DPR 633/1972 N6 inversione contabile (reverse charge)
Art. 17 c.6 lett. b DPR 633/1972 N6 inversione contabile (reverse charge)
Art. 17 c.6 lett. c DPR 633/1972 N6 inversione contabile (reverse charge)
Art. 17 c.6 lett. a ter DPR 633/1972 N6 inversione contabile (reverse charge)
Art. 17 c.6 lett. d bis,d ter,d quater DPR 633/1972 N6 inversione contabile (reverse charge)
Art. 7 bis DPR 633/1972 (cessioni di beni UE) N6 inversione contabile (reverse charge)
Art. 7 ter acquisti UE DPR 633/1972 N6 inversione contabile (reverse charge)
Art.7 quater DPR 633/1972 prestazione servizi (acquisti) N6 inversione contabile (reverse charge)
Art.7 quinquies DPR 633/1972 prestazione servizi (acquisti) N6 inversione contabile (reverse charge)

.

Conclusione


In sintesi, l’esenzione IVA è un elemento cruciale nell’ambito delle operazioni commerciali. Comprendere le diverse categorie di operazioni, i codici natura e le implicazioni fiscali è essenziale per gestire la fatturazione elettronica in modo preciso e conforme alle normative.

Se desideri approfondire ulteriormente questa tematica o hai domande specifiche, non esitare a consultare professionisti esperti nel campo fiscale. Un’adeguata comprensione dell’esenzione IVA può contribuire a una gestione finanziaria efficace e a un corretto adempimento degli obblighi fiscali._

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici

Privacy Policy Cookie Policy