IRPEF

Il Parlamento sta attualmente esaminando il disegno di legge che delega il Governo a implementare la Riforma Fiscale. Tra le prossime novità spicca la riorganizzazione e semplificazione delle Aliquote Irpef a partire dal 2024. Dopo essere stata approvata dalla Camera dei Deputati lo scorso 12 luglio, il testo ha superato la prova anche al Senato il 3 agosto, sebbene con alcune modifiche. Questo è il motivo per cui la Legge delega è ora tornata a Montecitorio per l’approvazione finale in terza lettura.

Una volta completato il processo parlamentare, il Governo avrà 24 mesi di tempo per adottare uno o più decreti attuativi, rispettando i principi stabiliti dalla legge delega. Tra questi interventi vi è la revisione dell’Irpef, in particolare delle aliquote percentuali, ciascuna delle quali sarà applicata a diverse fasce di reddito dei contribuenti.

Secondo quanto dichiarato dai membri del governo, in particolare dal vice ministro dell’Economia Maurizio Leo, il primo passo sarà il passaggio nel 2024 a un sistema a tre aliquote (anziché le attuali quattro).

Esaminiamo nel dettaglio quali saranno gli effetti di questa novità per i contribuenti, in termini di riduzione fiscale.

Il Disegno di Legge al vaglio del Senato delega il Governo a prendere misure entro 24 mesi dall’entrata in vigore del testo, su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze e, per quanto di competenza, del Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, di concerto con i Ministri responsabili per la materia. Queste misure includono uno o più decreti legislativi che rivedano il sistema fiscale.

Nell’esercizio di questa delega, il Governo è chiamato (articolo 5) a rivedere e gradualmente ridurre l’Irpef, rispettando il principio di progressività e puntando verso l’adozione di una singola aliquota fiscale.

Tuttavia, il passaggio verso un’unica aliquota, al posto delle attuali quattro, non avverrà in un’unica soluzione. Al contrario, in linea con quanto previsto dalla riforma fiscale, assisteremo a una graduale diminuzione delle aliquote. Il primo passo sarà molto probabilmente la transizione nel 2024 verso un sistema a tre aliquote Irpef.

Per ulteriori dettagli sul tema delle ferie e su tutti gli altri aspetti dei contratti di lavoro dipendente nel settore privato, consigliamo la lettura del libro “Il Lavoro Subordinato”.

Raccomandiamo anche la guida “Paghe e Contributi 2023”, che sarà utile per calcolare e comprendere il dettaglio della busta paga 2023. Vengono esaminati tutti i passaggi necessari per la compilazione del cedolino e le varie obbligazioni correlate.

Attuali Aliquote Irpef 2023

È opportuno ricordare che attualmente l’Irpef (come stabilita dal Testo Unico delle Imposte sui Redditi o TUIR, approvato con DPR 22 dicembre 1986 numero 917) è un’imposta progressiva che si applica a redditi imponibili con aliquote crescenti, a seconda delle fasce di reddito.

Questa struttura è rimasta invariata anche dopo le modifiche apportate dalla Manovra 2022 (Legge numero 234/2021), che hanno ridefinito le aliquote in questo modo:

23% per redditi fino a 15 mila euro;
25% per redditi da 15.000,01 a 28 mila euro;
35% per redditi da 28.000,01 a 50 mila euro;
43% per redditi oltre 50 mila euro.

Da notare che la Legge numero 234/2021 ha anche apportato modifiche alle detrazioni spettanti a coloro che guadagnano attraverso lavoro dipendente o pensioni e altre fonti di reddito.

Le tre probabili Aliquote Irpef dal 2024

Secondo le parole del vice ministro dell’Economia Maurizio Leo, durante l’audizione sulle riforme fiscali presso le Commissioni Finanze di Camera e Senato, riportate dal quotidiano “La Stampa” il 2 maggio scorso, il ministero sta lavorando per arrivare a un sistema con tre aliquote Irpef già nel 2024. Sempre Leo, come riportato dall’agenzia “Ansa” il 21 marzo 2023, ha dichiarato che l’obiettivo del governo è ampliare la prima aliquota.

Si prevede quindi una modifica dell’Irpef nel 2024, caratterizzata da un sistema a tre aliquote. Possiamo ipotizzare che:

L’aliquota al 23% si applicherà ai redditi fino a 28 mila euro (rispetto all’attuale soglia di 15 mila euro);
L’aliquota al 25% scomparirà e rimarranno le aliquote del 35 e 43%.

Nuove Aliquote Irpef dal 2024: Risparmio Fiscale Previsto

Nella tabella seguente, confrontiamo la tassazione attuale per i contribuenti in base alle regole del 2023 con quello che si prevede saranno le tre nuove aliquote del 2024. Consideriamo alcuni esempi di reddito lordo annuo, variando da 14 mila a 50 mila euro, per capire se e quanto si risparmierà:

Reddito Totale Irpef lorda 2023 Irpef lorda 2024 Risparmio Annuale
14 mila euro 3.220,00 euro 3.220,00 euro 0
17 mila euro 3.950,00 euro 3.910,00 euro 40 euro
20 mila euro 4.700,00 euro 4.600,00 euro 100 euro
25 mila euro 5.950,00 euro 5.750,00 euro 200 euro

 

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

 

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici