Bull and bear
Definizione
Nel gergo finanziario, il Mercato Toro (Bull Market) rappresenta una fase in cui gli investitori comprano strumenti finanziari in attesa di un aumento dei prezzi, mentre il Mercato Orso (Bear Market) è l’opposto, in cui gli investitori vendono strumenti finanziari in previsione di una diminuzione dei prezzi.

Storia e Mito

L’utilizzo dei simboli del Toro e dell’Orso per rappresentare le fasi di rialzo e ribasso dei mercati ha origini antiche.

Toro e Orso fungono da allegorie delle dinamiche di flusso di capitali e degli atteggiamenti degli investitori nei mercati finanziari. Questi due animali sono diventati i simboli delle fasi di mercato e influenzano le decisioni degli operatori finanziari.

Ad esempio, a New York, accanto alla Borsa di Wall Street, si trova del toro di bronzo realizzata dallo scultore siciliano Arturo Di Modica si trova nella Borsa di Wall Street a New York City. La scultura, conosciuta come “Charging Bull” (Toro infuriato), è diventata un’icona e un simbolo del mercato finanziario statunitense. È situata in Bowling Green, vicino alla Borsa di New York, e attira numerosi visitatori e turisti da tutto il mondo che desiderano ammirare questo famoso monumento. La statua è stata originariamente installata in modo spontaneo nel dicembre del 1989 ed è diventata parte integrante del panorama urbano di Wall Street, diventata un’icona rappresentativa dei mercati finanziari mondiali.

Il Mercato Orso

Il Mercato Orso rappresenta la fase di calo dei prezzi e gli investitori che operano in questa situazione vengono chiamati “bearish”. Gli investitori bearish cercano di trarre profitto dalle tendenze ribassiste dei mercati. Inoltre, analizzando i grafici tecnici dei prezzi e altri indicatori, è possibile individuare segnali che suggeriscono la possibilità di un ribasso.

Il Mercato Toro

Al contrario, nel Mercato Toro si osserva una fase di rialzo dei prezzi, e gli investitori coinvolti vengono chiamati “bullish”. Durante questa fase, gli operatori finanziari cercano di capitalizzare sulle tendenze rialziste del mercato.

Origine dei Simboli Bull And Bear

L’origine di questi termini ha radici molto antiche e diverse teorie circondano il loro significato.

Una delle prime spiegazioni di questi simboli è legata agli spettacoli del Regno Unito durante il regno della Regina Elisabetta (1558-1603). In quei tempi, venivano organizzati eventi che coinvolgevano l’incatenamento di orsi e tori in un ring, facendoli combattere contro branco di cani.

Questi spettacoli, chiamati “bull-beating” o “bear-beating”, attiravano l’attenzione di un pubblico interessato a scommettere sulle sorti delle sfide. Secondo alcuni interpreti, queste competizioni avrebbero dato origine alle espressioni “toro” e “orso” nel gergo finanziario.

Inoltre, la tradizione di venditori di pelli d’orso, che compravano le pelli a prezzi fissi e guadagnavano dalle differenze di prezzo, contribuì al diffondersi dell’espressione “orso” nei contesti finanziari.

Un secolo dopo, questi termini furono riportati in una lettera pubblicata il 7 luglio 1709 sul giornale inglese “The Tatler”. La lettera si riferiva al concetto di “buy the bear” (comprare l’orso) e spiegava che chi garantiva un valore su una cosa immaginaria veniva definito “venditore d’orso”, facendo riferimento all’acquisto speculativo nei momenti di ribasso del mercato.

Qual è il Significato mercato Bull?

Il mercato Bull, tradotto in italiano come “mercato Toro”, rappresenta una fase dei mercati finanziari caratterizzata da un’ottimistica tendenza al rialzo dei prezzi degli strumenti finanziari. Durante questa fase, gli investitori mostrano un’attitudine positiva e fiduciosa, acquistando titoli e asset finanziari con l’aspettativa che i prezzi aumenteranno ulteriormente.

L’immagine del toro è utilizzata per simboleggiare la forza e la determinazione dei mercati in crescita, in quanto il toro attacca abbassando le corna e sollevando il muso, analogamente ai prezzi che salgono in maniera aggressiva.

Durante un mercato Bull, si osservano frequentemente nuovi massimi di prezzo, elevati volumi di scambi e un sentimento generale positivo tra gli operatori finanziari.

Questa fase è considerata favorevole per coloro che hanno già investimenti nel mercato, in quanto i loro asset tendono a guadagnare valore. Tuttavia, è essenziale ricordare che i mercati finanziari sono soggetti a fluttuazioni e cicli, e il periodo di mercato Bull può essere seguito da una fase di mercato Bear, contraddistinta da una tendenza ribassista. Pertanto, gli investitori devono essere consapevoli e preparati per affrontare eventuali cambiamenti nel contesto di mercato.

Qual è il Significato mercato Bear?

Il mercato Bear, tradotto in italiano come “mercato Orso”, rappresenta una fase dei mercati finanziari caratterizzata da una tendenza al ribasso dei prezzi degli strumenti finanziari. Durante questa fase, gli investitori mostrano una mentalità più pessimistica e cauta, vendendo titoli e asset finanziari con l’aspettativa che i prezzi diminuiranno ulteriormente.

L’immagine dell’orso è utilizzata per simboleggiare la forza e la potenza dei mercati in declino, poiché l’orso colpisce con i suoi artigli dall’alto verso il basso, simboleggiando le quotazioni che scendono in modo aggressivo.

Durante un mercato Bear, si osservano frequentemente nuovi minimi di prezzo, volumi di scambi ridotti e un sentimento generale negativo tra gli operatori finanziari. Questa fase è considerata sfavorevole per coloro che hanno investimenti nel mercato, poiché i loro asset possono subire perdite di valore.

Tuttavia, è importante sottolineare che i mercati finanziari sono soggetti a fluttuazioni e cicli, e il periodo di mercato Bear può essere seguito da una fase di mercato Bull, caratterizzata da una tendenza rialzista. Pertanto, gli investitori devono essere consapevoli delle variazioni del mercato e adottare strategie adeguate per affrontare tali situazioni.

Bull vs Bear (Toro vs Orso): significato e differenze

Il mondo degli investimenti è spesso contraddistinto da termini particolari, e due di questi sono il “mercato Toro” (Bull Market) e il “mercato Orso” (Bear Market). Scopriamo cosa significano e quali sono le principali differenze tra di loro.

Mercato Toro (Bull Market)

Il Mercato Toro rappresenta una fase positiva e ottimistica nei mercati finanziari. Durante questo periodo, si verifica un aumento costante dei prezzi degli strumenti finanziari, come azioni, obbligazioni e altre tipologie di asset.

Gli investitori sono fiduciosi riguardo alle prospettive future e si dimostrano propensi ad acquistare, portando ad un’alta domanda di strumenti finanziari. Inoltre, i volumi di scambi sono solitamente elevati. L’immagine del toro viene associata a questa fase poiché il toro attacca abbassando le corna e sollevando il muso, simboleggiando la forza e la spinta verso l’alto dei prezzi.

Mercato Orso (Bear Market)

Al contrario, il Mercato Orso rappresenta una fase negativa e pessimistica nei mercati finanziari. Durante questo periodo, si verificano ribassi generalizzati dei prezzi degli strumenti finanziari, causando perdite agli investitori.

La fiducia degli investitori è bassa, e quindi sono inclini a vendere le proprie posizioni per evitare ulteriori perdite. I volumi di scambi tendono a diminuire poiché gli operatori finanziari sono più prudenti nell’investire. L’immagine dell’orso viene associata a questa fase poiché l’orso colpisce con i suoi artigli dall’alto verso il basso, simboleggiando il calo dei prezzi.

Differenze tra Mercato Toro e Mercato Orso

Le principali differenze tra il Mercato Toro e il Mercato Orso sono le seguenti:

Tendenza dei prezzi: Nel Mercato Toro, si osserva una tendenza rialzista con prezzi in aumento, mentre nel Mercato Orso, si ha una tendenza ribassista con prezzi in diminuzione.

Sentimento degli investitori: Nel Mercato Toro, gli investitori sono ottimisti e fiduciosi riguardo alle prospettive future, mentre nel Mercato Orso, gli investitori sono pessimisti e prudenti a causa delle incertezze.

Volume degli scambi: Nel Mercato Toro, i volumi di scambi sono solitamente alti a causa dell’interesse degli investitori ad acquistare. Nel Mercato Orso, i volumi di scambi tendono a diminuire poiché gli investitori sono meno attivi.

Esito degli investimenti: Nel Mercato Toro, gli investitori possono ottenere profitti poiché i prezzi degli asset tendono ad aumentare. Nel Mercato Orso, gli investitori possono subire perdite poiché i prezzi degli asset tendono a diminuire.

In conclusione, sia il Mercato Toro che il Mercato Orso sono fasi naturali e cicliche nei mercati finanziari. Gli investitori devono essere consapevoli di queste differenze per adottare strategie adeguate durante le varie fasi e proteggere il proprio capitale.

Bull and Bear

Toro e Orso: significato e differenze

Nel mondo degli investimenti, i termini “Toro” (Bull) e “Orso” (Bear) sono ampiamente utilizzati per descrivere due diverse fasi dei mercati finanziari. Scopriamo il significato di questi termini e le principali differenze tra loro.

Toro (Bull)

Il termine “Toro” è associato a una fase positiva e rialzista del mercato. Durante il periodo del Toro, si verificano aumenti costanti dei prezzi degli strumenti finanziari, come azioni, obbligazioni e altre tipologie di asset.

Gli investitori dimostrano fiducia nelle prospettive future del mercato e sono inclini ad acquistare, generando un’alta domanda di strumenti finanziari. Di conseguenza, i volumi di scambi tendono ad essere elevati. L’immagine del toro viene utilizzata per simboleggiare questa fase, poiché il toro attacca abbassando le corna e sollevando il muso, rappresentando la forza e l’ascesa dei prezzi.

Orso (Bear)

D’altra parte, il termine “Orso” è associato a una fase negativa e ribassista del mercato. Durante il periodo dell’Orso, si verificano diminuzioni generalizzate dei prezzi degli strumenti finanziari, portando a perdite per gli investitori. Gli investitori hanno scarsa fiducia nelle prospettive future e sono inclini a vendere le proprie posizioni per evitare ulteriori perdite.

Di conseguenza, i volumi di scambi tendono a diminuire poiché gli operatori finanziari sono più cauti nell’investire. L’immagine dell’orso viene utilizzata per simboleggiare questa fase, poiché l’orso colpisce con i suoi artigli dall’alto verso il basso, rappresentando il calo dei prezzi.

Differenze tra Toro e Orso

Le principali differenze tra il Toro e l’Orso sono le seguenti:

Tendenza dei prezzi: Nel periodo del Toro, si osserva una tendenza rialzista con prezzi in aumento, mentre nel periodo dell’Orso, si ha una tendenza ribassista con prezzi in diminuzione.

Sentimento degli investitori: Nel periodo del Toro, gli investitori sono ottimisti e fiduciosi riguardo alle prospettive future, mentre nel periodo dell’Orso, gli investitori sono pessimisti e cauti a causa delle incertezze.

Volume degli scambi: Nel periodo del Toro, i volumi di scambi sono generalmente elevati a causa dell’interesse degli investitori ad acquistare.

Nel periodo dell’Orso, i volumi di scambi tendono a diminuire poiché gli investitori sono meno attivi.

Esito degli investimenti: Nel periodo del Toro, gli investitori possono ottenere profitti poiché i prezzi degli asset tendono ad aumentare. Nel periodo dell’Orso, gli investitori possono subire perdite poiché i prezzi degli asset tendono a diminuire.

In conclusione, sia il periodo del Toro che dell’Orso sono fasi naturali e cicliche nei mercati finanziari. Gli investitori devono essere consapevoli di queste differenze per adottare strategie adeguate durante le diverse fasi e proteggere il proprio capitale.

Bullnbear

Bull e Bear (Toro e Orso): significato e differenze

Nel mondo degli investimenti, “Bull” (Toro) e “Bear” (Orso) sono termini utilizzati per descrivere due diverse fasi dei mercati finanziari. Scopriamo il significato di questi termini e le principali differenze tra di loro.

Toro (Bull)

Il termine “Toro” è associato a una fase positiva e rialzista del mercato. Durante il periodo del Toro, si verificano aumenti costanti dei prezzi degli strumenti finanziari, come azioni, obbligazioni e altre tipologie di asset. Gli investitori dimostrano fiducia nelle prospettive future del mercato e sono inclini ad acquistare, generando un’alta domanda di strumenti finanziari. Di conseguenza, i volumi di scambi tendono ad essere elevati. L’immagine del toro viene utilizzata per simboleggiare questa fase, poiché il toro attacca abbassando le corna e sollevando il muso, rappresentando la forza e l’ascesa dei prezzi.

Orso (Bear)

D’altra parte, il termine “Orso” è associato a una fase negativa e ribassista del mercato. Durante il periodo dell’Orso, si verificano diminuzioni generalizzate dei prezzi degli strumenti finanziari, portando a perdite per gli investitori. Gli investitori hanno scarsa fiducia nelle prospettive future e sono inclini a vendere le proprie posizioni per evitare ulteriori perdite.

Di conseguenza, i volumi di scambi tendono a diminuire poiché gli operatori finanziari sono più cauti nell’investire. L’immagine dell’orso viene utilizzata per simboleggiare questa fase, poiché l’orso colpisce con i suoi artigli dall’alto verso il basso, rappresentando il calo dei prezzi.

Differenze tra Toro e Orso

Le principali differenze tra il Toro e l’Orso sono le seguenti:

Tendenza dei prezzi: Nel periodo del Toro, si osserva una tendenza rialzista con prezzi in aumento, mentre nel periodo dell’Orso, si ha una tendenza ribassista con prezzi in diminuzione.

Sentimento degli investitori: Nel periodo del Toro, gli investitori sono ottimisti e fiduciosi riguardo alle prospettive future, mentre nel periodo dell’Orso, gli investitori sono pessimisti e cauti a causa delle incertezze.

Volume degli scambi: Nel periodo del Toro, i volumi di scambi sono generalmente elevati a causa dell’interesse degli investitori ad acquistare. Nel periodo dell’Orso, i volumi di scambi tendono a diminuire poiché gli investitori sono meno attivi.

Esito degli investimenti: Nel periodo del Toro, gli investitori possono ottenere profitti poiché i prezzi degli asset tendono ad aumentare. Nel periodo dell’Orso, gli investitori possono subire perdite poiché i prezzi degli asset tendono a diminuire.

In conclusione, sia il periodo del Toro che dell’Orso sono fasi naturali e cicliche nei mercati finanziari. Gli investitori devono essere consapevoli di queste differenze per adottare strategie adeguate durante le diverse fasi e proteggere il proprio capitale.

Bears and Bulls

Gli “orso” e i “tori” sono termini usati nel contesto finanziario per descrivere le condizioni di mercato e l’atteggiamento degli investitori.

Il termine “orso” (bear) indica un mercato in declino o pessimista, dove i prezzi delle azioni diminuiscono e gli investitori sono spinti a vendere per evitare ulteriori perdite. In questo scenario, si dice che gli investitori “sono orso” o “hanno una visione ribassista”.

D’altro canto, il termine “toro” (bull) indica un mercato in crescita o ottimista, dove i prezzi delle azioni aumentano e gli investitori sono incoraggiati a comprare perché credono che i prezzi continueranno a salire. Gli investitori che sono ottimisti e si aspettano un aumento dei prezzi sono detti “essere toro” o “avere una visione rialzista”.

Il confronto tra orsi e tori rappresenta la natura opposta delle prospettive degli investitori riguardo al mercato e viene utilizzato comunemente nell’analisi finanziaria per descrivere le tendenze di mercato e i sentimenti degli investitori.

Conclusioni

I termini Mercato Toro e Mercato Orso sono entrati a far parte dell’immaginario collettivo dei mercati finanziari. L’uso di queste espressioni è radicato nella storia e nella mitologia dei mercati e continua a influenzare le scelte degli investitori di tutto il mondo.  Bull n Bear  equivale a Bull and Bear  a Bull Vs Bear e a Bulls and Bears. Potete pensare che sia una trovata per farci pubblicità lo è sicuramente ma è anche una dimostrazione di cosa sia l’intelligenza finanziaria.

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici