Codice Tributo 1793

A cosa corrisponde il Codice Tributo 1793?

 imposta sostitutiva sul regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità – ACCONTO PRIMA RATA – Art. 27, D.L. 06/06/2011, n. 98, conv., con modif.,

Codice Tributo 1793 Normativa sui Nuovi Minimi e Lavoratori in Mobilità


Con l’introduzione dei nuovi codici tributo, è possibile versare l’imposta sostitutiva del 5% prevista per il regime fiscale di vantaggio riservato all’imprenditoria giovanile (noti come nuovi minimi) e ai lavoratori in mobilità. Questa misura è stata istituita dalla Risoluzione del 25 maggio 2012, n. 52/E, emanata dall’Agenzia delle Entrate.

I Codici Tributo per i Nuovi Minimi e Lavoratori in Mobilità
Grazie alla Risoluzione del 25 maggio 2012, n. 52/E, è stato possibile introdurre i seguenti codici tributo per il versamento dell’imposta sostitutiva, relativa al regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità, che prevede un’agevolazione del 5% in sostituzione dell’Irpef e delle relative addizionali (art. 27, Dl 98/2011):

Codice Tributo “1793”
Denominazione: “Imposta sostitutiva sul regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità – Acconto prima rata – art. 27, dl 06/06/2011, n. 98, conv., con modif., dalla l. n. 111/2011”

Codice Tributo “1794”
Denominazione: “Imposta sostitutiva sul regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità – Acconto seconda rata o in unica soluzione – art. 27, dl 06/06/2011, n. 98, conv., con modif., dalla l. n. 111/2011”

Codice Tributo “1795”
Denominazione: “Imposta sostitutiva sul regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità – Saldo – art. 27, dl 06/06/2011, n. 98, conv., con modif., dalla l. n. 111/2011”

Ora i soggetti interessati potranno effettuare il versamento delle somme dovute utilizzando il modello F24 grazie a questi nuovi codici tributo.

Benefici dei Nuovi Minimi e Regime Fiscale di Vantaggio
Il regime fiscale di vantaggio, disciplinato dall’art. 27, Dl 98/2011 e successive modifiche introdotte dalla l. n. 111/2011, offre importanti vantaggi sia all’imprenditoria giovanile che ai lavoratori in mobilità. Questa misura sostituisce l’Irpef e le relative addizionali con un’agevolazione fiscale del 5%, alleggerendo il carico fiscale per coloro che ne possono beneficiare.

 

Categorie contribuenti interessati al codice tributo 1793

Imprenditori artigiani e commercianti, agenti e rappresentanti di commercio, ecc.

Lavoratori autonomi, professionisti titolari di partita Iva iscritti o non iscritti in albi professionali

Quando si paga il codice tributo 1793?

Il codice tributo 1793 è rateizzabile per cui si può pagare ad esempio in sei rate con cadenza solitamente il giorno 16 del mese come nell’esempio sotto riportato.

Il codice tributo 1791 pagabile il 30 novembre (rata unica) si riferisce al pagamento del secondo acconto sulle imposte da effettuarsi il 30 novembre (importo non rateizzabile)

codice Tributo 1792 pagabile dal 30 giugno al 16 novembre a rate si riferisce al pagamento del saldo imposte sull’anno precedente,  (è possibile pagare con più rate tale importo)

codice tributo 1790 pagabile dal 30 giugno al 16 novembre a rate si riferisce al pagamento del primo acconto sulle imposte  (è possibile pagare con più rate tale importo)

Mentre i codici tributo 1793 e 1790 sono rateizzabili in più rate, l’importo del secondo acconto che si versa il 30/11 di ogni anno non è rateizzabile.

 

Come si versa il tributo 1793?

Per mezzo del servizio presente nell’area riservata del soggetto passivo IVA presente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate Modello F24 con modalità telematiche, direttamente oppure tramite intermediario (nel caso di utilizzo di crediti in compensazione di cui alla risoluzione n. 110/E del 31/12/2019, oppure in caso di modello F24 a saldo zero, il modello F24 deve essere presentato esclusivamente utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dellAgenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel; negli altri casi, il modello F24 può essere presentato anche mediante i servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e altri prestatori di servizi di pagamento convenzionati con l’Agenzia delle Entrate).

 

 

Come compilare il modulo F24 tributo 1793

Per effettuare il versamento dell’imposta sostitutiva prevista per i nuovi minimi e i lavoratori in mobilità, è necessario utilizzare il modello F24 e indicare il codice tributo corretto in base alla rata o al saldo che si intende pagare.

Importo: 6000,00 Euro
Anno in cui si è sostenuta la spesa 2023
Numero di rate prescelto 6
Pagamento della prima  rata 1000

.

SEZIONE ERARIO
IMPOSTE DIRETTE – IVA
RITENUTE ALLA FONTE
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI
codice tributo   rateazione/regione/
prov./mese rif.
  anno di
riferimento
  importi a debito
versati
  importi a credito
compensati
  SALDO (A – B)
(1) 1793 (2)               106   (3) 2023 (4) 1000 (5)  
             
             
             
             
             
codice ufficio   codice atto             TOTALE    A (6)   B (7)   (8)  
(9)     (10)    

.

Come compilare i campi dell’ F24

(1) codice tributo: indicare 1793
(2) rateazione/regione/prov/mese rif:

rata che si paga (due cifre) e numero di rate prescelto (due cifre), nell’esempio 0106
N.B.: in caso di pagamento in unica soluzione indicare 0101

(3) anno di riferimento: Anno in cui si è sostenuto la spesa, nell’esempio 2023
(4) importi a debito versati:

indicare il debito d’imposta 1000 €

(5) importi a credito compensati:

non compilare

(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: non compilare

 

Conclusioni


I nuovi codici tributo introdotti con la Risoluzione del 25 maggio 2012, n. 52/E, rappresentano un passo importante per agevolare l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità, offrendo loro un regime fiscale di vantaggio con un’agevolazione del 5% sull’imposta sostitutiva. Ora, grazie ai codici tributo “1793,” “1794,” e “1795,” i soggetti interessati possono effettuare il versamento in modo agevole tramite il modello F24, godendo di benefici fiscali significativi.

 

Altri articoli correlati interessanti

Codici Tributo in ordine progressivo

Nuovi codici natura

Ravvedimento Operoso Online

 

 

 

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici