Codice Tributo 7085 TASSA ANNUALE VIDIMAZIONE LIBRI SOCIALI

 

La tassa di vidimazione dei libri sociali, conosciuta anche come tassa di concessione governativa per le imprese, è un codice tributo di grande rilevanza per i contribuenti. In questo articolo, ti forniremo una guida completa sul codice tributo 7085, spiegandoti a cosa si riferisce, a cosa serve e quando scade. Continua a leggere per saperne di più.

Cos’è il Codice Tributo 7085?


Il codice tributo 7085 è un codice che deve essere utilizzato sul modello F24 per il pagamento della tassa annuale di vidimazione sui libri sociali. Questa tassa è obbligatoria per diverse categorie di contribuenti, tra cui le società consortili a responsabilità limitata, le società per azioni (Spa), le società a responsabilità limitata (Srl), le aziende speciali e i consorzi, le società sottoposte a procedure concorsuali e quelle in liquidazione ordinaria. La sua finalità è coprire i costi relativi alla numerazione e bollatura dei libri e registri sociali.

 

Utilizzo del Codice Tributo 7085


Quando compili il modello F24 per effettuare il pagamento della tassa di vidimazione, è necessario inserire il codice tributo 7085. Inoltre, devi indicare l’anno di riferimento per il quale stai effettuando il versamento. È importante fornire tutte le informazioni richieste in modo accurato per evitare eventuali errori o complicazioni.

Compensazione e Deducibilità


La tassa di vidimazione può essere compensata con altri tributi, nel limite massimo di 516.456,90 euro annui. Tuttavia, è fondamentale rispettare il tetto massimo di compensazioni previste per evitare problemi con l’Agenzia delle Entrate. È importante sottolineare che la tassa di vidimazione è deducibile dal reddito, offrendo un vantaggio fiscale per i contribuenti.

Ravvedimento Operoso


Nel caso in cui si verifichi un ritardo nel pagamento o un’omissione del versamento della tassa di vidimazione, è possibile ricorrere al ravvedimento operoso. Questa opzione consente di regolarizzare la situazione pagando una sanzione pari al 30% dell’importo dovuto. È importante valutare attentamente la possibilità del ravvedimento operoso, al fine di evitare sanzioni più elevate e conseguenze fiscali negative.

In conclusione, il codice tributo 7085 è di fondamentale importanza per i contribuenti che devono effettuare il pagamento della tassa di vidimazione dei libri sociali. Ricorda di rispettare la scadenza annuale entro il 16 marzo e di compilare correttamente il modello F24, includendo il codice tributo 7085 e l’anno di riferimento. Inoltre, considera la possibilità di compensare la tassa con altri tributi e sfrutta la deducibilità dalla base imponibile. Nel caso di ritardi o omissioni, valuta attentamente l’opzione del ravvedimento operoso per regolarizzare la situazione. Mantenere una corretta gestione delle tasse è essenziale per evitare sanzioni e garantire la conformità fiscale.

Scadenza e Importo


La scadenza per il pagamento della tassa di vidimazione è fissata al 16 marzo di ogni anno. È importante rispettare questa data per evitare eventuali sanzioni o ritardi. L’importo della tassa viene calcolato in modo forfettario, indipendentemente dal numero di libri o registri utilizzati durante l’anno. Per determinarne l’importo, si fa riferimento all’ammontare del capitale sociale al 1° gennaio.

Il versamento per l’anno di inizio attività va effettuato utilizzando il bollettino di c/c postale n. 6007 intestato a: AGENZIA DELLE ENTRATE –  BOLLATURA NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI
prima della presentazione della dichiarazione di inizio attività ai fini Iva.

 

Quali sono i libri sociali soggetti a vidimazione?

I soggetti obbligati dovranno versare la tassa annuale vidimazione dei seguenti libri sociali obbligatori, numerati e vidimati da un notaio o dalla Camera di Commercio:

libro dei soci;
libro delle obbligazioni;
libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee;
libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione;
libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale;
libro delle adunanze e delle deliberazioni del comitato esecutivo;
libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti;
ogni altro libro o registro per i quali l’obbligo della bollatura è previsto da norme speciali.
Non è richiesta la vidimazione annuale delle altre scritture contabili e fiscali obbligatorie, per le quali vige in ogni caso l’obbligo di numerazione progressiva.

 

Chi sono i soggetti esonerati al versamento del tributo 7085 per i libri sociali?

I soggetti esonerati sono:

le società cooperative/di mutua assicurazione;
i consorzi che non assumono la forma di società consortile;
le società di capitali dichiarate fallite;
le società sportive dilettantistiche costituite in forma di società di capitali senza scopo di lucro affiliate ad una Federazione Sportiva Nazionale, ad una disciplina sportiva associata o ad un Ente di formazione sportiva (a condizione che il relativo atto costitutivo rispetti le condizioni previste dalla Legge n. 289/2002).

L’importo da versare è così determinato:

Scadenza tassa vidimazione libri sociali 2021: importi
L’importo della tassa annuale vidimazione libri sociali è fissata in misura fissa e dipende dal valore del capitale sociale risultante dall’ultimo Stato Patrimoniale del bilancio di esercizio.

309,87  € se il capitale sociale è inferiore o uguale a 516.456,90  €;
516,46 €  se il capitale sociale è maggiore a 16.456,90 €.

Per le variazioni di capitale sociale successive al 1° gennaio l’importo da versare varierà soltanto a partire dal periodo d’imposta successivo; in questo caso, per variazioni dello Stato Patrimoniale successive al mese di gennaio, l’importo della tassa annuale vidimazione libri sociali dovrà essere ricalcolato nell’anno seguente.

 

Come si versa il tributo 7805?

E’ necessario compilare il modulo F24 fornito dall’Agenzia delle Entrate nella sezione Erario e inserire l’anno in cui sono state registrate le eccedenze di pagamento o direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l’Agenzia delle Entrate) oppure tramite intermediario abilitato

Sezione modello F24 da compilare: ERARIO

Bullnbear

 

Come compilare il modulo F24 tributo 7085

Esempio:

Importo: 4.000,00 Euro
Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento: 2023

.

SEZIONE ERARIO    
IMPOSTE DIRETTE – IVA   codice tributo rateazione/regione/ anno di     importi a debito   importi a credito SALDO (A – B)
RITENUTE ALLA FONTE       prov./mese rif. riferimento   versati     compensati  
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI   -1 7085 -2   -3 2023   -4 4000   -5    
                                 
                                 
                                 
                                 
                                 
codice ufficio   codice atto               TOTALE          A -6   B -7   -8

.

Come compilare i campi dell’ F24

(1) codice tributo: indicare 7085
(2) rateazione/regione/prov/mese rif: non compilare
(3) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nell’esempio 2023
(4) importi a debito versati: indicare l’importo a debito, nell’esempio 4.000,00
(5) importi a credito compensati: non compilare
(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: non compilare

Altri articoli correlati interessanti

Codici Tributo in ordine progressivo

Nuovi codici natura

Ravvedimento Operoso Online

 

 

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici