Codice tributo 1019

Codice Tributo 1019

Ritenute del 4% operate dal condominio quale sostituto d’imposta a titolo di acconto dell’Irpef dovuta dal percipiente

Condomini in qualità di sostituti d’imposta che hanno operato ritenute a titolo di acconto sui corrispettivi pagati nel periodo dicembre 2022 – maggio 2023 per prestazioni relative a contratti d’appalto, di opere o servizi effettuate nell’esercizio d’impresa il cui importo cumulato mensilmente non abbia raggiunto la soglia di euro 500 al 31 maggio 2023

Cosa: Versamento ritenute operate dai condomini sui corrispettivi pagati nel periodo dicembre 2020 – maggio 2022 per prestazioni relative a contratti d’appalto, di opere o servizi effettuate nell’esercizio d’impresa il cui importo non abbia raggiunto la soglia di euro 500 al 31 maggio 2023

Bisogna fare molta attenzione, perché per il pagamento delle ritenute operate dal condominio esistono due differenti codici:

  • il codice tributo 1019 va utilizzato per le ritenute operate a titolo di acconto dell’IRPEF;
  • il codice tributo 1020 va utilizzato per le ritenute operate a titolo di acconto dell’IRES.

La scelta del codice dipende quindi dal tipo di imposta sul reddito di cui è soggetto passivo il percipiente. Un’altra cosa a cui bisogna prestare attenzione è il fatto che ci sono alcune operazioni che sono escluse dalla ritenute al 4%.

Fin dal 2007, con la circolare n. 7/E dell’Agenzia delle Entrate del 07/02/2007, sono state chiarite le modalità secondo le quali l’amministratore di condominio deve operare una ritenuta del 4% con obbligo di rivalsa su tutte le fatture relative a contratti di appalto di opere e servizi effettuate nell’esercizio dell’impresa. È importante notare che la ritenuta deve essere applicata anche se i corrispettivi possono essere qualificati come redditi diversi ai sensi dell’articolo 67, comma 1, lettera i) del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR).

Le Prestazioni Soggette alla Ritenuta del Condominio


Tutte le prestazioni che comportano l’assunzione di un’obbligazione volta alla realizzazione di un servizio sono soggette alla ritenuta del condominio, ad eccezione di quelle che prevalentemente richiedono la cessione del bene rispetto alla mano d’opera. Questo significa che la ritenuta del 4% si applica a tutti gli interventi di manutenzione o ristrutturazione di un edificio, inclusi lavori come manutenzioni impianti elettrici, servizi di pulizia, cura dei giardini, lavori idraulici, manutenzioni di caldaie e ascensori. Al contrario, le forniture di gas, luce e acqua non sono soggette alla ritenuta del condominio.

Ritenute Bancarie e Professionisti

È importante sottolineare che le prestazioni rese da professionisti sono soggette alla ritenuta del 20%, mentre per tutti i lavori di ristrutturazione si applica la ritenuta bancaria dell’8%.

Versamento delle Ritenute

Il versamento della ritenuta del condominio deve essere effettuato entro il giorno 16 del mese successivo a quello del pagamento della prestazione. A nulla rileva la data di emissione della fattura o la data di effettuazione delle prestazioni. È fondamentale rispettare questa scadenza per evitare sanzioni e problemi con l’Agenzia delle Entrate.

FAQ sulle Ritenute del Condominio 1019


1. Chi è tenuto a operare la ritenuta del condominio?
L’amministratore di condominio è responsabile dell’operazione della ritenuta del 4% su tutte le fatture relative ai contratti di appalto di opere e servizi effettuate nell’esercizio dell’impresa.

2. Quali sono le prestazioni soggette alla ritenuta del condominio?
Sono soggette alla ritenuta del condominio tutte le prestazioni che implicano l’assunzione di un’obbligazione volta alla realizzazione di un servizio, ad eccezione di quelle che prevalentemente richiedono la cessione del bene rispetto alla mano d’opera.

3. Quali prestazioni sono escluse dall’applicazione della ritenuta del condominio?
Le forniture di gas, luce e acqua non sono soggette alla ritenuta del condominio.

4. Quali sono le aliquote delle ritenute per i professionisti e i lavori di ristrutturazione?
Le prestazioni rese da professionisti sono soggette alla ritenuta del 20%, mentre per i lavori di ristrutturazione si applica la ritenuta bancaria dell’8%.

Come si registra il codice tributo 1019

E’ necessario compilare il modulo F24 fornito dall’Agenzia delle Entrate nella sezione Erario e inserire l’anno in cui sono state registrate le eccedenze di pagamento o direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l’Agenzia delle Entrate) oppure tramite intermediario abilitato

Sezione modello F24 da compilare: ERARIO

Bullnbear 

 

Come compilare il modulo F24 tributo 1019

Esempio importo a credito

Importo 4.000,00 Euro
Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento: 2022

.

SEZIONE ERARIO
IMPOSTE DIRETTE – IVA
RITENUTE ALLA FONTE
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI
codice tributo   rateazione/regione/
prov./mese rif.
  anno di
riferimento
  importi a debito
versati
  importi a credito
compensati
  SALDO (A – B)
(1) 1019 (2)            (3) 2023 (4)   (5)4000  
             
             
             
             
             
codice ufficio   codice atto             TOTALE    A (6)   B (7)   (8)  
(9)     (10)    

.

Come compilare i campi dell’ F24

(1) codice tributo: indicare 1019
(2) rateazione/regione/prov/mese rif: non compilare
(3) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nell’esempio 2023
(4) importi a debito versati: non compilare
(5) importi a credito compensati: indicare l’importo a credito, nell’esempio 4.000,00
(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: non compilare

Altri articoli correlati interessanti

Codici Tributo in ordine progressivo

Nuovi codici natura

Ravvedimento Operoso Online

Ricorda di condividere questo articolo con altri amministratori di condominio per diffondere la conoscenza sulle ritenute fiscali e facilitare una gestione corretta delle pratiche condominiali.

 

 

 

 

.

BULLNBEARGAMES

Un mondo di giochi da tavolo, kickstarter e accessori ludici