Bull N Bear

Nell’ambito delle politiche regionali di sviluppo economico e promozione territoriale, la Regione Emilia-Romagna ha adottato una delibera regionale finalizzata a sostenere i progetti di internazionalizzazione. Tale delibera, in linea con le disposizioni nazionali e regionali in materia di sviluppo economico e commerciale, mira a promuovere l’apertura dei mercati esteri alle imprese emiliano-romagnole e a favorire la crescita e la competitività del sistema produttivo regionale.

Contenuto della delibera regionale

Con riferimento alla delibera di Giunta regionale n.545 del 12 aprile 2023 della Regione Emilia-Romagna, l’obiettivo è di sostenere il sistema produttivo regionale al di là della crisi pandemica e di aumentarne la resilienza attraverso l’incremento dell’export e lo sviluppo delle imprese esportatrici. Il bando si propone di favorire anche il digital export e il multicanale, promuovendo la diversificazione dei mercati di sbocco.

Il bando intende supportare progetti di internazionalizzazione e promozione internazionale realizzati da piccole e medie imprese, singolarmente o in aggregazione o tramite consorzi. I destinatari possono essere soggetti giuridici con attività economica di micro, piccola e media dimensione, nonché consorzi. I soggetti economici possono partecipare singolarmente o aggregati in associazioni temporanee di imprese o di scopo (ATI o ATS), reti di imprese o consorzi.

Gli interventi ammissibili comprendono la realizzazione di percorsi di internazionalizzazione con l’obiettivo di una specifica area geografica omogenea. Questi percorsi possono includere consulenze, partecipazione a fiere o eventi promozionali nei paesi di interesse, azioni di marketing digitale e produzione di materiale promozionale.

Il contributo regionale concesso sarà a fondo perduto e coprirà il 50% delle spese ritenute ammissibili. Tuttavia, esistono dei limiti massimi per il contributo regionale, che sono i seguenti:

€ 60.000,00 per i partecipanti che presentano domanda singolarmente.
€ 150.000,00 per ATI/ATS, reti e consorzi.
È importante sottolineare che i contributi forniti dal presente bando rientrano nel Regolamento CE 1407/2013 del 18 dicembre 2013 in materia di aiuti “de minimis”.

Per ulteriori informazioni sulla modalità di richiesta e sugli interventi ammissibili, suggeriamo di fare riferimento alla delibera di Giunta regionale menzionata o di contattare direttamente gli uffici competenti della Regione Emilia-Romagna.


L’importanza della trasparenza e della pubblicazione delle deliberazioni


La delibera invita anche il Comune ad adempiere agli obblighi di trasparenza, pubblicando la deliberazione sul sito istituzionale in conformità con la legge 6 novembre 2012, n. 190. Questo invito si basa sull’importanza della trasparenza amministrativa e dell’accesso alle informazioni pubbliche, che costituiscono un presupposto fondamentale per la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica.

La definizione di contabilità pubblica e il ruolo delle Sezioni Riunite in sede di controllo


Nel contesto delle attività di controllo della contabilità pubblica, le Sezioni Riunite hanno delineato una nozione unitaria di contabilità pubblica, evidenziando che si tratta di un sistema di principi e norme che regolano l’attività finanziaria e patrimoniale dello Stato e degli enti pubblici. Questa nozione include anche le materie correlate a questa attività.

Accesso alla normativa regionale e agli atti dell’Assemblea legislativa


Il sito dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna offre la possibilità di consultare i testi vigenti e storici della normativa regionale, nonché gli atti regionali come progetti di legge, delibere, atti ispettivi, atti di indirizzo politico e documenti delle sedute di Aula e delle Commissioni regionali.

Bando a sostegno dei progetti di rilevanza locale


La Regione Emilia-Romagna. In passato, ha approvato diversi bandi per il finanziamento e il sostegno di progetti di rilevanza locale promossi da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e Fondazioni del terzo settore.

Questi bandi offrono supporto finanziario per l’avvio e lo sviluppo di progetti di interesse locale in diverse aree tematiche. Le somme totali destinate ai bandi possono variare a seconda delle delibere della Giunta regionale. Solitamente, vengono indicati i termini e le modalità di partecipazione, nonché i requisiti per essere ammissibili al finanziamento. Puoi trovare ulteriori dettagli e informazioni consultando i siti web ufficiali della Regione Emilia-Romagna, in particolare la sezione dedicata ai bandi nella sezione sociale.

 

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear