Request-to-Pay
Il settore dei pagamenti sta vivendo una continua evoluzione grazie all’introduzione di nuove tecnologie. Una delle più recenti innovazioni è il “Request-to-Pay” (RTP), un framework che permette ai beneficiari di inizializzare bonifici su iniziativa propria. In questo articolo, esploreremo i vantaggi e le opportunità che lo schema RTP offre alle imprese, alle banche e alle fintech.

Cos’è il Request to Pay?

Il Request-to-Pay, abbreviato come RTP, è un nuovo metodo di pagamento che consente ai beneficiari di richiedere una somma di denaro specifica da un pagatore per una determinata transazione . Questo schema è stato sviluppato per offrire una user experience improntata sul paradigma del “conversational payment”, consentendo interazioni più fluide e intuitive tra le parti coinvolte.

Vantaggi per le imprese e le banche

Le imprese e le banche possono trarre numerosi vantaggi dall’adozione del Request-to-Pay. Innanzitutto, lo schema offre maggiore flessibilità e controllo nella gestione delle transazioni finanziarie. I beneficiari possono inizializzare pagamenti in modo rapido e semplice, riducendo il rischio di errori e ritardi. Inoltre, il conversational payment permette una migliore tracciabilità delle transazioni e una maggiore sicurezza, offrendo un’esperienza più gratificante per i clienti.

Opportunità per le fintech

Le fintech hanno un ruolo chiave nello sviluppo e nell’implementazione del Request-to-Pay. Grazie alla flessibilità offerta da questo schema, le fintech possono creare soluzioni innovative per migliorare l’esperienza di pagamento dei loro utenti. Ad esempio, possono integrare il Request-to-Pay con altre tecnologie come l’intelligenza artificiale e il machine learning per offrire servizi personalizzati e predittivi.

Implementazione e sfide

L’implementazione del Request-to-Pay richiede un adeguato sforzo tecnico da parte dei merchant e degli attori coinvolti. È necessario integrare il sistema RTP nei processi di fatturazione esistenti e garantire la compatibilità con gli standard di sicurezza e di comunicazione. Tuttavia, superate queste sfide, il Request-to-Pay può rappresentare un’opportunità di successo per il settore dei pagamenti, offrendo un’alternativa innovativa ai metodi tradizionali.

Quali sono in Italia le aziende che offrono il Request to Pay?


Possiamo identificare alcune aziende che offrono il servizio “Request to Pay” in Italia.

Postepay, società del Gruppo Poste Italiane, in collaborazione con Mastercard, ha lanciato in Italia la soluzione “Request to Pay” (RTP) . Questa soluzione consente di richiedere il pagamento attraverso diversi canali digitali. La partnership tra Postepay e Mastercard ha portato alla digitalizzazione delle richieste di pagamento.

Banca Sella è un’altra istituzione finanziaria italiana che ha aderito al servizio paneuropeo “Request to Pay” (R2P) promosso da EBA Clearing, utilizzando la piattaforma tecnologica “SIA EasyWay” per la gestione dei pagamenti digitali in cloud, compresi gli instant payments e le applicazioni di Open Banking .

Conclusioni

Il Request-to-Pay è un’innovazione che sta cambiando il panorama dei pagamenti, offrendo una user experience conversazionale e una maggiore flessibilità nelle transazioni finanziarie.

“Request 2 Pay” (R2P) è un metodo che consente a un beneficiario di inviare una richiesta di pagamento a un pagatore. Durante il processo di R2P, al pagatore viene presentata l’importo, la valuta, lo scopo/descrizione e le informazioni sul beneficiario. Le informazioni di pagamento dettagliate vengono condivise e il pagatore può approvare o rifiutare la richiesta. Se la richiesta R2P viene approvata, la banca del pagatore viene istruita a iniziare/eseguire il pagamento.

Il framework SEPA Request 2 Pay è stato introdotto per consentire a un beneficiario di richiedere l’inizio di un pagamento da parte di un pagatore attraverso un fornitore di servizi R2P del beneficiario e per consentire al pagatore di esprimere le proprie preferenze di pagamento in linea con le proprie esigenze attraverso un fornitore di servizi R2P del pagatore.

È importante sottolineare che R2P non è un mezzo di pagamento o uno strumento di pagamento, ma una funzionalità di messaggistica che consente al beneficiario di richiedere un pagamento.

R2P sembra essere un’opzione flessibile e sicura per la gestione dei pagamenti, che offre ai pagatori la scelta della modalità di pagamento preferita . È un metodo che può essere utilizzato in diverse situazioni di pagamento, sia fisiche che online.

 

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear