Finanza Comportamentale

La Finanza Comportamentale è una branca dell’economia che si occupa di analizzare i comportamenti delle persone in materia di finanza ed economia. Essa si basa sull’idea che i mercati finanziari non siano sempre razionali e che i comportamenti umani possano influire in modo significativo sulle scelte finanziarie. In questo articolo, esploreremo in dettaglio i vari aspetti della Finanza Comportamentale, suddividendolo in diversi capitoli.

Secondo un articolo di Forwardyou, la finanza comportamentale può essere definita come una combinazione di economia, finanza e psicologia. Gli studi in questo campo si sono concentrati maggiormente negli ultimi 3-4 decenni, producendo importanti pubblicazioni e risultati autorevoli.

Secondo un articolo di Moneyfarm, i fattori chiave che influenzano le scelte finanziarie delle persone sono le emozioni, l’influenza, gli errori cognitivi, le inefficienze di mercato e il rapporto tra perdite e guadagni. Alcuni aspetti della finanza comportamentale sono molto complessi, ma esistono sintesi e punti chiave utili per comprendere il campo in modo più approfondito.

La storia della Finanza Comportamentale


La Finanza Comportamentale ha le sue origini negli studi di Adam Smith alla fine del 18° secolo. Tuttavia, è solo negli ultimi decenni che la disciplina ha cominciato ad essere ampiamente studiata e applicata. Questo capitolo esplorerà la storia della Finanza Comportamentale, dalle sue origini fino ai giorni nostri.

La sua storia ha inizio negli anni ’50 come “ramificazione” della teoria neoclassica della decisione: la “Teoria dell’Utilità Attesa”. Questa teoria postulava che gli individui prendono decisioni razionali basate sull’utilità attesa, ovvero sulla probabilità di un determinato esito e sull’importanza dell’effetto che questo avrà sulla propria felicità.

Tuttavia, successivamente gli studiosi si resero conto che la maggior parte delle persone non si comporta in modo completamente razionale quando prende decisioni finanziarie, ma piuttosto in base a emozioni, cognizioni e pregiudizi.

Da allora, la finanza comportamentale ha continuato a svilupparsi come campo di studio, con importanti contributi di studiosi come Daniel Kahneman e Amos Tversky. Oggi, la finanza comportamentale è riconosciuta come un’importante area di ricerca e applicazione nella finanza, e viene applicata in diverse aree, come l’analisi dei mercati finanziari, la gestione del rischio, il marketing finanziario e la finanza personale.

 

I fattori comportamentali


I fattori comportamentali sono i principali elementi che influenzano le scelte finanziarie delle persone. Questo capitolo esplorerà i cinque fattori comportamentali chiave: le emozioni, l’influenza, gli errori cognitivi, le inefficienze di mercato e il rapporto tra perdite e guadagni. Questi fattori possono influenzare le decisioni finanziarie e come gli investitori possono utilizzare queste conoscenze per prendere decisioni più consapevoli.

Lo sviluppo del comportamento dipende dalle esperienze quotidiane, che possono essere sia positive che negative, ma anche dai fattori emotivi che spingono le persone a reagire in modi diversi.

Tuttavia, in alcuni casi, i fattori comportamentali possono diventare un disturbo, come nei disturbi del comportamento, dove si manifesta una difficoltà nell’autoregolazione emotiva e comportamentale, che può compromettere il funzionamento familiare, sociale e scolastico. Infine, è importante sottolineare come lo sviluppo del sistema nervoso centrale e del comportamento umano dipenda sia da fattori ambientali che genetici e come questi possano influenzarsi reciprocamente.

Psicologia e Finanza Comportamentale


La psicologia gioca un ruolo fondamentale nella Finanza Comportamentale. In questo capitolo, esploreremo le principali teorie psicologiche che sono state applicate alla Finanza Comportamentale, come la teoria della prospettiva e la teoria dei sistemi duali. Queste teorie possono aiutare a comprendere i comportamenti umani nei mercati finanziari.

La finanza comportamentale è una disciplina che si occupa di studiare la psicologia delle scelte nel settore economico-finanziario, analizzando il modo in cui i pregiudizi psicologici possono influire sui mercati finanziari.

La conoscenza della finanza comportamentale può essere molto utile per comprendere meglio le scelte di investimento e migliorare la propria gestione finanziaria. In particolare, la finanza comportamentale cerca di comprendere i processi decisionali degli investitori, cercando di analizzare le loro scelte attraverso l’ottica della psicologia.

Un libro che approfondisce l’argomento della psicologia e degli investimenti finanziari è “Psicologia e investimenti finanziari“. Come la finanza comportamentale aiuta a capire le scelte di investimento” di Paolo Legrenzi, pubblicato da Il Sole 24 Ore nella collana Mondo economico.

 

Comportamento degli investitori


Questo capitolo esplorerà il comportamento degli investitori. Vedremo come gli investitori prendono le loro decisioni, quali sono le loro motivazioni e come le emozioni influenzano le loro scelte finanziarie. Le tecniche che gli investitori possono utilizzare per superare le loro tendenze comportamentali negative e prendere decisioni finanziarie più razionali.

Gli investimenti sono spesso influenzati dal comportamento degli investitori, che può essere influenzato da fattori psicologici e comportamentali. Secondo un articolo di StartMag, durante periodi di alta volatilità sui mercati, i bias comportamentali e cognitivi diventano ancora più rilevanti.

Questi errori comportamentali possono portare gli investitori a compiere scelte impulsiva o basate sulle emozioni, piuttosto che sulla razionalità e l’analisi obiettiva delle informazioni disponibili.

Anche la CONSOB, la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, fa riferimento ai fattori psicologici e comportamentali che possono influenzare negativamente le decisioni degli investitori, soprattutto durante periodi di crisi.

È quindi importante conoscere gli errori comportamentali che si possono commettere in situazioni di stress emotivo e volatilità sui mercati, per compiere scelte ponderate anche in tempi difficili.

Un esempio di come il comportamento degli investitori possa influenzare gli investimenti è stato il boom delle dotcom alla fine degli anni ’90, descritto in un articolo di MoneyFarm.

In questo periodo, i titoli tecnologici sono stati oggetto di acquisti di massa, ma senza giustificazioni basate su informazioni o indicatori che potessero suggerire il loro successo nel breve, medio o lungo periodo.

Questo tipo di comportamento impulsivo e poco razionale ha portato a una bolla speculativa che è esplosa in seguito, causando ingenti perdite agli investitori coinvolti.

Applicazioni pratiche della Finanza Comportamentale

 

Ci sono molte applicazioni pratiche della finanza comportamentale che possono essere utilizzate nel settore finanziario. Ad esempio, uno dei modi in cui la finanza comportamentale può essere applicata è attraverso l’analisi dei fattori chiave che influenzano le scelte delle persone nel settore dell’economia e della finanza. I cinque fattori chiave che influenzano le scelte delle persone sono le emozioni, l’influenza, gli errori cognitivi, le inefficienze di mercato e il rapporto tra perdite e guadagni .

Inoltre, la finanza comportamentale ha trovato una sua applicazione pratica anche nei professionisti del settore finanziario.

Ad esempio, la necessità di trovare un’applicazione metodologica e rigorosa delle teorie della finanza comportamentale è stata risolta attraverso il modello CerCar, che porta la finanza comportamentale ad un livello concreto e tangibile agendo sulle scelte degli investitori.

Conclusioni

In sintesi, la finanza comportamentale è una disciplina che studia i comportamenti degli individui e dei mercati finanziari, e le sue applicazioni pratiche possono essere utilizzate per comprendere meglio le decisioni degli investitori e per aiutare i professionisti del settore a prendere decisioni più informate e consapevoli.

 

 

 

Altri articoli interessanti

Qual è la teoria di Adam Smith?

La teoria di Keynes?

Qual è la teoria economica della Fisiocrazia ?

Qual è la teoria economica del Capitalismo ?

Il Reddito Universale Globale

 

Altre guide di BullNBear

le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear