Se sei un autotrasportatore e vuoi risparmiare fino a 27.000 euro sul tuo prossimo acquisto di un veicolo, non devi fare altro che verificare i criteri e i requisiti, ma devi avere una PEC e una firma digitale che ti apriranno le porte di questa grande opportunità.

Accesso al Bonus


L’opportunità in questione è il Bonus Autotrasportatori 2023, la cui seconda tranche è accessibile tra il 15 marzo e il 28 aprile 2023. In ballo ci sono 10 milioni di euro complessivi e, una volta esauriti, bisognerà attendere il terzo periodo dell’iniziativa (previsto tra il 1° dicembre 2023 e il 15 gennaio 2024, con un importo massimo di 8 milioni di euro).

Tuttavia, anche in caso di esaurimento dei fondi, rimane aperta una possibilità: “Laddove il sistema informatico rilevi l’esaurimento delle risorse finanziarie, le domande saranno comunque proponibili e accolte con riserva in caso di successiva disponibilità di risorse. In quest’ultimo caso, le domande precedentemente accettate con riserva saranno evase in base all’ordine di presentazione fino all’esaurimento delle risorse.”

Come accedere al bonus autotrasporti


Alcuni lo chiamano “Bonus autotrasporti”, ma non va confuso con l’incentivo previsto per il carburante; altri lo chiamano “Bonus camion”, ma questa definizione perde il suo significato ecologico; altri ancora lo hanno ribattezzato “Incentivo per i veicoli commerciali”, abbracciando l’identità dell’iniziativa in modo più didattico.

Il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture ha definito questo intervento come un “contributo al rinnovo del parco veicoli con alimentazione alternativa per l’acquisto di veicoli commerciali altamente sostenibili nell’ambito di un processo di rinnovamento e adeguamento tecnologico del parco veicoli delle aziende di trasporto”.

La sostanza non cambia: lo Stato mette a disposizione un interessante incentivo per cambiare il parco autocarri in Italia, favorendo quegli imprenditori che fanno una scelta ecosostenibile e che fanno il grande salto verso una mobilità di nuova generazione.

Per accedere al contributo è necessario avere:
Una firma digitale, che permette di confermare ufficialmente il contenuto del modulo di richiesta.
Una casella di posta elettronica PEC, da cui inviare ufficialmente la documentazione.
La firma conferma la piena consapevolezza e la conferma del contenuto del documento da parte del firmatario, mentre l’invio tramite PEC determina l’ufficialità (a garanzia di entrambe le parti) dell’invio, così come tradizionalmente non era possibile fare attraverso l’invio di una raccomandata. Grazie alla Firma Digitale e alla PEC, quindi, la richiesta può essere effettuata in pochi minuti, direttamente dal proprio ufficio o smartphone, senza costi e senza perdite di tempo.

Requisiti e incentivi Bonus Autotrasporti


Il bonus è aperto a “tutte le imprese di trasporto merci per conto terzi attive sul territorio italiano” che siano “attualmente iscritte al Registro Elettronico Nazionale (R.E.N.), e all’Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi…”.

Tipo di veicolo Incentivo
Veicoli CGN a motore ibrido 4.000 euro
Veicoli diesel/elettrico e a metano CNG inferiori alle 16 tonnellate 9.000 euro
Veicoli elettrici di massa superiore a 3,5 tonnellate e fino ad un massimo di 7 tonnellate 14.000 euro
Mezzi elettrici oltre 7 tonnellate o veicoli a trazione alternativa a gas naturale liquefatto LNG e CNG e a motorizzazione ibrida con massa superiore a 16 tonnellate 24.000 euro
Veicoli alimentati a diesel di classe inferiore a Euro 4 con rottamazione 1.000 euro aggiuntivi
Maggiorazione del 10% per acquisti operati da imprese medio-piccole

Si ricorda che la maggiorazione del 10% per gli acquisti operati da imprese medio-piccole va esplicitata in fase di richiesta del contributo e potrà essere certificata in fase di rendicontazione attraverso specifica dichiarazione sostitutiva attestante il numero delle unità di lavoro addette (ULA) e il volume di fatturato conseguito.

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear