Open Interest

In questo capitolo, verrà fornita una panoramica sull’Open Interest Trading in opzioni. Verranno presentati i principali concetti che saranno discussi nel corso dell’articolo, come l’opzione, il prezzo di esercizio, la data di scadenza e l’open interest. Sarà spiegato l’importanza dell’Open Interest Trading nella valutazione del mercato delle opzioni.

Cos’è l’Open Interest

L’Open Interest rappresenta il numero di contratti derivati, di futures e opzioni, aperti in un dato momento sulle varie scadenze temporali. Si può definire dunque come la somma di tutte le posizioni lunghe o corte aperte nel mercato su un determinato strike e in uno specifico istante.

Questo dato è particolarmente utile per gli investitori che desiderano valutare l’andamento del mercato delle opzioni.

Per quanto riguarda le strategie di trading basate sull’O I, esse possono essere divise in due categorie: rialziste e ribassiste. Nel caso di una strategia rialzista, l’investitore acquista opzioni d’acquisto (call options) e cerca di trarre profitto dall’aumento del prezzo del sottostante. Nel caso di una strategia ribassista, l’investitore acquista opzioni di vendita (put options) e cerca di trarre profitto dalla diminuzione del prezzo del sottostante.

Un altro concetto importante nell’O I Trading è il prezzo di esercizio (strike price), che rappresenta il prezzo a cui l’opzione può essere esercitata. La data di scadenza dell’opzione rappresenta invece il momento in cui l’opzione scade e non può più essere esercitata.

Mentre l’Open Interest può fornire informazioni utili sull’andamento del mercato delle opzioni, è importante tenere presente che ci possono essere alcune distorsioni. Ad esempio, un aumento dell’O I può essere causato dalla creazione di nuove opzioni, piuttosto che dall’acquisto di opzioni esistenti. Inoltre, ci possono essere altri fattori che influenzano l’andamento del mercato delle opzioni, come i rapporti di guadagno, i tassi di interesse e la volatilità del mercato.

Esempio:

Se un trader A vende 2 contratti future al trader B, l’open interest cresce di 2.

Nel caso in cui un altro trader A compri 2 contratti future da un trader C, l’O I cresce a 4.

Ora, se il trader A chiude la sua posizione, cioè compra i suoi contratti future alla controparte A o B, allora l’O I si ridurrà di quella quantità.

Nel caso in cui invece il trader A chiuda la sua posizione con una nuova controparte, diciamo D, l’open interest rimarrà invariato poiché, nonostante A abbia chiuso la sua posizione, la posizione di D è ancora aperta.

Perché è interessante l’open interest?

Mentre l’analisi del volume è importante per quantificare la forza e la consistenza dei trend.

In un trend rialzista i volumi devono essere elevati quando si verificano dei forti rialzi per poi contrarsi nel corso delle fasi correttive o di consolidamento;

In un trend ribassista i volumi devono essere elevati quando si verificano accelerazioni al ribasso per poi contrarsi nel corso delle fasi di recupero o di consolidamento.

L’O I suggerisce ai trader quali sono i prezzi che il mercato considera come i livelli più importanti. I contratti con O I elevato hanno inoltre maggiore liquidità e possono essere più facili da negoziare e avere spread più ristretti rispetto ai contratti con open interest inferiore.

Esempio

Ecco un esempio grafico che mostra come l’Open Interest può essere utilizzato per valutare l’andamento del mercato delle opzioni.

Nell’immagine qui sotto, abbiamo il grafico del prezzo di una opzione call su un determinato sottostante, con il prezzo di esercizio (strike price) pari a $100 e la data di scadenza a fine mese. La linea blu rappresenta il prezzo dell’opzione, mentre la linea rossa rappresenta l’Open Interest.

Come si può notare, l’Open Interest inizia a salire qualche giorno prima della scadenza dell’opzione. Ciò potrebbe indicare che gli investitori stanno acquistando opzioni in previsione di un aumento del prezzo del sottostante. Tuttavia, dopo aver raggiunto il picco, l’Open Interest inizia a diminuire, il che potrebbe indicare che gli investitori stanno iniziando a vendere le loro posizioni.

In questo esempio, l’Open Interest può essere utilizzato come indicatore di quanto interesse c’è nel mercato delle opzioni e se gli investitori si aspettano un movimento significativo del prezzo del sottostante. Tuttavia, è importante notare che l’Open Interest non fornisce informazioni sulle direzioni specifiche dei movimenti dei prezzi e che è necessario prendere in considerazione anche altri fattori quando si prendono decisioni di trading.

 Conclusioni

In questo capitolo, verranno fornite le conclusioni dell’articolo. Saranno riassunti i principali concetti discussi nel corso dell’articolo e verranno forniti alcuni suggerimenti per il trading basato sull’Open Interest. Sarà inoltre discusso il futuro dell’O I Trading e le possibili evoluzioni di questo approccio nel tempo.

Defense Point Distribution:

Con D.P.D. si intende un’evoluzione del classico O.I.

Attraverso l’elaborazione di tutti gli scambi di sottostante e opzioni, un complesso sistema di algoritmi di calcolo individua le posizioni e i premi incassati, scinde le posizioni sintetiche da quelle effettive e mostra un grafico ad istogramma .

Prosegui con il percorso sulle opzioni

Opzioni Call e Put
Vendere Opzioni
Le Greche
Open Interest
Piattaforme di trading 
Volatilità
Opzioni Strategie
Privacy Policy Cookie Policy