Concorrenza Imperfetta

La concorrenza imperfetta è una situazione in cui, all’interno di un mercato, non tutte le imprese hanno la stessa capacità di influire sui prezzi e sulle quantità di prodotto vendute. In altre parole, si tratta di una situazione in cui le imprese non sono perfettamente competitive. In questo articolo esploreremo la concorrenza imperfetta, definendola e analizzando i suoi diversi tipi.

Definizione di concorrenza imperfetta

La concorrenza imperfetta è una situazione in cui le imprese all’interno di un mercato hanno una certa capacità di influire sui prezzi dei beni o dei servizi che offrono. In questa situazione, le imprese hanno un certo potere di mercato, che può derivare da diversi fattori, tra cui la presenza di barriere all’entrata, la differenziazione del prodotto, l’asimmetria delle informazioni, la presenza di economie di scala e di rete, e così via.

I tipi di concorrenza imperfetta

Esistono diversi tipi di concorrenza imperfetta, tra cui la concorrenza monopolistica, l’oligopolio, il monopolio e la concorrenza monopolistica bilaterale.
La concorrenza imperfetta si verifica quando un mercato non ha tutte le caratteristiche di un mercato perfettamente competitivo, come ad esempio un numero elevato di acquirenti e venditori e una trasparenza dei prezzi. Ci sono quattro principali tipi di mercati con concorrenza imperfetta: il monopolio, l’oligopolio, la concorrenza monopolistica e l’oligopsonio. In questo articolo esploreremo ciascuno di questi tipi di mercato e le loro caratteristiche.

Monopolio

Il monopolio si verifica quando c’è solo un venditore nel mercato, il quale ha un controllo quasi totale sul prezzo. I monopolisti possono imporre prezzi elevati poiché i consumatori non hanno alternative al prodotto offerto. I monopolisti hanno anche la possibilità di limitare la produzione, il che significa che il prezzo può essere ancora più alto.

Oligopolio

L’oligopolio si verifica quando ci sono pochi venditori nel mercato, i quali possono avere un controllo significativo sul prezzo e sulla quantità prodotta. Gli oligopolisti spesso cercano di limitare la concorrenza tra di loro, ad esempio formando un cartello che stabilisca prezzi e quantità prodotte. Gli oligopolisti spesso competono attraverso la differenziazione dei prodotti e attraverso strategie di marketing.

Concorrenza monopolistica

La concorrenza monopolistica si verifica quando ci sono molte imprese che producono prodotti simili, ma differenziati in modo significativo. Questo significa che le imprese hanno una certa libertà di fissare i prezzi. Le imprese in questo tipo di mercato spesso cercano di distinguersi dalle altre attraverso la pubblicità e la differenziazione del prodotto.

Oligopsonio

L’oligopsonio si verifica quando ci sono pochi acquirenti per una data materia prima o prodotto finito. Gli oligopsonisti possono avere un controllo significativo sui prezzi poiché i fornitori non hanno alternative al loro acquisto. Gli oligopsonisti spesso cercano di ridurre il prezzo di acquisto attraverso la negoziazione con i fornitori e l’imposizione di restrizioni sulla produzione.

Effetti della concorrenza imperfetta sui consumatori

La concorrenza imperfetta può avere effetti negativi sui consumatori, poiché i prezzi possono essere più elevati rispetto ai prezzi che si verificherebbero in un mercato perfettamente competitivo. Inoltre, la concorrenza imperfetta può limitare la scelta dei consumatori, poiché le imprese possono produrre prodotti simili ma differenziati, ma non esiste una vera e propria concorrenza sui prezzi.

Effetti della concorrenza imperfetta sull’economia

La concorrenza imperfetta può avere effetti positivi sull’economia, poiché può incentivare l’innovazione e la differenziazione del prodotto.

Inoltre, la concorrenza imperfetta può incentivare le imprese a investire in ricerca e sviluppo per creare prodotti e servizi innovativi che possano distinguersi dai prodotti della concorrenza. Questo può portare a una maggiore efficienza, produttività e crescita economica.

Tuttavia, la concorrenza imperfetta può anche limitare l’efficienza del mercato poiché le imprese non sono costrette a ridurre i costi e migliorare la qualità dei prodotti. Inoltre, la concorrenza imperfetta può portare a una distribuzione iniqua del reddito, poiché le imprese possono imporre prezzi elevati ai consumatori e trattenere una quota elevata del reddito.

In sintesi, la concorrenza imperfetta è un’importante area di studio nell’economia poiché ha effetti significativi sui consumatori, sull’economia e sulla distribuzione del reddito. Comprendere i diversi tipi di mercati con concorrenza imperfetta e le loro caratteristiche può aiutare le imprese, i consumatori e i responsabili delle politiche a prendere decisioni informate che possono promuovere un’economia più efficiente, equa e innovativa.

Concorrenza imperfetta esempio


Un esempio di concorrenza imperfetta può essere il mercato delle compagnie telefoniche. In questo mercato, ci sono diverse compagnie che offrono servizi di telefonia mobile, ma ci sono alcune caratteristiche che lo rendono imperfetto.

In primo luogo, le compagnie telefoniche hanno un certo controllo sui prezzi poiché i consumatori non hanno alternative a cui rivolgersi per servizi di telefonia mobile. Inoltre, le compagnie telefoniche spesso si impegnano in strategie di marketing e differenziazione del prodotto per distinguersi dalla concorrenza. Ad esempio, alcune compagnie telefoniche potrebbero offrire tariffe più convenienti per i dati o offrire una copertura di rete migliore.

Tuttavia, la concorrenza tra le compagnie telefoniche può essere limitata da fattori come la distribuzione del mercato geografico, i costi di ingresso elevati per le nuove imprese e le barriere tecnologiche. Ciò significa che le compagnie telefoniche possono avere un certo grado di potere di mercato, il che può influire sui prezzi e sulla qualità del servizio offerto.

In sintesi, il mercato delle compagnie telefoniche è un esempio di concorrenza imperfetta in cui le imprese hanno un certo controllo sui prezzi e sulla qualità del servizio offerto, ma ci sono alcune limitazioni alla concorrenza che influiscono sul funzionamento del mercato

Le quattro forme di mercato sono:

Concorrenza perfetta: in questo tipo di mercato, ci sono molte piccole imprese che vendono prodotti identici e non hanno il potere di influenzare il prezzo di mercato. Le imprese entrano e escono dal mercato facilmente, e la concorrenza è completamente libera.

Monopolio: in questo tipo di mercato, c’è una sola impresa che detiene il controllo esclusivo sul mercato. L’impresa ha il potere di influenzare il prezzo e di limitare l’ingresso di nuove imprese nel mercato.

Oligopolio: in questo tipo di mercato, ci sono poche imprese che dominano il mercato. Le imprese possono cooperare tra di loro per mantenere prezzi elevati e limitare l’ingresso di nuove imprese nel mercato.

Concorrenza monopolistica: in questo tipo di mercato, ci sono molte imprese che vendono prodotti simili ma differenziati. Le imprese cercano di distinguersi dalla concorrenza attraverso la differenziazione del prodotto, ma hanno solo un certo grado di controllo sui prezzi.

In ogni tipo di mercato, le caratteristiche del mercato, il numero di imprese e il potere di mercato delle imprese influiscono sui prezzi, sulla qualità del prodotto e sulla concorrenza. La comprensione delle diverse forme di mercato è importante per i consumatori, le imprese e i responsabili delle politiche poiché può influire sul modo in cui le imprese prendono decisioni e sulle politiche di regolamentazione del governo.

Altri articoli interessanti

La Concorrenza Perfetta

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear