Pensioni

A seguire le informazioni riguardanti i pagamenti delle pensioni di marzo 2023 in Italia. Il pagamento avverrà sia in contanti presso gli uffici postali che sui conti correnti bancari e postali. Inoltre, saranno presentate le date previste per i pagamenti in contanti e le novità relative al cedolino pensione di marzo 2023.

Date di pagamento

Le pensioni di marzo 2023 il pagamento delle pensioni di marzo avverrà con una tempistica diversa a seconda che questa sia domiciliata in banca o presso Poste Italiane. Il pagamento avverrà con valuta:

1° marzo per gli accrediti presso le poste;
3 marzo per gli accrediti presso gli istituti bancari.
Sempre a partire da mercoledì 1° marzo sarà inoltre possibile ritirare la pensione in contanti presso gli uffici postali. Gli uffici postali invitano a seguire un calendario per il ritiro in posta che dipende dalle iniziali del cognome. Le date di marzo sono indicate nella seguente tabella:

Date di pagamento Iniziali cognome
Mercoledì 1° marzo dalla A alla B
Giovedì 2 marzo dalla C alla D
Venerdì 3 marzo dalla E alla K
Sabato 4 marzo (mattina) dalla L alla O
Lunedì 6 marzo dalla P alla R
Martedì 7 marzo dalla S alla Z

 

Modalità di pagamento

I titolari di Libretto di Risparmio, Conto BancoPosta o carta Postepay Evolution che abbiano scelto l’accredito in conto potranno ricevere le loro pensioni di marzo 2023 a partire dal 1° marzo. Inoltre, i possessori di carte di debito associate a conti/libretti potranno usufruire di una polizza assicurativa gratuita che consente un risarcimento fino a € 700 all’anno sui furti di contante subiti nelle due ore successive al prelievo effettuato sia dagli sportelli postali sia dagli ATM Postamat.

Cedolino pensione

Nel cedolino della pensione di marzo 2023, è possibile verificare l’importo erogato e le specifiche variazioni rispetto ai precedenti. INPS segnala alcune particolarità, come la trattenuta delle addizionali regionali e comunali relative al 2022 e il ricalcolo a consuntivo delle ritenute erariali relative al 2022 sulla base dell’ammontare complessivo dei trattamenti pensionistici erogati. Nel caso di pensionati con importo annuo complessivo dei trattamenti pensionistici fino a 18.000 euro, per i quali il ricalcolo dell’IRPEF ha determinato un conguaglio a debito di importo superiore a 100 euro, la rateazione verrà applicata fino alla mensilità di novembre.

Conclusioni

In sintesi, l’articolo fornisce informazioni utili riguardo ai pagamenti delle pensioni di marzo 2023 in Italia. I pagamenti avverranno sia in contanti che sui conti correnti bancari e postali. È stato anche presentato il calendario delle date previste per i pagamenti in contanti e le novità relative.

 

 

Altri articoli interessanti

Pensione Naspi cos’è?

Qual è l’Importo della pensione con 10 anni di contributi?

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

 

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear