Assegno Unico

L’Assegno Unico per figli a carico è un sostegno economico mensile erogato dall’INPS alle famiglie con figli a carico, a partire dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni di età dei figli, sulla base dell’indicatore ISEE in corso di validità. Il genitore richiedente o chi ne esercita la potestà genitoriale deve soddisfare determinati requisiti al momento dell’invio della domanda, tra cui essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione europea, essere soggetto al pagamento dell’imposta sul reddito in Italia, essere residente e domiciliato in Italia da almeno due anni, anche non continuativi, oppure essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale, e possedere un ISEE in corso di validità calcolato ai sensi dell’articolo 7 del d, secondo la tabella di cui all’articolo 2 del decreto-legge n. 79/2021.

L’importo dell’assegno unico varia in base alla situazione economica familiare, cioè in base all’indicatore ISEE. Per figli minorenni con un ISEE 2022 fino a 15.000 €, l’assegno mensile è di 175 €. In caso di ISEE maggiore, l’assegno si riduce gradualmente fino a 50 €. Per figli maggiorenni fino al compimento del 21° anno di età con un ISEE relativo al 2022 fino a 15.000 €, l’assegno mensile è di 85 €. Tale importo si riduce gradualmente in caso di ISEE più alto, fino a raggiungere i 25 € mensili.

Maggiorazioni assegno unico

Ci sono alcune maggiorazioni dell’importo dell’assegno unico, ad esempio per ogni figlio successivo al secondo, per la presenza nel nucleo di figli non autosufficienti con disabilità grave e media (senza limiti di età), per mamme con meno di 21 anni di età, per genitori entrambi titolari di reddito da lavoro e per famiglie con ISEE non maggiore di 25.000 € (fino al 2024).

L’Assegno Unico sostituisce il Bonus mamma domani o premio alla nascita, il Bonus bebè o assegno di natalità e l’assegno al nucleo familiare. Inoltre, chi percepisce il Reddito di Cittadinanza (Rdc) non deve presentare una nuova domanda per l’assegno unico, poiché quest’ultimo verrà erogato automaticamente dall’INPS.

Assegno unico requisiti per poterlo ottenere

L’assegno unico è una misura di sostegno economico destinata alle famiglie con figli a carico. Per poter accedere all’assegno unico, è necessario soddisfare i seguenti requisiti:

  1. Avere almeno un figlio minore di 18 anni a carico.
  2. Essere residenti in Italia e avere la cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Unione Europea o del SEE (Spazio Economico Europeo).
  3. Avere un reddito familiare complessivo non superiore a una certa soglia stabilita annualmente dall’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale).
  4. Non essere titolari di altri sostegni economici destinati alle famiglie con figli a carico, ad eccezione del bonus bebè e del bonus mamma.
  5. Essere in regola con il pagamento delle tasse e dei contributi previdenziali.
  6. Non essere in possesso di patrimonio immobiliare o mobiliare di valore superiore a una certa soglia stabilita annualmente dall’INPS.

È importante notare che i requisiti per l’assegno unico possono cambiare nel tempo, in base alle decisioni legislative e alle scelte dell’INPS.

Altri articoli interessanti

Stipendio lordo e netto come calcolarli?

Tempo massimo per emissione fattura allo sdi

Fatture rifiutate dallo SDI cosa fare?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear