Bonifico Parlante

Storno bonifico bancario

Lo storno del bonifico bancario è la cancellazione del bonifico per cui lo stesso non sarà disposto dalla banca e pertanto sarà come non averlo mai eseguito.

Attenzione storno e cancellazione sono uguali solo ne momneto in cui possiamo chiedere al nostro istututo di cancellare il bonico. Generalmente i tempi sono qualche ora o al massimo un paio di giorni dall’emissione. Lo storno vero e proprio lo si deve richiedere al beneficiario del bonifico che ha ricevuto la somma non dovuta o non corrispondente dopo che la steesa sia stata accreditata sul suo conto.

Paragrafi


Perché un bonifico viene stornato o cancellato?

Nel momento in cui si dispone un bonifico, sia che l’operazione sia fatta tramite home banking, sia che sia fatta in filiale, è possibile che ci siano presenti errori di compilazione del modulo.

In questo caso è necessario utilizzare lo strumento dello storno bonifico per revocare il trasferimento di fondi, che ritorneranno sul conto corrente dell’ordinante.

L’ operazione è valida per i bonifici classici o anche tra aziende, tramite il conto corrente aziendale.

La procedura di storno di bonifico è molto comune, nonostante i sistemi bancari siano sempre più digitalizzati: un errore può sempre capitare, quindi i diversi istituti di credito prevedono la possibilità di revocare un bonifico.

Quali sono gli errori pià comuni nella compilazione del bonifico?

L’errore più comune è quello che riguarda il codice IBAN, che può essere errato e quindi non abbinato al corretto beneficiario: in caso di codice IBAN comunque esistente nel sistema bancario, il bonifico viene  finalizzato (anche se il destinatario è errato).


Ci può essere un errore anche nel momento in cui si compila il modulo di richiesta di bonifico (un numero o una lettera errata). Senza dimenticare la possibilità che sia l’ addeeto allo sportello a sbagliare, nel momento in cui inserisce l’ordine nel sistema.
Un altro errore abbastanza comune  riguarda la somma  bonificata: ad esempio, se viene trasferito un importo errato, questo può portare alla necessità di effettuare lo storno del bonifico.


Un tipo di errore molto comune che richiede lo storno del bonifico è quello relativo alla compilazione dei cosiddetto “bonifico parlante”: in questo caso l’errata compilazione può portare alla perdita dei benefici fiscali previsti per legge e quindi diventa necessario procedere allo storno.


Nel caso in cui nella motivazione sia stata inserita una dicitura sbagliata, diversa da quella prevista dalla legge: per non perdere la possibilità di usufruire del bonus fiscale per i lavori di ristrutturazione è necessario procedere allo storno del bonifico.


Inoltre, può essere necessario procedere alla revoca del bonifico quando è stata inserita una causale sbagliata: in questo caso infatti si rischia un accertamento da parte degli enti preposti al controllo della regolarità delle operazioni a livello fiscale, procedura che è sempre meglio evitare.

Quali sono i tempi per lo storno di un bonifico?

Determinante nello storno del bonifico è il rispetto dei tempi imposti dalle condizioni delle singole banche: infatti, la revoca del bonifico avrà effetto solo se effettuata prima che le somme trasferite vengano accreditate sul conto corrente del beneficiario e questo può avvenire solo se si procede alla revoca in un tempo relativamente breve.

Lo storno cancellazione del bonifico è possibile fra l’ordine del bonifico e l’esecuzione dello stesso percè intercorre un lasso di tempo: infatti l’esecuzione si verifica dopo l’orario di cut off, anche se l’ordine è stato effettuato prima, quindi normalmente alla fine di ogni singola giornata.

Il termine del cut-off varia a seconda dei diversi istituti di credito: in ogni caso dall’esecuzione del bonifico inizia un periodo (che di solito è compreso fra 1 e 2 giorni lavorativi) in cui è possibile procedere allo storno del bonifico.

Per riuscire a stornare un bonifico bisogna quindi agire in modo rapido, revocando lo stesso subito dopo l’ordine o, al massimo, nel giro di 2-3 ore: ci sono però alcune eccezioni, previste dalle singole banche, che possono dare luogo a tempi più lunghi per la revoca, facendo coincidere il termine con il termine giornaliero dell’attività della banca.


Ma come eseguire lo storno del bonifico?


Storno del bonifico trmite home banking

Se si effettua un bonifico tramite home banking l’intervento necessario per stornare lo stesso prevede di accedere alla propria area riservata, nel minor tempo possibile.

In alcuni conti, all’interno della sezione “Bonifici Effettuati” si potrà trovare l’elenco delle disposizioni effettuate: accanto a quelle su cui è possibile intervenire è disponibile il comando “annulla”. Per confermare l’operazione sarà necessario inserire il codice di sicurezza e comparirà un messaggio che conferma l’annullamento.

L’esecuzione dello storno andrà controllata anche sul conto corrente, dove verranno anche riaccreditati i fondi trasferiti con bonifico.
Storno bonifico in filiale

In caso di operazione in filiale, invece diventa necessario recarsi il prima possibile in banca e richiedere all’operatore lo storno del bonifico.

Per effettuare lo storno allo sportello è necessario avere con sé e consegnare la ricevuta dell’avvenuto bonifico: in questo modo l’operazione sarà più semplice e veloce.

Anche in questo caso è utile richiedere la stampa di un documento in cui siano indicati i movimenti del conto corrente, in cui dovrà comparire anche l’operazione di storno bonifico.


Cosa succede se troppo tardi e il bonifico è già stato inviato?

Se non si riesce a effettuare la revoca dei bonifici nei tempi previsti? In questo caso è necessario procedere in modo diverso. Bisogna infatti rifarsi alla normativa prevista dal D.Lgs n.11/2010: l’articolo 17 di tale provvedimento precisa che il trasferimento di fondi non può essere annullato se la somma è già stata trasferita sul conto corrente del beneficiario, anche se si tratta di un soggetto che non ha diritto a ricevere questa somma. In questo caso non si può operare lo storno del bonifico.

La procedura prevede di inoltrare una richiesta scritta all’istituto di credito, in cui si fa richiesta dell’annullamento del bonifico errato.

In ogni caso diventa necessario che il ricevente restituisca la somma ricevuta.In questi casi è necessario un atto scritto alla banca, con il quale si chiede lo storno del bonifico per errore e attendere che la persona che abbia ricevuto il bonifico errato, effettui la restituzione.

Attenzione però, perché la banca non può obbligare il soggetto, anche se privo del diritto di ricevere la somma bonificata, a restituirla.

Se il beneficiario non restituisce il denaro spontaneamente, diventa necessario adire le vie legali.

 

Azioni legali  per lo storno del bonifico

Come prevede  il codice civile, che fa giurisprudenza in questi casi, il pagamento deve essere fatto soltanto al creditore o a colui che è stato incaricato di ricevere la somma. Quindi se non dovesse bastare una telefonata o una email, bisognerà scrivere inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno o una email di posta elettronica certificata. E se anche questo tentativo non dovesse andare in porto, allora si dovrà ricorrere alle azioni legali ed ad un buon avvocato. Ma se il credito non supera 1.100 euro, il decreto ingiuntivo da presentare al giudice di pace non richiede la presenza di un avvocato.

In ogni caso se la banca dopo aver verificato che i dati disposti sulla richiesta non corrispondono a quelli corretti provvede allo storno del bonifico in 15-20 giorni lavorativi, anche se in certi casi si può arrivare persino a 30 giorni. E può farlo d’ufficio, ossia anche non in presenza di una specidica richiesta scritta da parte del cliente perché comunque quel bonifico non ha nessuna speranza di poter andare in porto.

 

Altri articoli interessanti

CMP Bari

CMP Milano Roserio

CMP Milano Borromeo

CMP Roma Fiumicino

CMP Romanina Stampe

CMP Napoli

CMP Ancona

CMP Palermo

Cmp Padova

Cmp Torino

CMP  Firenze

CMP Catania

CMP Bologna

CMP Venezia

Raccomandata Market: Cos’è ?

Raccomandata 788

Raccomandata 618

Raccomandata 617

Raccomandata Market 648

Raccomandata Market 684

Raccomandata Market 688

Raccomandata Market 689

Raccomandata Market 685

Bancoposta Click, come funziona? E’ conveniente?

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

5 1 vote
Article Rating
Bull N Bear

Pin It on Pinterest