Banche Italiane

Polizza vita Banca Intesa San Paolo

La compagnia assicurativa Intesa Vita nasce nel 2003.
Essa ha un numero elevato di filiali, circa 5000,  tramite queste distribuisce le sue polizze.
Il suo principio è quello di offrire ai propri clienti servizi efficaci.
La compagnia assicurativa cerca inoltre di proporre soluzioni di investimento che cercano di essere più coerenti possibili alle esigenze del mercato.

Il prodotto principale Intesa Vita offre BASE SICURA, che ha come obbiettivo quello di offrire sicurezza per il capitale investito.

L’ampliamento della gamma dei servizi offerti, coinvolge  i prodotti assicurativi standardizzati. Tra questi, particolare attenzione ha la “polizza vita” con finalità pensionistiche.
E’ un prodotto assicurativo così strutturato:

la compagnia di assicurazione investe in un fondo apposito il premio pagato dal cliente periodicamente (mese/anno) o in unica soluzione (premio unico). Una percentuale del rendimento annuo di quel fondo viene riconosciuta alla posizione del cliente. Al termine del periodo contrattato in polizza (10 / 25 anni ed oltre), la compagnia riconosce all’assicurato o l’intero capitale nel frattempo maturato, o una rendita rivalutabile finché esso é in vita.

Il cliente può scegliere tra polizze a premio fisso, definito per tutto il periodo, oppure a premio crescente. Inoltre, le polizze pensionistiche possono prevedere anche il rimborso di un capitale, quale indennizzo per il beneficiario indicato dal cliente, in caso di morte dell’assicurato durante il periodo di pagamento
dei premi. Sono le polizze “miste”.
Nel caso di polizze miste, il risultato finanziario finale sarà inferiore a quello che avrebbe avuto una polizza che non avesse dovuto assicurare la ulteriore prestazione assicurativa in caso di premorienza.

Il risultato finanziario della polizza vita Banca Intesa San Paolo

Il risultato finanziario della polizza dipende da  3 variabili, le prime due conosciute, la terza accuratamente tenuta nascosta da quasi tutte le compagnie di assicurazione:
1) Prima variabile: Rendimento del fondo. Viene reso noto alla clientela annualmente tramite comunicati e articoli di stampa.
2) Seconda variabile: Quota percentuale del rendimento retrocessa al cliente. Infatti gli interessi maturati non vengono integralmente riconosciuti al cliente.
La parte riconosciuta é indicata in polizza e si aggira attorno al 75 / 85 per cento (nel caso di convenzioni con grandi enti arriva anche al 90 per cento). Il restante 20 / 25 per cento del rendimento viene trattenuto dalla compagnia.
3) La variabile nascosta: Non é a tutti noto che il premio versato annualmente dall’assicurato non viene
investito interamente, ma una parte é trattenuta dalla compagnia di assicurazione per sue spese. Questa quota, definita “caricamento”, va da un 5 per cento ad oltre il 20 per cento del premio versato. Solo poche compagnie lo indicano.
Le polizze vita vendute in banca hanno “caricamenti” più bassi di quelle vendute sul mercato assicurativo.

Quanto costa polizza vita Intesa San Paolo?

Senza un unico versamento iniziale, ma un pagamento mensile e fisso pari a 100 euro per un totale di 1.200 euro annuali.

Atri articoli interessanti:

Banche, aperture di credito in conto corrente cos’ è?

Modello delle 5 forze di Porter

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear