tasso di rendimento effettivo a scadenza

Tasso di Rendimento Effettivo a Scadenza (TRES)

Il TRES, tasso di rendimento effettivo a scadenza, (Yield to Maturity), è quel tasso che permette di calcolare correttamente il rendimento di un titolo obbligazionario;

incorpora, tutte le variabili di rendimento riferite al titolo. Nello specifico, il TRES tiene conto del prezzo di acquisto, del tasso cedolare e del valore nominale di rimborso, permettendo di calcolare eventuali guadagni o perdite in conto capitale.

Dal punto di vista di un investitore obbligazionario, il rendimento a scadenza Tasso di rendimento effettivo a scadenza è il rendimento totale atteso se l’obbligazione viene mantenuta fino alla data di scadenza e tutti i pagamenti delle cedole vengono effettuati puntualmente e reinvestiti allo stesso tasso di interesse.

Rendimento a scadenza Tasso di rendimento effettivo a scadenza


Come calcolare il TRES 

Una delle metriche più utilizzate dagli investitori in obbligazioni e reddito fisso per valutare potenziali investimenti è il rendimento a scadenza.

L’TRES è il tasso di rendimento annuo stimato che si prevede di ottenere da un’obbligazione fino alla sua scadenza, con tre ipotesi fondamentali:

Ipotesi 1 → Il rendimento presuppone che l’investitore obbligazionario abbia mantenuto lo strumento di debito fino alla data di scadenza.
Ipotesi 2 → Tutti i pagamenti degli interessi e il rimborso del capitale sono stati effettuati nei tempi previsti.
Ipotesi 3 → I pagamenti delle cedole sono stati reinvestiti allo stesso tasso del rendimento a scadenza Tasso di rendimento effettivo a scadenza.

Il rendimento a scadenza di un’obbligazione è il suo tasso di rendimento interno (IRR), ossia il tasso di sconto che rende il valore attuale (PV) di tutti i flussi di cassa futuri dell’obbligazione pari al suo prezzo di mercato attuale.

La metrica del rendimento a scadenza Tasso di rendimento effettivo a scadenza facilita il confronto tra le diverse obbligazioni e i loro rendimenti attesi, aiutando gli investitori a prendere decisioni più informate su come gestire i loro portafogli obbligazionari.

Anche per le obbligazioni con scadenze e tassi cedolari diversi, il TRES consente di effettuare confronti, poiché è espresso come tasso annualizzato, indipendentemente dagli anni di scadenza dell’obbligazione.
Formula TRES

La formula per calcolare il rendimento a scadenza Tasso di rendimento effettivo a scadenza è la seguente.

Formula per ricavare il TRES

TRES

I calcoli della formula del rendimento a scadenza Tasso di rendimento effettivo a scadenza sono costituiti dai seguenti fattori:

Tasso della cedola (C): Spesso indicato come il tasso d’interesse dell’obbligazione, il tasso cedolare è il pagamento periodico effettuato dall’emittente dell’obbligazione agli investitori – in generale, più alto è il tasso cedolare collegato all’obbligazione, più alto è il rendimento, a parità di condizioni.


Valore nominale (FV): Il valore nominale di un’obbligazione (cioè il suo valore) è l’importo da rimborsare all’obbligazionista alla data di scadenza.


Valore attuale (PV): Il valore attuale (PV) dell’obbligazione si riferisce al prezzo di mercato corrente e a quanto gli investitori sono disposti a pagare per l’obbligazione sul mercato aperto alla data attuale, che può essere superiore (o inferiore) al valore nominale dell’obbligazione in base alle condizioni di mercato e alla domanda/offerta.


Data di scadenza: La data prestabilita in cui l’emittente è contrattualmente obbligato a rimborsare il capitale – da questa data si può ricavare il numero di anni fino alla scadenza.


Numero di periodi di capitalizzazione (n): il numero di periodi di capitalizzazione si riferisce al numero di pagamenti effettuati in un anno moltiplicato per il numero di anni fino alla scadenza (ad esempio, cinque anni fino alla scadenza e pagamenti semestrali delle cedole significano n = 10 periodi).

Rendimento a scadenza contro rendimento attuale

Il rendimento a scadenza ossia il tasso di rendimento effettivo a scadenza, come già detto, è il rendimento annualizzato di uno strumento di debito basato sui pagamenti totali ricevuti dalla data di acquisto iniziale fino alla data di scadenza.

In confronto, il rendimento corrente di un’obbligazione è il reddito cedolare annuale diviso per il prezzo corrente del titolo obbligazionario.

Una distinzione importante tra l’TRES di un’obbligazione e il suo tasso cedolare è che l’TRES fluttua nel tempo in base al contesto dei tassi d’interesse prevalenti, mentre il tasso cedolare è fisso.

La relazione tra il rendimento a scadenza e il tasso cedolare (e il rendimento corrente) è la seguente.

TRES < Tasso cedolare e rendimento corrente → L’obbligazione viene venduta con un “premio” rispetto al valore nominale.
TRES > Tasso cedolare e rendimento corrente → L’obbligazione viene venduta a “sconto” rispetto al valore nominale.
TRES = Tasso della cedola e Rendimento corrente → Si dice che l’obbligazione è “scambiata alla pari”.

Come interpretare il tasso di rendimento effettivo a scadenza?

Comprendendo la formula dell’TRES, gli investitori possono prevedere meglio l’impatto che i cambiamenti delle condizioni di mercato potrebbero avere sul loro portafoglio in base alla loro strategia e agli investimenti esistenti.

Considerando che i rendimenti aumentano quando i prezzi scendono (e viceversa), gli investitori possono proiettare il tasso di rendimento effettivo a scadenza sugli investimenti in portafoglio per guidare il processo decisionale.

L’TRES può anche consentire agli investitori in debito di valutare il loro grado di esposizione al rischio di tasso d’interesse, definito come il potenziale ribasso causato da improvvise variazioni dei tassi Lo svantaggio più rilevante del tasso di rendimento effettivo a scadenza è che il TRES NON tiene conto del rischio di reinvestimento di un’obbligazione. Si presume che i pagamenti delle cedole dell’obbligazione vengano reinvestiti allo stesso tasso dell’TRES, cosa che potrebbe non essere possibile in futuro a causa delle incertezze dei mercati.

Se le cedole dovessero essere reinvestite a tassi inferiori rispetto all’TRES, il calcolo risulterebbe impreciso, in quanto il rendimento dell’obbligazione sarebbe sovrastimato.

La formula standard dell’TRES è un’approssimazione piuttosto che come un dato preciso: ad esempio, l’TRES è soggetto a errori a causa di potenziali eventi imprevisti, come nel caso in cui l’obbligazionista decida di non reinvestire tutti i pagamenti delle cedole o nel caso in cui l’obbligazione venga richiamata anticipatamente (cioè rimborsata prima della scadenza).

Tuttavia, i vantaggi legati alla comparabilità tendono a superare gli svantaggi, il che spiega l’uso diffuso dell’TRES nei mercati del debito e negli investitori a reddito fisso.

Le ipotesi, secondo cui tutti i pagamenti delle cedole vengono effettuati come previsto e gli interessi vengono reinvestiti allo stesso tasso, sono comunque ipotesi semplificate e rischiose.

Altri articoli interessanti

Alfa di Jensen

Capital Asset Pricing Model

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear