Indice di Sortino

L’ Indice di Sortino è un indicatore di determinazione del rischio utilizzato per determinare il rendimento aggiuntivo per ogni unità di rischio di ribasso. Si calcola la differenza tra il tasso di rendimento medio di un investimento e il tasso privo di rischio. Il risultato viene poi diviso per la deviazione standard dei rendimenti negativi. Idealmente,  un valore elevato dell’ Indice di Sortino è preferibile, in quanto indica che l’investitore otterrà un rendimento maggiore per ogni unità di rischio di ribasso.

Rapporto Sortino


L’ Indice di Sortino è utilizzato per determinare il rendimento corretto per il rischio degli investimenti.
È un perfezionamento dello Sharpe ratio, ma penalizza solo i rendimenti che presentano rischi di ribasso.
Per misurare l’ Indice di Sortino, si calcola la differenza tra la media ponderata dei rendimenti e il tasso di rendimento privo di rischio. Successivamente, si trova il quoziente tra questa differenza e la deviazione standard dei rischi di ribasso.


Comprendere il rapporto Sortino


Se state cercando di investire, non dovreste concentrarvi solo sul tasso di rendimento. E’ meglio tenere in considerazione anche il livello di rischio associato. Il rischio si riferisce alla probabilità che la performance finanziaria di un’attività o di un titolo si discosti da quanto previsto.

Un rischio di ribasso è una potenziale perdita dall’investimento. Al contrario, un potenziale guadagno finanziario è noto come rischio di rialzo.

Molte misurazioni di performance non tengono conto della variazione del rischio di un investimento. Si limitano a calcolare i tassi di rendimento. L’ Indice di Sortino esamina le variazioni del tasso privo di rischio, consentendo agli investitori di prendere decisioni più informate.

L’ Indice di Sortino è un miglioramento dello Sharpe ratio, un indicatore che aiuta a valutare la performance di un investimento quando è stato aggiustato per il rischio. Ciò che distingue l’ Indice di Sortino è che riconosce la differenza tra i rischi di rialzo e di ribasso. Più precisamente, fornisce un tasso di rendimento accurato, data la probabilità di un rischio di ribasso, mentre lo Sharpe ratio tratta allo stesso modo i rischi di rialzo e di ribasso.

Come si calcola l’Indice di Sortino?


La formula per il calcolo è la seguente:

Indice di  Sortino  = (Rendimento medio realizzato – Tasso di rendimento atteso) / Deviazione del rischio di ribasso


Il rendimento medio realizzato si riferisce al rendimento medio ponderato di tutti gli investimenti presenti nel portafoglio di un individuo. Il tasso di rendimento atteso (tasso di rendimento richiesto), o tasso privo di rischio, è invece il rendimento dei titoli di Stato a lungo termine.

Per il nostro esempio, utilizzeremo:

S = (R – T) / DR
Dove:

S – Rapporto di Sortino
R – Rendimento medio realizzato
T – Tasso di rendimento richiesto
DR – Deviazione target del ribasso


Supponiamo di avere i seguenti tassi di rendimento annuali: 4%, 10%, 15%, 20%, -5%, -2%, -6%, 8%, 23% e 13%.

1. Il tasso di rendimento medio annuo è 8% = (4% + 10% + 15% + 20% + -5% + -2% + -6% + 8% + 23% + 13%) / 10

2. Supponiamo che il tasso di rendimento target o richiesto sia del 7%. Il rendimento aggiuntivo sarà quindi pari all’1% (8% – 7%). Questo valore costituirà il numeratore della nostra equazione.

3. Trovate poi la deviazione standard dei rischi al ribasso (quelli con valore negativo). Non considereremo quelli con rendimenti positivi, poiché le loro deviazioni sono pari a zero.

Pertanto, elevare al quadrato le deviazioni al ribasso, quindi trovare la loro media come segue:

(-5%)² = 0.0025

(-2%)² = 0.0004

(-6%)² = 0.0036

Media = (0,0025 + 0,0004 + 0,0036) / 10 = 0,00065

5. Per il risultato finale, trovare la deviazione standard ottenendo la radice quadrata del risultato:

√0.00065 = 0.0255

Si ottiene:

R = 8%

T = 7%

DR = 0,0255

6. Infine, calcolate il rapporto di Sortino come mostrato:

S = (R – T) / DR

R – T = 1% o 0,01

S = 0.01 / 0.0255 = 0.392

Come regola generale, un rapporto Sortino ideale deve essere uguale o superiore a 2. Pertanto, il tasso di 0,392 di questo investimento è inaccettabile.

Quando si utilizza l’Indice di Sortino?


Un’analisi di questo tipo consente agli investitori di valutare i rischi di ribasso, che sono quelli di cui dovrebbero preoccuparsi. I rischi al rialzo (cioè quando un investimento genera un guadagno finanziario inaspettato) non sono motivo di preoccupazione.

In confronto, lo Sharpe ratio tratta i rischi di rialzo e di ribasso allo stesso modo. Ciò significa che anche gli investimenti che producono guadagni sono penalizzati, cosa che non dovrebbe accadere.

Pertanto, l’ Indice di Sortino dovrebbe essere utilizzato per valutare la performance di attività ad alta volatilità, come le azioni.

Al contrario, lo Sharpe ratio è più adatto per analizzare gli asset a bassa volatilità, come le obbligazioni.

Considerazioni ulteriori

Malgrado l’ Indice di Sortino sia un indicatore eccellente per confrontare gli investimenti, occorre tenere presente di un paio di aspetti. Il primo è l’orizzonte temporale. E’ utile considerare gli investimenti effettuati nell’arco di diversi anni o almeno quelli effettuati durante un ciclo economico completo.

In questo modo è possibile tenere conto dei rendimenti azionari sia positivi che negativi. Se si dovessero registrare solo i rendimenti azionari positivi.

Il secondo fattore riguarda la liquidità delle attività. Un portafoglio può essere interpretato come meno rischioso, ma potrebbe essere perché le attività sottostanti sono  poco liquide.

Ad esempio, gli investimenti in società private cambiano lentamente di valore e sono  poco liquidi. Se vengono incorporati nell’ Indice di Sortino ratio, sembrerà che i rendimenti corretti per il rischio siano favorevoli, ma non è così.

Conclusione


L’ Indice di Sortino è simile allo Sharpe ratio, ma si differenzia per un aspetto. Lo Sharpe ratio tiene conto delle correzioni del rischio negli investimenti con rendimenti sia positivi che negativi.

Al contrario, l’ Indice di Sortino esamina i rendimenti corretti per il rischio, ma considera solo i rischi di ribasso. In questo modo, l’ Indice di Sortino è considerato un migliore indicatore dei rendimenti corretti per il rischio, poiché non considera i rischi di rialzo, che non sono motivo di preoccupazione per gli investitori.

 

Se sei interessato ad altri articoli vai alla pagina:

Ravvedimento Operoso Online

Moduli

Ti consigliamo le nostre guide

Le Guide di Bull N Bear