Facile

Ribassisti in Borsa

Chi soni i ribassisti in Borsa?

I ribassisti in borsa sono coloro che sperano di ottenere un profitto dalla diminuzione di valore di un titolo.

Adottare una strategia ribassista bearish in finanza significa credere che un mercato, un asset o uno strumento finanziario stia per attraversare una fase discendente. La strategia ribassista è l’opposto di quella rialzista bullish, secondo la quale si ritiene che il mercato tenda al rialzo.

Essere in grado di identificare le tendenze ribassiste è una parte importante del trading perché il sentiment del mercato è un fattore chiave nel determinare l’andamento dei mercati finanziari. Quando la pressione ribassista in un mercato è maggiore di quella rialzista, i prezzi generalmente calano. Per questo motivo, un mercato che sta attraversando una fase di costante calo dei prezzi verrà definito ‘mercato  ribassista o orso’ o ribassista. Riconoscere quando un mercato sta entrando in una fase ribassista o quando ne sta uscendo è la chiave sia per trarre profitto sia per limitare le perdite.

I trader ribassisti, tentano di realizzare un profitto al calare del prezzo. Questo li mette in contrasto con i rialzisti, che comprano sullo stesso mercato, convinti del rialzo del prezzo  e così facendo otterranno un profitto.

Vendere allo scoperto  come funziona?

Tradizionalmente, se si vendono azioni allo scoperto, queste possono essere prese in prestito dal proprio broker e vendute immediatamente al prezzo corrente di mercato. Una volta che l’azione è scesa di prezzo, la si acquista per restituirla al broker, conservando la differenza di prezzo come profitto. Questa strategia ha un problema, il prestito titoli è molto oneroso per cui o cambiano strategia o cambiano strumento scegliendo:

I derivati come i CFD hanno reso la pratica dello short selling più accessibile, poiché possono essere utilizzati per comprare e vendere su un’ampia gamma di mercati. Acne questa scelta presenta problemi come evidenziato nell’ articolo.

Ci sono altri modi per cercare di trarre profitto dal calo dei mercati. Ad esempio, gli ETF inversi sono progettati per invertire qualsiasi movimento di prezzo nel loro indice di riferimento.  E’ uno strumento molto interessante occorre studiare molto bene l’ EFT perchè non sono tutti uguali a tal scopo suggeriamo di leggere l’articolo.

Il modo da noi preferito sono le Opzioni che danno la possibilità di guadagnare dai ribassi della Borsa in un mercato Orso, dai rialzi in un mercato Toro e anche dalla fase laterale che statisticamente ricopre il 75% della posizione di un titolo. Il principale difetto delle Opzioni è la complessità, seguita dal non aver a disposizione se non in pochi casi gli strumenti per poterle gestire.


5 famosi Trader ribassisti bearish 

George Soros è famoso come ‘l’uomo che ha sbancato la Banca d’Inghilterra’ dopo aver guadagnato circa 1 miliardo di dollari quando ha scommesso contro la sterlina britannica nel 1992. Sempre nel 1992, Soros insieme ad altri speculatori vendette lire allo scoperto, costringendo la Banca d’Italia a svalutare la moneta. La lira riportò una perdita di valore del 30% e dovette uscire dal Sistema monetario europeo.

Jesse Livermore è stato un agente di borsa leggendario degli anni ‘20 conosciuto come ‘il grande ribasso di Wall Street’. Il suo affare più famoso è stato la sua posizione short durante il crollo del mercato azionario del 1929, che gli ha fruttato 100 milioni di dollari.

Peter Schiff è un agente di borsa diventato famoso per il suo sentiment bearish quando ha predetto il crollo del mercato azionario del 2007/2008.


Paul Tudor Jones ha triplicato il suo capitale iniziale andando short sul crollo del mercato azionario del 1987, noto anche come Lunedì Nero.

Simon Cawkwell, noto anche come ‘Evil Knievel’, è uno dei più controversi trader bearish. È infatti diventato famoso per aver ha guadagnato 1 milione di sterline andando short sulle azioni all’indomani dell’11 settembre.

John Paulson ha adottato lo short sul mercato immobiliare durante la crisi del mercato azionario del 2007/2008 e ha realizzato 3,7 miliardi di dollari con le sue operazioni.

Domande e risposte in pillole su chi sono i Ribassisti in Borsa

Cos’è la fase ribassista o orso in Borsa?

L a fase Orso (“Bear”) rappresenta le fasi di calo dei prezzi  e i ribassisti “bearish” sono gli investitori che si posizionano per trarre profitto dai ribassi. Sono  ribassiti “bearish” anche i segnali nei grafici tecnici dei prezzi che indicano possibilità di ripiegamento del valore del titolo.

Quanto dura un mercato ribassista?

Regola dei 18 mesi. i mercati ribassisti della storia moderna hanno una durata media inferiore a 18 mesi e raramente pari o superiore a due anni. Però come si dice in Borsa  “Il prezzo di un titolo sale  dalle scale e si scende con l’ascensore“.

Altri articoli interessanti

Alfa di Jensen

Capital Asset Pricing Model

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

4 1 vote
Article Rating
Bull N Bear

Pin It on Pinterest