Stock Picking

Che cos’è lo Stock Picking?

Si parla di stock picking quando un analista o un investitore utilizza una forma di analisi sistematica per concludere che un determinato titolo sarà un buon investimento pertanto, potrebbe essere aggiunto al proprio portafoglio. Questa è anche nota come gestione attiva. La posizione può essere lunga o corta e dipende dalle previsioni dell’analista o dell’investitore sul prezzo del titolo in questione.

La gestione attiva

Le scelte azionarie, che rientrano nell’ambito della gestione attiva, sono selezioni di titoli effettuate dagli investitori sulla base di un’analisi sistematica dei vari fattori che influenzano le azioni.
La gestione attiva si differenzia dalla gestione passiva, in cui gli investitori acquistano veicoli di investimento passivi come gli exchange traded funds (ETF).
Quando scelgono un titolo, gli investitori e gli analisti studiano i bilanci della società, esaminando le voci chiave e gli indici finanziari.
Prima di scegliere un titolo, gli investitori e gli analisti studiano anche il settore e l’industria di una società nel suo complesso e i suoi pari.

Capire la selezione dei titoli

La selezione dei titoli può essere un processo difficile perché non esiste un modo infallibile per determinare l’andamento futuro del prezzo di un titolo. Tuttavia, esaminando numerosi fattori, un investitore può essere in grado di ottenere un’idea migliore dei prezzi futuri delle azioni rispetto a quella di affidarsi a semplici congetture. La previsione non è una scienza esatta, l’investitore o l’analista che utilizza una tecnica di previsione deve includere un margine di errore nei suoi calcoli.

I fondi di gestione attiva utilizzano team di analisti che scelgono i titoli da investire e aggiornano costantemente il portafoglio in base all’evoluzione delle condizioni di mercato e delle condizioni dell’azienda. La gestione attiva diversamente dalla gestione passiva, che cerca di replicare un indice e non ha una grande rotazione del portafoglio.

Scegliere un titolo

I fondi negoziati in borsa (ETF), i fondi comuni o i conti separati a gestione attiva possono utilizzare una strategia bottom-up o top-down per scegliere i titoli (stock picking). Sovente una società di gestione fondi offre un fondo “high conviction” che include un ristretto numero di titoli che gli analisti hanno scelto come le migliori strategie ad alto rendimento per i prossimi anni. Questi fondi contengono da 20 a 40 titoli. Si tratta di un numero molto inferiore rispetto alla media dei fondi a gestione attiva e certamente inferiore rispetto a un fondo che segue un indice.

Come già detto, la gestione attiva (selezione dei titoli) può essere contrapposta alla gestione passiva, in cui non ci sono team di analisti che selezionano i singoli titoli. L’investitore che acquista un ETF o un fondo comune di investimento a gestione passiva sarà automaticamente investito nel paniere di titoli sottostante in cui l’ETF o il fondo comune investe. Questi panieri di azioni sono solitamente basati su un indice, come l’indice S&P 500, o su un settore, come quello sanitario.

La scelta di un titolo richiede una grande quantità di analisi. Gli investitori e gli analisti esaminano i bilanci di una società per studiarne lo stato patrimoniale, il conto economico e il rendiconto finanziario.

Esaminano i ricavi, i costi e gli utili di una società. Esaminano i livelli di liquidità e di debito e studiano i rapporti finanziari, come il rapporto debito/patrimonio netto (D/E) e il rapporto prezzo/utile (P/E),  ROE, ROI ROA . Confrontano tutte queste informazioni con quelle dei colleghi dell’azienda per vedere la posizione dell’azienda all’interno del settore.

Oltre a esaminare il bilancio dell’azienda, è necessario essere a conoscenza di altri elementi correlati, come eventuali controversie societarie o brevetti futuri, se applicabili. Gli investitori e gli analisti devono anche esaminare l’intero settore e l’industria in cui opera l’azienda per comprendere eventuali punti di forza o di debolezza del settore e le sue prospettive a breve e a lungo termine.

Esempio di scelta di un titolo

Mario è un analista di investimenti di un’azienda e si concentra sul settore tecnologico. Dopo un’attenta analisi di stock picking, Mario sceglie il titolo della società Alfa, che è un social network. Nell’analisi del titolo Alfa prende in considerazione una serie di fattori. Tra questi, i ricavi e gli utili dell’azienda nell’anno precedente e l’attuale clima normativo per le aziende tecnologiche in varie giurisdizioni.

L’esperto osserva che l’azienda Alfa è in difficoltà in alcune delle aree geografiche in cui opera, ma che questi problemi non avranno un impatto significativo sui suoi profitti. Alfa ha diversificato i suoi prodotti principali per includere offerte che abbracciano una serie di tecnologie emergenti. Di conseguenza, anche se l’azienda dovesse perdere quote di mercato nei social media, dispone di altre fonti di reddito per mitigare tali perdite.

Mario ritiene che il potenziale di rialzo dell’azienda Alfa sia superiore a quello di ribasso e che l’azienda sia pronta per una crescita e per forti guadagni; decide quindi di acquistare azioni dell’azienda Alfa.

Cose guide di Bull N Bear

Guide

Polizze Unit Linked cosa sono?

Intesa SanPaolo

Bonus Carburante o Bonus Benzina

Cila superbonus

Superbonus 110 cessione del credito