Facile

bull n bear

 

L’indice di indebitamento

 

L’indice di indebitamento misura il tasso di indebitamento dell’azienda come del rapporto tra il totale di risorse e il capitale proprio.

Per capitale proprio si intende il valore delle risorse di finanziamento di cui l’azienda dispone nel lungo periodo e senza scadenza.
Calcolo e interpretazione dell’indice di indebitamento

L’indice di indebitamento (o leverage in inglese) o effetto leva finanziaria viene calcolato

totale delle risorse / capitale proprio.

Se il valore risultante da questa operazione è:

uguale a 1 significa che l’azienda non ha debiti poichè tutte le risorse sono fornite dal capitale proprio. L’azienda pertanto riesce a finanziare le operazioni aziendali senza ricorrere a fonti esterne.


se il valore è compreso tra 1 e 2 significa che il capitale proprio è maggiore del numeratore ovvero del totale delle risorse e questa è una situazione di cui non preoccuparsi poichè c’è un buon equilibrio tra risorse totali e indebitamento.


se il valore maggiore di 2 i debiti sono maggiori delle risorse e questo comporta che la struttura patrimoniale non è adeguata e l’azienda sottocapitalizzata e per questo bisogna intervenire con dei fondi.

Bisogna per maggiore chiarezza precisare che un indice di indebitamento o leverage superiore a 2 non è l’unico elemento da considerare per determinare la situazione finanziaria di un’attività. Gli indici, infatti, non sono assoluti ma vanno considerati in relazione al tipo di azienda e settore e alla sua struttura finanziaria.

Ci sono aziende che pur avendo un indice di indebitamento maggiore di 2 non hanno problemi economici ma considerano la leva finanziaria ovvero il costo dell’indebitamento contro il rendimento.


Indice di indebitamento e stato patrimoniale

Le informazioni necessarie per determinare il valore dell’indice di indebitamento vengono determinate in base alle informazioni presenti nello stato patrimoniale.

Avere dei dati aggiornati e corretti è fondamentale per poter calcolare questo e altri indici che permettono di avere un controllo dei flussi finanziari dell’azienda.

 

Come migliorare il rapporto di indebitamento

Come migliorare il rapporto di indebitamento è funzione di tre fattori (in modo alternativo o insieme):

prima possibilità: mettere mano al portafoglio (nota dolente)
seconda possibilità: aumentare la compagine sociale e far entrare dei nuovi soci (nota dolente)
terza possibilità: ridurre il capitale investito a fronte di un mantenimento costante del patrimonio netto.

Tutti e tre i modi  sopra descritti offrono contemporaneamente la possibilità di migliorare il rapporto di indebitamento e di ridurre, di conseguenza, la posizione finanziaria netta.


Aumentando la compagine sociale

Diamo per scontato che la prima alternativa sia difficile da seguire e richiede una gestione “politica” dell’imprenditore.

Rispondiamo  pertanto a come migliorare il rapporto di indebitamento utilizzando solo la seconda leva, ovvero aumentando il numero dei soci.

Attualmente essite la possibilità di finanziare l’azienda tramite l’equity crowdfunding. 

Il crowdfunding è oggi un’ottima alternativa di finanziamento per le imprese.

Migliorare il rapporto di indebitamento aiuta a migliorare la relazione con la banca alla luce delle recenti normative.

Domande e riposte in pillole

Come si calcola l’indice di indebitamento?


Il rapporto  o indice d’indebitamento in economia aziendale si calcola dividendo il capitale proprio sommato al capitale di terzi con il capitale proprio.

Cosa si intende per sottocapitalizzazione?


Situazione di carenza di mezzi propri di un’impresa rispetto al livello necessario per perseguire in maniera ottimale gli obiettivi aziendali. Quindi con un indice di indebitamento superiore a due.

 

Altre guide di BullNBear le trovi qui:

Le Guide di Bull N Bear

 

Altri Articoli Interessanti

Cos’è e come si calcola l’Indice di Liquidità.

Cos’è il Principio di Competenza Economica?

 

 

4 1 vote
Article Rating
Bull N Bear

Pin It on Pinterest