logo bull

Codice Tributo 1019

Ritenute del 4% operate dal condominio quale sostituto d’imposta a titolo di acconto dell’Irpef dovuta dal percipiente

Condomini in qualità di sostituti d’imposta che hanno operato ritenute a titolo di acconto sui corrispettivi pagati nel periodo dicembre 2021 – maggio 2022 per prestazioni relative a contratti d’appalto, di opere o servizi effettuate nell’esercizio d’impresa il cui importo cumulato mensilmente non abbia raggiunto la soglia di euro 500 al 31 maggio 2022

Cosa: Versamento ritenute operate dai condomini sui corrispettivi pagati nel periodo dicembre 2020 – maggio 2022 per prestazioni relative a contratti d’appalto, di opere o servizi effettuate nell’esercizio d’impresa il cui importo non abbia raggiunto la soglia di euro 500 al 31 maggio 2022

Bisogna fare molta attenzione, perché per il pagamento delle ritenute operate dal condominio esistono due differenti codici:

  • il codice tributo 1019 va utilizzato per le ritenute operate a titolo di acconto dell’IRPEF;
  • il codice tributo 1020 va utilizzato per le ritenute operate a titolo di acconto dell’IRES.

La scelta del codice dipende quindi dal tipo di imposta sul reddito di cui è soggetto passivo il percipiente. Un’altra cosa a cui bisogna prestare attenzione è il fatto che ci sono alcune operazioni che sono escluse dalla ritenute al 4%.

 

Come si registra il codice tributo 1019

E’ necessario compilare il modulo F24 fornito dall’Agenzia delle Entrate nella sezione Erario e inserire l’anno in cui sono state registrate le eccedenze di pagamento o direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l’Agenzia delle Entrate) oppure tramite intermediario abilitato

Sezione modello F24 da compilare: ERARIO

 

 

Come compilare il modulo F24 tributo 1019

Esempio importo a credito

Importo 4.000,00 Euro
Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento: 2022

.

SEZIONE ERARIO
IMPOSTE DIRETTE – IVA
RITENUTE ALLA FONTE
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI
codice tributo   rateazione/regione/
prov./mese rif.
  anno di
riferimento
  importi a debito
versati
  importi a credito
compensati
  SALDO (A – B)
(1) 1019 (2)            (3) 2022 (4)   (5)4000  
             
             
             
             
             
codice ufficio   codice atto             TOTALE    A (6)   B (7)   (8)  
(9)     (10)    

.

Come compilare i campi dell’ F24

(1) codice tributo: indicare 1019
(2) rateazione/regione/prov/mese rif: non compilare
(3) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nell’esempio 2022
(4) importi a debito versati: non compilare
(5) importi a credito compensati: indicare l’importo a credito, nell’esempio 4.000,00
(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: non compilare

Altri articoli correlati interessanti

Codici Tributo in ordine progressivo

Nuovi codici natura

Ravvedimento Operoso Online

 

 

 

5 1 vote
Article Rating
Bull N Bear

Pin It on Pinterest