Facile

Swift è

L’ acronimo di Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication, ossia l’infrastruttura che permette i pagamenti di beni, servizi, materie prime e prodotti energetici. E’ il circuito globale che sorregge i pagamenti bancari.

Creato nel 1973 è di fatto un sistema di messaggistica sicuro e universalmente accettato che è lo standard per concludere ordini, scambi di valuta, vendite e acquisti. Un volume di denaro enorme è usato in 200 Paesi, ne fanne parte 11000 organizzazioni finanziarie e registra un traffico di 42 milioni di messaggi al giorno Un traffico che è in costante crescita: nel 2021 ha registrato un +11,4% rispetto all’anno precedente.

Cos’è un codice SWIFT/BIC?


I codici o numeri che compongono lo SWIFT vengono utilizzati per identificare le banche e gli istituti finanziari di tutto il mondo. Il termine BIC (Business Identifier Code) viene utilizzato indifferentemente al posto di SWIFT e indica la stessa cosa. I codici facilitano i trasferimenti di denaro tra banche e sono necessari per i trasferimenti internazionali e i pagamenti SEPA. Per effettuare un trasferimento di denaro internazionale ed esempio dall’Italia, è necessario un codice SWIFT/BIC.

Qual è il formato di un codice SWIFT/BIC?


ogni codice SWIFT/BIC è composto da 8-11 caratteri e segue un formato che identifica la banca, il paese, la località e la filiale.

Dove ha sede lo Swift?

Lo Swift ha sede a Bruxelles ed è supervisionato dalla Banca centrale Belga assieme ai rappresentanti di Federal Reserve System americana, Bce, Banca del Gippone e altri organismi finanziari mondiali. Ma di fatto è sotto il controllo Americano.

Ci sono alternative allo Swift?

Le Comunità Europea ha sviluppato un sistema alternativo allo Swift per poter evitare il blocco dopo l’esclusione dell’ Iran dal circuito Swift.  E’ operativo da giugno 2019 col nome di INSTEX (Instrument in Support of Trade Exchanges), ma le aziende private evitano di utilizzarlo per il timore di incappare nelle sanzioni americane, mostrando quanto la dipendenza dagli Stati Uniti sia ancora elevata in un mondo in cui il dollaro è moneta internazionale.

La Russia, la Cina e l’India starebbero lavorando per creare un alternativa al meccanismo di pagamento interbancario americano SWIFT al fine di semplificare le relazioni commerciali tra paesi sui quali sono applicate sanzioni da parte degli Stati Uniti d’America.

Anche noi piccoli correntisti abbiamo un codice Swift

Codice Swift Bic: dove trovarlo?


Sono le  banche e le filiali a dover riferire in modo chiaro e corretto i rispettivi codici Swift Bic. Solitamente, questi sono sempre presenti sul sito ufficiale della banca di riferimento, alla sezione che spiega nel dettaglio il funzionamento dei bonifici esteri e dei trasferimenti di denaro SEPA.

tre guide di BullNBear le trovi qui:

logo bull

Le Guide di Bull N Bear

4.5 2 votes
Article Rating
Bull N Bear

Pin It on Pinterest