Codice Tributo 1701

CREDITO MATURATO DAI SOSTITUTI D’IMPOSTA PER L’EROGAZIONE DEL TRATTAMENTO INTEGRATIVO  ART.1, COMMA 4, DEL DECRETO LEGGE 5 FEBBRAIO 2020, N. 3

La risoluzione n. 35/E del 26 giugno 2020 segna l’ultimo passo per l’avvio del nuovo bonus sul cuneo fiscale. Il documento dell’Agenzia delle Entrate fornisce le istruzioni per il recupero in compensazione della somma riconosciuta dal datore di lavoro.

Il meccanismo è sostanzialmente lo stesso previsto già per il bonus Renzi: bisognerà presentare il modello F24, in modalità telematica, senza tuttavia dover sottostare al limite relativo alla preventiva presentazione della dichiarazione di riferimento.

Il codice tributo per la compensazione del bonus cuneo fiscale è il 1701:

 

Il Codice Tributo 1701 è compensabile?

Il codice Tributo 1701 rientra nella categoria di codici che consentono di avvalersi per compensazione di un credito di imposta maturato dal contribuente in periodi fiscali precedenti. Tale codici tributo consente una compensazione dei crediti maturati  con debiti ancora da saldare per la stessa categoria di imposta (compensazione verticale)

oppure di recuperare tali crediti di imposta decurtandoli da debiti fiscali maturati dallo stesso soggetto su differenti categorie di tributi (compensazione orizzontale).

Il credito maturato per aver anticipato ai propri sostituiti le somme a titolo di trattamento integrativo previste dall’articolo 1 del D.L. n. 3/2020, alle condizioni indicate dallo stesso articolo 1 e dall’articolo 128 del decreto Rilancio. 

E’ previsto il riconoscimento ai lavoratori dipendenti e assimilati di una somma a titolo di trattamento integrativo, che non concorre alla formazione del reddito, di importo pari a 600 euro per l’anno 2020 e a 1.200 euro a decorrere dall’anno 2021, alle condizioni indicate dallo stesso articolo 1 e dall’articolo 128 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34.

I sostituti d’imposta si riconoscono in via automatica il suddetto trattamento integrativo ripartendolo tra le retribuzioni erogate a partire dal 1° luglio 2020, ovvero dalla prima retribuzione utile e comunque entro i termini di effettuazione delle operazioni di conguaglio. Il comma 4 del citato articolo 1 del D.L. n. 3/2020 prevede che i sostituti d’imposta compensano il credito maturato per effetto dell’erogazione del trattamento integrativo ai sensi dell’articolo 17 del D.Lgs. n. 241/1997.

I codici tributo da applicare sono, per il modello F24, il “1701” denominato “Credito maturato dai sostituti d’imposta per l’erogazione del trattamento integrativo – articolo 1, comma 4, del decreto-legge 5 febbraio 2020, n. 3”; per il modello F24 “enti pubblici” (F24 EP) il “170E” denominato “Credito maturato dai sostituti d’imposta per l’erogazione del trattamento integrativo – articolo 1, comma 4, del decreto-legge 5 febbraio 2020, n. 3”.

L’utilizzo in compensazione, non deve essere preceduto dalla presentazione della dichiarazione da cui emerge il credito.

Come si registra il codice tributo 1701

E’ necessario compilare il modulo F24 fornito dall’Agenzia delle Entrate nella sezione Erario e inserire l’anno in cui sono state registrate le eccedenze di pagamento

Sezione modello F24 da compilare: ERARIO

 

 

Come compilare il modulo F24 tributo 1701

Esempio importo a credito

Importo 8.000,00 Euro
Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento: 2021
mese di riferimento Aprile

.

SEZIONE ERARIO
IMPOSTE DIRETTE – IVA
RITENUTE ALLA FONTE
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI
codice tributo   rateazione/regione/
prov./mese rif.
  anno di
riferimento
  importi a debito
versati
  importi a credito
compensati
  SALDO (A – B)
(1) 1701 (2)       04    (3) 2021 (4)   (5)8000  
             
             
             
             
             
codice ufficio   codice atto             TOTALE    A (6)   B (7)   (8)  
(9)     (10)    

.

Come compilare i campi dell’ F24

(1) codice tributo: Indicare 1701
(2) rateazione/regione/prov/mese rif: Indicare il mese di riferimento nell’esempio Aprile
(3) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nell’esempio 2021
(4) importi a debito versati: non compilare
(5) importi a credito compensati: Indicare l’importo a credito, nell’esempio 8.000,00
(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: non compilare

Altri articoli correlati interessanti

Codici Tributo in ordine progressivo

Nuovi codici natura

Ravvedimento Operoso Online

 

 

 

5 1 vote
Article Rating
Bull N Bear

Pin It on Pinterest