Codice Tributo 2020

MAGGIORAZIONE IRES – SALDO – ART. 2, C. DA 36-QUINQUIES A 36-NOVIES, DEL DL 13/08/2011, N. 138, CONV., CON MOD., DALLA L. 14/09/2011, N. 148, E SUCC. MODIF.

Con la risoluzione n. 30/E del 2020, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento – tramite modello F24 – dell’addizionale all’IRES per i soggetti che producono redditi derivanti da attività in concessione.

Soggetti interessati al codice tributo 2020

La legge di Bilancio 2020 ha previsto che, al fine di realizzare interventi volti al miglioramento della rete infrastrutturale e dei trasporti, per i periodi d’imposta 2019, 2020 e 2021, l’aliquota IRES è maggiorata di 3,5 punti percentuali sul reddito derivante da attività svolte sulla base di concessioni autostradali, concessioni di gestione aeroportuale, concessioni portuali e concessioni ferroviarie.

I codici tributo per versare, l’addizionale all’IRES a carico dei soggetti che producono redditi derivanti da attività in concessione. Sono stati istituiti dall’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 30/E del 3 giugno 2020.
Al fine di realizzare interventi volti al miglioramento della rete infrastrutturale e dei trasporti, per i periodi d’imposta 2019, 2020 e 2021, la legge di Bilancio 2020 (art. 1, comma 716, legge n. 160/2019) ha maggiorato di 3,5 punti percentuali l’aliquota prevista dall’art. 77 TUIR sul reddito derivante da attività svolte sulla base di:


concessioni autostradali;
concessioni di gestione aeroportuale;
autorizzazioni e concessioni portuali rilasciate ai sensi degli articoli 16 e 18 della legge 28 gennaio 1994, n. 84;
concessioni ferroviarie.


Leggi anche IRES maggiorata del 3,5% sui redditi conseguiti dai concessionari ha istituito i codici tributo:


– 2045 – Addizionale IRES sui redditi derivanti da attività in concessione – ACCONTO PRIMA RATA – art. 1, c. 716, legge 27 dicembre 2019, n. 160;


– 2046 – Addizionale IRES sui redditi derivanti da attività in concessione – ACCONTO SECONDA RATA O IN UNICA SOLUZIONE – art. 1, c. 716, legge 27 dicembre 2019, n. 160;


– 2047 – Addizionale IRES sui redditi derivanti da attività in concessione – SALDO – art. 1, c. 716, legge 27 dicembre 2019, n. 16.

Il tributo 2020 può essere compensato?

Il codice tributo 2020 può essere utilizzato per la compensazione con crediti verso il Fisco.

Se il contribuente continuerà a risultare in debito, dovrà pagare la differenza, mentre se è in credito, avrà diritto alla relativa riscossione o a un’ulteriore compensazione con altri debiti.

 

Come si versa il tributo 2020?

Con addebito su conto corrente bancario o postale, utilizzando il Modello F24 predisposto dall’Agenzia delle Entrate con modalità esclusivamente telematica. 

Sezione modello F24 da compilare: ERARIO

 

 

Come compilare il modulo F24 tributo 2020

Importo a credito

Importo: 8.000,00 Euro
Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento: 2020
Numero di rate 4
Pagamento rata di 2000 €

.

SEZIONE ERARIO
IMPOSTE DIRETTE – IVA
RITENUTE ALLA FONTE
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI
codice tributo   rateazione/regione/
prov./mese rif.
  anno di
riferimento
  importi a debito
versati
  importi a credito
compensati
  SALDO (A – B)
(1) 2020 (2)          0106      (3) 2020 (4) 2000 (5)  
             
             
             
             
             
codice ufficio   codice atto             TOTALE    A (6)   B (7)   (8)  
(9)     (10)    

.

Come compilare i campi dell’ F24

(1) codice tributo: indicare 2020
(2) rateazione/regione/prov/mese rif: rata che si paga (due cifre) e numero di rate prescelto (due cifre), nell’esempio 0106
N.B.: in caso di pagamento in unica soluzione indicare 0101
(3) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nell’esempio 2020
(4) importi a debito versati: indicare l’importo a debito, nell’esempio 2.000,00
(5) importi a credito compensati: non compilare
(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: non compilare

 

Importo a Debito

Importo: 3.000,00 Euro
Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento: 2020

.

SEZIONE ERARIO
IMPOSTE DIRETTE – IVA
RITENUTE ALLA FONTE
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI
codice tributo   rateazione/regione/
prov./mese rif.
  anno di
riferimento
  importi a debito
versati
  importi a credito
compensati
  SALDO (A – B)
(1) 2020 (2)          0101     (3) 2020 (4)   (5) 3000  
             
             
             
             
             
codice ufficio   codice atto             TOTALE    A (6)   B (7)   (8)  
(9)     (10)    

.

Come compilare i campi dell’ F24

(1) codice tributo: indicare 2020
(2) rateazione/regione/prov/mese rif: pagamento in unica soluzione indicare 0101
(3) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nell’esempio 2020
(4) importi a debito versati: indicare l’importo a debito, nell’esempio 3.000,00
(5) importi a credito compensati: non compilare
(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: non compilare

Altri articoli correlati interessanti

Codici Tributo in ordine progressivo

Nuovi codici natura

Ravvedimento Operoso Online

 

 

 

4.5 2 votes
Article Rating
Bull N Bear

Pin It on Pinterest