Quotazione Azioni Diasorin S.p.A.

quotazione Diasorin

 

 Simbolo DIA

Codice Isin IT0003492391

Lotto minimo n° 1000 azioni

Titolo adatto per trading in opzioni :  NO

Quotazione azioni Diasorin S.p.A.

 

trading bull n bear

 

Diasorin S.p.A.
Fondazione 2000
Borse Borsa di Milano
Settore Diagnostica
Titoli del settore
Prodotti
Fatturato 637,4 milioni di € (2017)
Utile netto 139,88 milioni di € (2017)
Dipendenti 1896 (2017)
Web diasoringroup.com

Come fare trading sul titolo Diasorin S.p.A.

 

azioni bull n bear

Acquistando azioni Diasorin S.p.A.

Notizie quotazione Diasorin S.p.A.


www.intopic.it

Descrizione azienda Diasorin S.p.A.

DiaSorin S.p.A. è una società per azioni che opera nel segmento dell’immunodiagnostica,  dove è leader globale nel campo della Diagnostica in Vitro (IVD).

Da oltre 50 anni l’azienda ha sviluppato, prodotti e commercializzato kit di reagenti per la IVD in tutto il mondo.

ll Gruppo è presente nei 5 continenti con 24 società, 5 succursali estere, 7 siti produttivi e 5 centri di ricerca dislocati nel mondo.

Attraverso investimenti in ricerca e sviluppo e, attraverso le proprie capacità distintive nel campo diagnostico, DiaSorin offre un ampio menù di test di specialità nel mercato dell’immunodiagnostica e nuovi test di diagnostica molecolare.

La società è quotata presso la Borsa Italiana dove è presente nell’indice FTSE MIB.

Aziende concorrenti Diasorin S.p.A.

Abbott Laboratories Inc.

quotazione abott

Siemens A.G.

quotazione siemens

Roche S.A. 

logo roche quotazione

 Johnson & Johnson Inc.

quotazione johnson e johnson
bioMérieux S.A. 
Becton Dickinson & Co

Andamento quotazione titolo Diasorin S.p.A.

 

Nell’esercizio  2017 il fatturato si è assestato sui 637,4 milioni di euro, in aumento rispetto ai 569,3 del 2016.

L’utile netto si è assetato su 139,88 milioni di euro in miglioramento rispetto ai 112,6 del 2016.

Gli indici economici ROE e ROI sono in miglioramento il primo a 18,85 e  il secondo a 31,12 punti.

Bilancio 2017 var % 2016 var % 2015
Totale Ricavi 637,49 11,97 569,31 14,05 499,18
Margine Operativo Lordo 237,92 9,48 217,32 17,48 184,99
Ebitda margin 37,32 38,17 37,06
Risultato Operativo 184,42 6,84 172,61 13,56 152
Ebit Margin 28,93 30,32 30,45
Risultato Ante Imposte 178,71 6,25 168,2 12,05 150,1
Ebt Margin 28,03 29,54 30,07
Risultato Netto 139,88 24,21 112,62 12 100,55
E-Margin 21,94 19,78 20,14
PFN (Cassa) -149,3 109,81 -71,16 -73,44 -267,91
Patrimonio Netto 741,96 11,84 663,39 12,98 587,16
Capitale Investito 592,65 0,07 592,22 85,51 319,25
ROE 18,85 16,98 17,12
ROI 31,12 29,15 47,61

Dati in milioni di Euro

Maggiori azionisti Diasorin S.p.A.

Azionista %
Even Chen Menachem 5,42%
SARAGO SRL 5,44%
Rosa Carlo 5,26%
IP INVESTIMENTI E PARTECIPAZIONI SRL 55,76%
FINDE SPA 1,24%

Maggiori azionisti Fondi Comuni Diasorin S.p.A.

Azionista %
Goldman Sachs International Small Cap Insights Fund 0,56%
Vanguard International Stock Index-Total Intl Stock Indx 0,39%
Federated International Leaders Fund 0,31%
DFA Continental Small Company Series 0,27%
Vanguard Whitehall Funds-International Explorer Fund 0,26%
iShares MSCI EAFE Small Cap ETF 0,21%
College Retirement Equities Fund-Stock Account 0,20%
Putnam International Capital Opportunities Fund 0,18%
iShares Core MSCI EAFE ETF 0,15%
Vanguard Tax Managed Fund-Vanguard Developed Markets Index Fund 0,15%

Mercato di riferimento Diasorin S.p.A.

Dati forniti dall’azienda

Il gruppo DiaSorin opera nel mercato della diagnostica in vitro la cui dimensione mondiale è stimabile in circa 30 miliardi di euro.

Il segmento dell’immunodiagnostica raggruppa le classi merceologiche dell’immunochimica e dell’immunologia infettiva  rappresenta circa il 22% di tutto il mercato IVD.

Tra i principali fattori di sviluppo del mercato dell’immunodiagnostica si annoverano:

la crescita nell’automazione degli strumenti;

l’emergere di sistemi integrati di immunodiagnostica e chimica clinica;

il lancio sul mercato di nuovi test

il consolidamento dei laboratori commerciali (sebbene il mercato europeo rimanga in genere altamente frammentato);

la stabilità dei prezzi negli ultimi anni;

l’innovazione tecnologica e, in particolare, l’introduzione del NAT (Nucleic Acid Testing) attualmente utilizzato in via addizionale alla tecnica immunodiagnostica per alcuni test selezionati.

Si stima che il mercato della diagnostica in vitro cresca ad un tasso annuo del 5% e che il Nord America ne rappresenti circa il 40%, l’Europa il 33% e l’Asia Pacifico il 15%.

Il mercato della diagnostica in vitro si è dimostrato nel tempo insensibile alla congiuntura economico-finanziaria, ma in generale basato sull’invecchiamento della popolazione e dal sostanziale incremento della spesa sanitaria nei Paesi in via di sviluppo. La riforma del sistema sanitario nei principali Paesi occidentali che porta ad una espansione della copertura assicurativa e una maggiore disponibilità di servizi diagnostici; dall’emergere di nuovi agenti patogeni che richiedono competenze diagnostiche più avanzate;  dalla necessità di associare test diagnostici a trattamenti farmacologici per garantirne l’efficacia e ridurre i costi legati all’utilizzo di farmaci su pazienti non recettivi.

Nell’ambito dell’immunodiagnostica le principali aree cliniche comprendono le malattie infettive, le malattie di origine virale, le malattie cardiache, l’oncologia e i test endocrinologici; si prevede che le prime tre categorie siano destinate a crescere a un tasso maggiore rispetto a quello del mercato nel complesso.

L’area clinica delle malattie infettive include il sotto-segmento dei virus trasmessi per via ematica, nel cui ambito dominano i test dell’epatite e del HIV.

I principali clienti dei produttori di IVD sono i laboratori ospedalieri, i laboratori clinici commerciali indipendenti e i laboratori presso gli studi medici.

La quota di mercato relativa di questi tre segmenti varia a seconda del Paese, ma generalmente i laboratori ospedalieri sono preponderanti in termini di volumi di test anche se i laboratori clinici commerciali indipendenti controllano una parte sostanziale del mercato. I centri trasfusionali sono clienti importanti per determinati tipi di test IVD.

Negli ultimi anni si è assistito ad un generale consolidamento della clientela dei produttori di IVD e anche in questo caso l’ampiezza del fenomeno varia a seconda delle aree geografiche. Sempre più spesso i laboratori ospedalieri si associano nell’organizzazione delle gare di appalto per la fornitura di IVD al fine di conseguire un maggiore potere contrattuale e incrementare l’efficienza degli acquisti.

Il mercato dei laboratori clinici commerciali indipendenti è estremamente concentrato in  5 Paesi, come ad esempio Stati Uniti e Germania, ove i principali operatori hanno assunto un ruolo dominante, mentre è estremamente frammentato in altri Paesi, come l’Italia e la Francia.

 

Quotazione Diasorin S.p.A.
5 (100%) 1 voti
Bull N Bear
Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter!

Entra nella nostra mailing list per rimanere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti perderai nessun nuovo post.

Registrazione avvenuta con successo!