Difficile

Introduzione

Le medie mobili agevolano la lettura dei prezzi per formare un indicatore di tendenza. Non prevedono la direzione del prezzo, ma piuttosto definiscono la direzione corrente anche se in ritardo.

Le medie mobili sono in ritardo perché sono basate sui prezzi passati. Nonostante questo ritardo, le medie mobili aiutano a regolare l’azione dei prezzi e filtrano il rumore. Sono alla base di molti altri indicatori, come Bollinger Bands, MACD e McClellan Oscillator.

I due tipi più comuni sono la media mobile semplice (SMA) e la media mobile esponenziale (EMA).

Queste possono essere utilizzate per identificare la direzione della tendenza o definire potenziali livelli di supporto e resistenza.

Media Mobile Semplice

Una media mobile semplice è formata calcolando il prezzo medio di un titolo su un numero specifico di periodi. La maggior parte delle medie mobili si basa sui prezzi di chiusura. Una media mobile semplice di 7 giorni è la somma  delle chiusure di sette giorni  divisa per sette.

Come suggerisce il nome, una media mobile è una media che si muove. I vecchi dati vengono eliminati non appena sono disponibili nuovi dati. Ciò fa muovere la media lungo la scala temporale. Di seguito è riportato un esempio di una media mobile a 7 giorni e come si evolve in tre giorni.

Prezzi di chiusura giornalieri: 25,26,27,28,30,29,31

Primo giorno calcolo  SMA di 7 giorni: (25+26+27+28+30+29+31) / 7 = 28

Secondo giorno di SMA di 7 giorni: (26+27+28+30+29+31+33) / 7 = 29.1

Terzo giorno di SMA di 7 giorni: (27+28+30+29+31+33+32) / 7 = 30

Il primo giorno della media mobile copre semplicemente gli ultimi sette giorni. Il secondo giorno della media mobile rilascia il primo punto dati (31) e aggiunge il nuovo punto dati (30). Il terzo giorno della media mobile continua facendo cadere il primo punto dati (26) e aggiungendo il nuovo punto dati (27).

Media Mobile Esponenziale

Le medie mobili esponenziali (EMA) riducono il ritardo applicando un peso maggiore ai prezzi più recenti.

La ponderazione applicata al prezzo più recente dipende dal numero di periodi nella media mobile. Le EMA differiscono dalle semplici medie mobili in quanto il calcolo dell’EMA di un dato giorno dipende dai calcoli EMA per tutti i giorni precedenti a quel giorno.

Sono necessari molto più di 10 giorni di dati per calcolare un EMA di 10 giorni ragionevolmente accurato.

Ci sono tre passaggi per calcolare una media mobile esponenziale (EMA). Innanzitutto,  si calcola la media mobile semplice per il valore EMA iniziale.

Una media mobile esponenziale (EMA) deve iniziare da qualche parte, quindi una media mobile semplice viene utilizzata come EMA del periodo precedente nel primo calcolo.

Secondo, calcola il moltiplicatore della ponderazione.

In terzo luogo si calcolare la media mobile esponenziale per ogni giorno tra il valore EMA iniziale e oggi, utilizzando il prezzo, il moltiplicatore e il valore EMA del periodo precedente.

La formula per un’EMA di 10 giorni.

SMA iniziale: somma di 10 periodi / 10 Moltiplicatore: (2 / (periodi di tempo + 1)) = (2 / (10 + 1)) = 0,1818 (18,18%) EMA: {Chiusure – EMA (giorno precedente)} x moltiplicatore + EMA (giorno precedente).

Una media mobile esponenziale a 10 periodi applica una ponderazione del 18,18% al prezzo più recente.

Una EMA di 10 periodi può anche essere chiamato EMA 18,18%.

Un’EMA di 20 periodi applica una ponderazione del 9,52% al prezzo più recente (2 / (20 + 1) = 0,0952).

Si noti che la ponderazione per il periodo di tempo più breve è superiore alla ponderazione per il periodo di tempo più lungo. Infatti, la ponderazione diminuisce della metà ogni volta che il periodo  della media mobile raddoppia.

I fattori di ritardo

Più lunga è la media mobile, maggiore è il ritardo. Una media mobile esponenziale di 10 giorni starà molto vicino al prezzo, mentre una media mobile a 100 giorni sarà molto più lenta a seguire i prezzi.

Le medie mobili più usate

A  corte   5; 7; 10; 20, lunghe 50; 200; periodi

La lunghezza della media mobile dipende dagli obiettivi analitici. Le medie mobili corte (5-20 periodi) sono più adatte per le tendenze e il trading a breve termine. I grafici interessati alle tendenze a medio termine opterebbero per medie mobili più lunghe che potrebbero estendersi per 20-60 periodi. Gli investitori a lungo termine preferiscono le medie mobili con 100 o più periodi.

La media mobile a 200 giorni è forse la più popolare, è chiaramente una media mobile a lungo termine. Successivamente, la media mobile a 50 giorni è abbastanza popolare per la tendenza a medio termine. Molti grafici usano insieme le medie mobili di 50 giorni e 200 giorni.

 

Medie mobili semplici vs esponenziali

Anche se ci sono chiare differenze tra medie mobili semplici e medie mobili esponenziali, una non è necessariamente migliore dell’altra.

Le medie mobili esponenziali hanno meno ritardo e sono quindi più sensibili ai prezzi recenti e alle recenti variazioni di prezzo.

Le medie mobili esponenziali gireranno prima delle semplici medie mobili.

Le medie mobili semplici, rappresentano una media reale dei prezzi per l’intero periodo di tempo. Pertanto, le medie mobili semplici possono essere più adatte a identificare i livelli di supporto o resistenza.

La preferenza media mobile dipende dagli obiettivi, dallo stile analitico e dall’orizzonte temporale.

I Trader dovrebbero sperimentare  entrambi i tipi di medie mobili e con diversi tempi per trovare la soluzione migliore.

Identificare il trend

Gli stessi segnali possono essere generati usando medie mobili semplici o esponenziali. Come notato sopra, la preferenza dipende da ciascun trader. Gli esempi valgono sia per le medie mobili sia semplici che esponenziali. Il termine “media mobile” si applica alle medie mobili sia semplici che esponenziali.

La direzione della media mobile trasmette importanti informazioni sui prezzi. Una media mobile in aumento mostra che i prezzi sono generalmente in aumento.

Una media mobile in calo indica che i prezzi, in media, stanno diminuendo. Una media mobile a lungo termine in aumento riflette una tendenza al rialzo di lungo termine. Una media mobile a lungo termine in calo riflette una tendenza al ribasso di lungo termine.. 

Le medie mobili funzionano benissimo in trend forti.

 

Come utilizzare le medie mobili per il trading

 

È possibile utilizzare due medie mobili per generare segnali di ingresso e uscita.

 I doppi  o  crossover implicano una media mobile relativamente corta e una media mobile relativamente lunga.

Come per tutte le medie mobili, la lunghezza generale della media mobile definisce il periodo di tempo per il sistema. Un sistema che utilizza un EMA di 5 giorni e un EMA di 35 giorni sarebbe considerato a breve termine.

Un sistema che utilizza SMA di 50 giorni e SMA di 200 giorni sarebbe considerato a medio termine, forse anche a lungo termine.

Un crossover rialzista si verifica quando la media mobile più corta supera la media mobile più lunga. I crossover medi in movimento producono segnali relativamente tardi. Dopo tutto, il sistema utilizza due indicatori ritardanti. Più lunghi sono i periodi medi mobili, maggiore è il ritardo nei segnali.

Questi segnali funzionano molto bene quando il sistema è in trend.  In un trend debole un sistema di crossover medie mobili produrrà molti ingressi sbagliati.

C’è anche un metodo di crossover triplo che coinvolge tre medie mobili. Di nuovo, un segnale viene generato quando la media mobile più corta incrocia le due medie mobili più lunghe. Un semplice sistema di crossover triplo può comportare medie mobili di 5 giorni, 10 giorni e 20 giorn

 L’utilizzo di un crossover medio mobile avrebbe comportato tre salti prima di raggiungere un buon trade.

Incroci Media Mobile, Prezzo


Le medie mobili possono anche essere utilizzate per generare segnali con semplici incroci di prezzo.

Un segnale rialzista viene generato quando i prezzi si muovono al di sopra della media mobile.

Un segnale ribassista viene generato quando i prezzi si muovono al di sotto della media mobile. Gli incroci di prezzo possono essere combinati per operare all’interno del trend più ampio.

La media mobile più lunga imposta  il trend più ampio e la media mobile più corta viene utilizzata per generare i segnali. Si cercherebbero incroci di prezzo rialzisti solo quando i prezzi sono già al di sopra della media mobile più lunga. Questo sarebbe negoziato in armonia con la tendenza principale.

Ad esempio, se il prezzo è superiore alla media mobile a 200 giorni, i grafici si concentrano solo sui segnali quando il prezzo si sposta sopra la media mobile a 50 giorni. Ovviamente, una mossa al di sotto della media mobile a 50 giorni precederebbe un tale segnale, ma tali incroci ribassisti sarebbero ignorati perché la tendenza maggiore è in aumento.

Un incrocio ribassista suggerirebbe semplicemente un pullback all’interno di un rialzo più ampio. Un crossback al di sopra della media mobile a 50 giorni segnalerebbe una ripresa dei prezzi e la continuazione del trend rialzista più ampio.

 

Conclusioni

I vantaggi  derivanti dall’utilizzo delle medie mobili devono essere valutati rispetto agli svantaggi. Le medie mobili sono indicatori sempre in ritardo . Questa non è necessariamente una cosa negativa. Dopo tutto, il trend è nostro amico per cui è meglio mettersi sempre nelle sua direzione.

Anche se il trend è nostro amico i prezzi dei titoli trascorrono molto tempo in laterale, Come con la maggior parte degli strumenti di analisi tecnica, le medie mobili non dovrebbero essere utilizzate da sole, ma in combinazione con altri strumenti complementari.

I grafici possono utilizzare le medie mobili per definire la tendenza generale e quindi utilizzare l’RSI per definire i livelli di ipercomprato o ipervenduto.

Nessun trader professionista utilizza solamente le medie.

Media Mobile
5 (100%) 2 voti
Bull N Bear
Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter!

Entra nella nostra mailing list per rimanere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti perderai nessun nuovo post.

Registrazione avvenuta con successo!