Le greche (in finanza)

Esse rappresentano numericamente, in forma sintetica e semplice, le diverse dimensioni del rischio connesso al possesso di opzioni e sono il risultato di specifiche funzioni.

Le greche di primo grado

Il delta è la sensibilità del premio di un’opzione al variare del prezzo del sottostante e viene calcolato in percentuale. In altre parole quanto cambia il prezzo dell’opzione al variare del prezzo del sottostante.

Il theta è l’impatto del tempo sul valore di una opzione ed indica quanto valore perde ogni giorno l’opzione all’avvicinarsi della scadenza.

Il vega è la sensibilità di un’opzione al variare della volatilità del sottostante e poiché influisce solo sul valore temporale è una delle variabili più importati da considerare per il trading con le opzioni.

Il gamma è invece la variazione del delta alla variazione del prezzo sottostante e sarà più sensibile e significativa quanto più l’opzione è at the money e vicina alla scadenza.

Esistono anche altre greche come il vomma e il vanna.

 

Le espressioni ATM, ITM, OTM da Borsa Italiana:

Per opzione “at the money” (ATM) si intende quella per cui il prezzo di esercizio è uguale al prezzo corrente dell’attività sottostante.

Per opzione “in the money” (IN o ITM) si intende quella per cui il prezzo di esercizio è inferiore (call) / superiore (put) al prezzo corrente dell’attività sottostante.

Per opzione “out of the money” (OTM) si intende quella per cui il prezzo di esercizio è superiore (call) / inferiore (put) al prezzo dell’attività sottostante.

Per esemplificare con un esempio grafico, consideriamo il caso di un’opzione put con strike a 14 euro:

Valori del sottostante inferiori al prezzo di esercizio (put ITM) comporteranno un profitto e quindi l’esercizio del diritto del possessore dell’opzione a vendere ad un prezzo superiore a quello di mercato (semplicemente: a tenersi il prezzo incassato al momento della vendita dell’opzione); se il sottostante avrà un prezzo di mercato superiore allo strike, invece, (put OTM) l’opzione non sarà esercitata.

Nel caso della call avviene l’esatto contrario: prezzo del sottostante maggiore dello strike comporterà profitto e quindi esercizio del diritto ad acquistare (call ITM), viceversa per valori del sottostante inferiori la call (OTM) non sarà esercitata.

Un’opzione ITM alla scadenza è dunque quella che darebbe un profitto se esercitata: il valore di questo profitto è il cosiddetto valore intrinseco dell’opzione, che rappresenta la componente più importante del prezzo di un’opzione in the money prossima alla scadenza.

 

Percorso consigliato:

Opzioni call e Put
Vendere Opzioni
Le Greche
Open Interest
Piattaforme di trading 
Volatilità
Opzioni Strategie (consigliato)

 

 

Greche
4.6 (91.11%) 9 voti
Bull N Bear
Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter!

Entra nella nostra mailing list per rimanere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti perderai nessun nuovo post.

Registrazione avvenuta con successo!